Microsoft compenserà Be Inc.

Il big di Redmond trova un accordo per uscire da un caso antitrust sollevato dalla piccola softwarehouse non più operativa. A Be Inc. assegnati 23,3 milioni di dollari. Caso chiuso ma irrisolto

Seattle (USA) - Si conclude con un accordo tra le parti il procedimento antitrust intentato da Be Inc., softwarehouse che da tempo è uscita dal mercato, contro Microsoft. Be aveva denunciato l'azienda di Bill Gates sostenendo che Microsoft sarebbe intervenuta sui produttori di computer per impedire la diffusione del sistema operativo BeOS.

In particolare, Be sosteneva di voler denunciare Microsoft per pressioni che quest'ultima, a suo dire, avrebbe esercitato su Hitachi e Compaq in due diverse occasioni, e questo per limitare la diffusione di BeOS, ritenuto da Be tecnicamente superiore a Windows, software di punta per Microsoft.

L'intesa assegna a Be 23,3 milioni di dollari e, nel documento firmato dalle due parti, Microsoft non ammette alcun genere di operazione illegale. In una nota, l'azienda ha fatto sapere che "seppure riteniamo che alla fine l'avremmo avuta vinta, Microsoft è molto felice di aver chiuso il caso".
Va detto che la causa intentata da Be è una di quattro diverse cause antitrust del tutto simili che Microsoft ha dovuto fronteggiare dallo scorso febbraio ad oggi. Quella di maggiore rilievo, che contrapponeva alla società di Redmond il colosso AOL (Netscape), si è chiusa nei mesi scorsi con un mega-accordo a tutto campo tra AOL e Microsoft, intesa secondo cui quest'ultima ha accettato di versare 750 milioni di dollari alla neo-partner.
TAG: mercato
91 Commenti alla Notizia Microsoft compenserà Be Inc.
Ordina
  • Sembra una faccenda degna della peggiore anti-giustizia italiana: l'azienda è nel torto, paga ma continua a fare quel che le pare senza che nessuno la fermi...
    non+autenticato
  • Oltre a Microsoft, c'è un'altra ragione dietro alla scomparsa di questo sistema operativo?
    Mancava qualcosa, era un prodotto immaturo o privo di qualcosa di fondamentale?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Oltre a Microsoft, c'è un'altra ragione
    > dietro alla scomparsa di questo sistema
    > operativo?
    > Mancava qualcosa, era un prodotto immaturo o
    > privo di qualcosa di fondamentale?

    La protezione della memoria, ma questo all'epoca interessava a pochi (prima o poi ci arrivano tutti, è solo questione di tempo ^____^).

    Oltre a quello, le applicazioni, che linux cominciava già ad avere da un bel pezzo. Diciamo che come S.O. "alternativo" la gente che aveva il coraggio di staccarsi da M$ ha preferito linux. Quelli che usavano apple c'erano già da prima, che c'entrano?Sorride
    non+autenticato
  • > La protezione della memoria, ma questo
    > all'epoca interessava a pochi (prima o poi
    > ci arrivano tutti, è solo questione di tempo

    Sei sicuro di questa lacuna?

    Tratto da "Be Developer's Guide - The official documentation for the BeOS" - O'Reilly 1997 - ISBN 1-56592-287-5 - pag. 3:

    The Be Operating System (BeOS) is designed to take advantage of modern computer hardware, particularly machines with more than une CPU.
    The BeOS offers:
    - Preempitive multithreading (true "multitasking")
    - Protected address spaces
    - Virtual memory
    - An attributed file system
    - Dinamically loaded device drivers
    - Interapplication messaging
    - Built-in networking
    - Real-time streaming of audio and video data
    - Shared, dynamically linked libraries
    - An object-oriented programming enviroment

    Se non ti basta, fin dalla sua prima comparsa BeOS aveva pure un filesystem di tipo journaled, a 64 bit, capace di ospitare file fino a 18 PB (PetaBytes), quando Windows 95 non andava oltre i 2 o i 4 GB.
    non+autenticato
  • > Se non ti basta, fin dalla sua prima
    > comparsa BeOS aveva pure un filesystem di
    > tipo journaled, a 64 bit, capace di ospitare
    > file fino a 18 PB (PetaBytes), quando
    > Windows 95 non andava oltre i 2 o i 4 GB.

    BeOS, semplicemente il miglior sistema operativo (realmente multimediale) mai realizzato, anni luce avanti a tutti gli altri.

    la sua gestione mail, rimane ancora oggi un gioiello nella storia dell'informatica. e altre mille feature, anche se BeOS r5 è ormai vecchiotto è ancora anni luce avanti a tutti
    non+autenticato
  • > Oltre a Microsoft, c'è un'altra ragione
    > dietro alla scomparsa di questo sistema
    > operativo?
    > Mancava qualcosa, era un prodotto immaturo o
    > privo di qualcosa di fondamentale?

    Certamente!
    Il problema della scomparsa di BeOS non è riconducibile esclusivamente a Microsoft, ma è stato determinato dalle condizioni ambientali presenti nel mercato del software.
    In passato era presente un duopolio asimmetrico, che costringeva l'utente a scegliere l'hardware e di conseguenza il software.
    Nei primi anni 90, quando naque Be Inc. (BeOS arrivò ovviamente dopo), IBM vantava una parte importante delle vendite di hardware e software (vendeva anche il DOS) ed era vista come il nemico da combattere.
    L'arrivo di società come Compaq prima, AMI e altre in seguito, aveva aperto la strada ai produttori di hardware alternativi, che per effetto della concorrenza hanno generato la costante diminuizione dei prezzi dell'hardware ormai nota, e portato a margini di profitto esigui come quelli attuali.
    Oggi possiamo affermare di essere i reali beneficiari di tale concorrenza.
    In posizione assai più marginale vi erano gli home computer, considerati all'epoca come videogiochi, e un altro produttore di hardware, Apple che vendeva, come oggi, macchine migliori e non aveva concorrenti sulla propria piattaforma (neppure sul software).
    Be, nata da una costola di Apple scelse in origine la stessa strada, offrendo una piattaforma alternativa, il BeBox sulla quale far funzionare il proprio software.
    In seguito, venne meno l'importanza dell'hardware, ma solo perché i giochi erano ormai fatti, e Be si rifocalizzò sul software, divenendo dapprima concorrente di Apple, e in seguito di Microsoft.
    BeOS non è stato mai un prodotto immaturo, ma come tutti i prodotti aveva bisogno di clienti, e forse Be scegliendo di rivolgersi ad un pubblico di nicchia, ha sottovalutato questo aspetto. BeOS, quando lo acquistai io, non costava poco: 199.000 delle vecchie lire, ovvero più di OS/2 e delle prime distribuzioni Linux, se non ricordo male, più della Red Hat 5.1.
    Io aprii la scatola e fui in grado di utilizzarlo subito.
    Oggi, nel mondo del software, esiste un monopolio e tutti dovremmo desiderare alternative capaci di restituirci la stessa libertà di scelta e convenienza che apprezziamo per l'hardware.
    Oggi il problema si chiama Microsoft e si sorpassa solo con analoche alternative, ovvero con equivalenti prodotti commerciali (senza nulla togliere all'importanza della conoscenza offerta dal mondo open-source), che possono trovare nel codice aperto ispirazione e possibilità inedite per stare sullo stesso mercato.
    E' per questo che ora Microsoft attacca la GPL: può avvantaggiare concretamente anche i suoi concorrenti, anche se non come Apple ha tratto vantaggio da altre licenze.
    non+autenticato
  • visto che BeOS e' nato su piattaforma PPC per essere poi venduto a Apple?
    non+autenticato
  • > visto che BeOS e' nato su piattaforma PPC
    > per essere poi venduto a Apple?

    BeOS è stato portato su piattaforma PPC (nel senso di MacOS compatibile); è nato per girare su una macchina proprietaria chiamata BeBox, con processori (si, più di uno) AT&T Hobbit e vari DSP.

    In quegli anni Apple sperava di aumentare la diffusione del proprio sistema operativo, grazie all'intervento di altri produttori di hardware compatibile, come Umax ad esempio.

    In tali condizioni, ovvero senza un concorrente in grado di controllare l'hardware, BeOS fece la propria comparsa sui computer PPC; in seguito Apple trattò per acquistare Be Inc., ma le due società non trovarono un accordo.

    Oggi, Apple non può permettersi di avere concorrenti a basso costo sull'hardware (profitti certi), per promuovere il sistema operativo, ed ha cambiato entrambi (hw e sw) per eliminare i concorrenti che aveva sul mercato dell'hardware visto che Be aveva abbandonato lo sviluppo si BeOS PPC, in favore della piattaforma x86, caratterizzata da una maggiore concorrenza.

    Il fatto che Apple adotti meccanismi analoghi, a mio avviso non costuitusce una attenuante per Microsoft, e comunque Apple non ha mai preteso che l'utente non installasse altri sistemi operativi sulle proprie macchine, doveva solo riuscirci, come accaduto in seguito con Linux PPC.


    non+autenticato

  • > Il fatto che Apple adotti meccanismi
    > analoghi, a mio avviso non costuitusce una
    > attenuante per Microsoft, e comunque Apple
    > non ha mai preteso che l'utente non
    > installasse altri sistemi operativi sulle
    > proprie macchine, doveva solo riuscirci,
    > come accaduto in seguito con Linux PPC.

    infatti il problema con MS sono state le pressioni sulla installazione in bundle con il pc , non il fatto che non si possa installare qulcos altro...
    il problema e' che in ogni caso sia macos che windows li DEVI pagare anche se poi non li userai...

    non+autenticato
  • > infatti il problema con MS sono state le
    > pressioni sulla installazione in bundle con
    > il pc , non il fatto che non si possa
    > installare qulcos altro...

    No, infatti chiamando a testimoniare Hitachi, intendevano approfondire la pretesa violazione di licenza in caso di installazione di un secondo sistema operativo.
    A suo tempo S. Hacker scrisse un aticolo per Byte intitolato:
    "Chi controlla il Boot-loader?", Be pensava di affiancare il proprio sistema operativo ad altri perché ad es. non esistevano programmi per CAD, etc, che non la avrebbero favorita in caso di scelta.

    > il problema e' che in ogni caso sia macos
    > che windows li DEVI pagare anche se poi non
    > li userai...

    Questo è vero e io credo che per uscire da questo monopolio non vi siano soluzioni diverse che vietare per legge le vendite di hw e sw in bundle, per i soli s.o..

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Il fatto che Apple adotti meccanismi
    > > analoghi, a mio avviso non costuitusce una
    > > attenuante per Microsoft, e comunque Apple
    > > non ha mai preteso che l'utente non
    > > installasse altri sistemi operativi sulle
    > > proprie macchine, doveva solo riuscirci,
    > > come accaduto in seguito con Linux PPC.
    >   
    > infatti il problema con MS sono state le
    > pressioni sulla installazione in bundle con
    > il pc , non il fatto che non si possa
    > installare qulcos altro...
    > il problema e' che in ogni caso sia macos
    > che windows li DEVI pagare anche se poi non
    > li userai...
    >

    Chi compra un Apple vuole usare MacOs, chi compra un HP o un Dell può voler usare Windoze, Linux, Be o qualunque altro s.o. gli venga in mente ma chi compra Apple VUOLE usare MacOs.

    In quanto alla domanda del primo post, la Apple produce da se il sw e l'hw e ci fa (mi pare giusto) quello che gli pare.
    Il punto, grave, è che Microsoft ha fatto la stessa cosa con macchine prodotte da altri.....
    non+autenticato
  • > Chi compra un Apple vuole usare MacOs, chi
    > compra un HP o un Dell può voler usare
    > Windoze, Linux, Be o qualunque altro s.o.
    > gli venga in mente ma chi compra Apple VUOLE
    > usare MacOs.
    >

    stocazzo vestito a festa!
    io voglio un portatile Apple per metterci linux
    a me macos e specie l'osx fa cagare
    ma la qualita dei portatili apple mi aggrada assai

    > In quanto alla domanda del primo post, la
    > Apple produce da se il sw e l'hw e ci fa (mi
    > pare giusto) quello che gli pare.
    > Il punto, grave, è che Microsoft ha fatto la
    > stessa cosa con macchine prodotte da
    > altri.....

    il che non cambia di una virgola il punto della situazione
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Chi compra un Apple vuole usare MacOs, chi
    > > compra un HP o un Dell può voler usare
    > > Windoze, Linux, Be o qualunque altro s.o.
    > > gli venga in mente ma chi compra Apple
    > VUOLE
    > > usare MacOs.
    > >
    >
    > stocazzo vestito a festa!
    > io voglio un portatile Apple per metterci
    > linux
    > a me macos e specie l'osx fa cagare
    > ma la qualita dei portatili apple mi aggrada
    > assai
    >

    Si, però adesso spieghi i vantaggi e gli svantaggi di Linux e di OSX........personalmente facendo così ho scelto OSX, vorrei capire che cosa spinge una persona normale a rifiutare l'evoluzione...


    > > In quanto alla domanda del primo post, la
    > > Apple produce da se il sw e l'hw e ci fa
    > (mi
    > > pare giusto) quello che gli pare.
    > > Il punto, grave, è che Microsoft ha fatto
    > la
    > > stessa cosa con macchine prodotte da
    > > altri.....
    >
    > il che non cambia di una virgola il punto
    > della situazione


    E no caro, lo sposta eccome.
    La Microsoft ha preso decisioni al posto dei produttori di hardware......
    non+autenticato
  • > > stocazzo vestito a festa!
    > > io voglio un portatile Apple per metterci
    > > linux
    > > a me macos e specie l'osx fa cagare
    > > ma la qualita dei portatili apple mi
    > aggrada
    > > assai
    >
    > Si, però adesso spieghi i vantaggi e gli
    > svantaggi di Linux e di
    > OSX........personalmente facendo così ho
    > scelto OSX, vorrei capire che cosa spinge
    > una persona normale a rifiutare
    > l'evoluzione...
    >

    de gustibus non disputandum est
    e' questione di AVERE LA LIBERTA' di scegliere
    e' tanto difficile da capire?qualcuno potrebbe dirti la stessa cosa di XP sui portatili x86...
    non credi?
    a prescindere da considerazioni di tipo tecnico che RARAMENTE hanno trainato gli acquisti

    > > il che non cambia di una virgola il punto
    > > della situazione
    >
    >
    > E no caro, lo sposta eccome.
    > La Microsoft ha preso decisioni al posto dei
    > produttori di hardware......

    eh??
    scusa ma i produttori decidono LORO cosa installare e cosa no
    e hanno SCELTO Microsoft
    nessuno gliel'ha imposto dall'alto
    MS non e' una religione
    il che, ripeto, non cambia di una virgola la questione di fondo che e' sempre la stessa: posso io decidere cosa installare sul mio pc/portatile senza ricorrere agli assemblati?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > > stocazzo vestito a festa!
    > > > io voglio un portatile Apple per
    > metterci
    > > > linux
    > > > a me macos e specie l'osx fa cagare
    > > > ma la qualita dei portatili apple mi
    > > aggrada
    > > > assai
    > >
    > > Si, però adesso spieghi i vantaggi e gli
    > > svantaggi di Linux e di
    > > OSX........personalmente facendo così ho
    > > scelto OSX, vorrei capire che cosa spinge
    > > una persona normale a rifiutare
    > > l'evoluzione...
    > >
    >
    > de gustibus non disputandum est
    > e' questione di AVERE LA LIBERTA' di
    > scegliere
    > e' tanto difficile da capire?qualcuno
    > potrebbe dirti la stessa cosa di XP sui
    > portatili x86...
    > non credi?
    > a prescindere da considerazioni di tipo
    > tecnico che RARAMENTE hanno trainato gli
    > acquisti
    >

    No, non svicolare. TU hai detto che "OSX fa cagare", non hai parlato prima di libertà e francamente non credo che sia un motivo valido (se l'unico) per scegliere un s.o. con cui lavorare. Se smanetti e basta è un altro discorso...
    Con XP non si potrebbe dire la stessa cosa, Linux è più avanti tecnologicamente e nel caso fra i due sceglerei il pinguino, se non altro sarei libero di cliccare dove mi pare e potrei ricevere posta senza preoccuparmi di disinfettare gli allegati....
    Ti ripeto la domanda: in cosa Linux e OSX differiscono?
    Dubito che tu lo sappia perchè dubito che tu abbia mai usato OSX, non avresti certo detto "fa cagare".

    ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > No, non svicolare. TU hai detto che "OSX fa
    > cagare".....

    Ma ti provoca dolore fisico il fatto che qualcuno possa anche dire che OS X fa andare di corpo????
    Guarda, ho un mac e un pc a casa, ma potrebbe anche fregarmene di meno se a quello di prima l'OS di mamma Apple gli stimola l'intestino!
    Su, dai, non accendiamoci tutte le volte, non siete stanchi??

  • > No, non svicolare. TU hai detto che "OSX fa
    > cagare", non hai parlato prima di libertà e
    > francamente non credo che sia un motivo
    > valido (se l'unico) per scegliere un s.o.
    > con cui lavorare. Se smanetti e basta è un
    > altro discorso...

    yawnnnn
    a me OSX fa cagare perche' e pupazzoso
    non mi piace la sua interfaccia grafica
    non mi piace come sono collocati gli elementi
    non volgio che su una macchina biprocessore se passo il mouse sulla dockbar le cpu vadano al 100%!

    non mi frega niente di avere una GUI completamente vettoriale

    tu mi potrai dire
    ci puoi mettere anche un xserver

    grazie
    lo posso fare anche con windows

    ma a sto punto perche' devo prendere OSX?

    se voglio far girare applicazioni scritte per linux, ci metto linux
    ti pare cosi' assurdo?

    > Con XP non si potrebbe dire la stessa cosa,
    > Linux è più avanti tecnologicamente e nel
    > caso fra i due sceglerei il pinguino, se non
    > altro sarei libero di cliccare dove mi pare
    > e potrei ricevere posta senza preoccuparmi
    > di disinfettare gli allegati....
    > Ti ripeto la domanda: in cosa Linux e OSX
    > differiscono?

    nella liberta' di scelta!
    ti basta?

    > Dubito che tu lo sappia perchè dubito che tu
    > abbia mai usato OSX, non avresti certo detto
    > "fa cagare".

    eccone un altro so tutto io
    ma se fino a ieri avevate il multitasking cooperative voi di apple
    piantala
    ho installato la prima slackware quando tu ancora non sapevi distinguere un hard disk da un fermacarte

    per piacere

    atteniamoci ai fatti

    cosa c'e' di diverso nell'imporre due OS su due architetture diverse?

    almeno nel mercato dei pc l'hw lo posso scegliere liberamente (pagandolo meno) e non sono legato a cio' che Jobs ha scelto per me

    e posso attingere all'ampio mercato dei cloni/assemblati a basso prezzo

    mentre invece apple ha stroncato sul nascere qualsiasi tentativo di creare compatibili, anchessa sfruttando i tribunali, e non la sua presunta superiorita' qualitativa
    non+autenticato
  • se fosse per microsoft non esisterebbe alcuna concorrenza e nessuna innovazione.

    Ecco l'ennesima dimostrazione che una volta raggiunta una potenza economica monopolistica, un'azienda può permettersi di tacitare qualsiasi concorrenza e di privare il mercato della naturale concorrenzialità.

    Da consumatore non posso che osservare sconsolato il mercato deformato da un monopolio e attendere (ativamente) che anche in Italia si scateni il ciclone Linux/OpenSource




    non+autenticato

  • Come è messo ?
    qualcuno mi potrebbe aggiornare sul suo sviluppo pls ?
    grazie in anticipo.

  • - Scritto da: Numero28
    >
    > Come è messo ?
    > qualcuno mi potrebbe aggiornare sul suo
    > sviluppo pls ?
    > grazie in anticipo.

    www.yellowtab.com

    www.openbeos.org

    www.iltuosistema.it

    www.itbug.org

    news.beosjournal.org

    www.bebits.com

    - Rain
    non+autenticato
  • > Come è messo ?
    > qualcuno mi potrebbe aggiornare sul suo
    > sviluppo pls ?

    Ci sono diversi progetti che mirano a ricreare la positiva esperienza d'uso già nota con BeOS.
    Purtroppo occorerranno ancora degli anni (almeno uno), prima di arrivare a qualcosa di concretamente utilizzabile.
    Comunque a breve dovrebbe essere commercializzata una versione chiamata Zeta, in realtà evoluzione di BeOS.

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)