Alfonso Maruccia

Canonical rilancia su Ubuntu, Dell vede

La distro Linux sul 5 per cento dei PC venduti. ╚ la speranza di Canonical per il 2013. Che potrebbe diventare realtÓ se Dell completerÓ un progetto per un ultrabook a base Linux

Roma - Una distro Ubuntu installata su 18 milioni di PC: è quanto prevede possa succedere nel 2013 Canonical, che per bocca del suo vicepresidente Chris Kenyon rende chiara la volontà dell'azienda di "colonizzare" almeno il 5 per cento di tutti i computer messi in vendita nel prossimo anno.

Qualora le ottimistiche previsioni di Kenyon si avverassero, per Ubuntu significherebbe un raddoppio netto dei sistemi con installata la distro e un ottimo risultato per quel che concerne la penetrazione dell'OS Linux nel settore OEM. Non sufficiente a impensierire un colosso come Microsoft, certo, ma un prodotto di nicchia alla pari con OSX di Apple.

A supportare le battagliere dichiarazioni di Canonical arriva anche Dell con il suo progetto Sputnik, vale a dire un sistema ultrabook XPS13 commercializzato con un'immagine-disco ottimizzata di Ubuntu 12.04 LTS e dedicato agli sviluppatori "mobile e cloud".
Nei fatti cosa voglia mai dire "sviluppatore cloud" Dell non lo spiega, e il progetto Sputnik è al momento nella fase di studio piuttosto che in quella di un prodotto vero e proprio. Nel mentre Canonical pensa anche al futuro presentando il logo di Quantal Quetzal, la prossima main release di Ubuntu in arrivo a ottobre 2012.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaUbuntu 12.10 sarà Quantal QuetzalIl gran capo di Canonical preannuncia l'arrivo della prossima main release di Ubuntu Linux: Ubuntu 12.10 presenterÓ novitÓ soprattutto nell'estetica e sancirÓ il debutto di un nuovo network cloud
  • TecnologiaUbuntu 12.04, via ai downloadLa distro Linux di Canonical arriva a una nuova release con supporto esteso, con un'offerta di applicativi e servizi tarata sulle necessitÓ degli utenti desktop ma anche enterprise
56 Commenti alla Notizia Canonical rilancia su Ubuntu, Dell vede
Ordina
  • beh...non credo sia una brutta cosa!
    Mi pare di leggere di tutto qui...ma a mio avviso credo che possa esser considerato una delle tante forme (con cui una distro con una tendente mira espansionistica) possa avanzare step by step...Canonical fa bene a spingere anche in questo modo..poi le sfumature molte volte servono ad una pippa.Pirata
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 11 maggio 2012 10.40
    -----------------------------------------------------------
  • visto che in alcuni posti si obbligano le case costruttrici di automobili a produrre un certo numero di vetture elettriche e si obbliga i produttori di carburanti a usare una percentuale di origine vegetale, perche nessuno ha mai pensato di chiedere ai produttori di hw di vendere una percentuale di pc con sistema alternativo a windows? E ovvio che un monopolista non puo che fare danni al mercato...

    Cmq Ubuntu tutte le volte che l'ho provata mi ha deluso. Consiglio di dare un'occhiata a Mint Linux (basata su ubuntu ma un po piu usabile), che a quanto pare e la distro piu diffusa.
    http://distrowatch.com/dwres.php?resource=major
    non+autenticato
  • - Scritto da: cormerda
    >
    > visto che in alcuni posti si obbligano le case
    > costruttrici di automobili a produrre un certo
    > numero di vetture elettriche e si obbliga i
    > produttori di carburanti a usare una percentuale
    > di origine vegetale, perche nessuno ha mai
    > pensato di chiedere ai produttori di hw di
    > vendere una percentuale di pc con sistema
    > alternativo a windows?

    pensavo...

    ma come mai le idee più restrittive delle libertà vengono a coloro i quali usano un OS ispirato in gran parte a principi di totale libertà?   Newbie, inesperto
  • - Scritto da: bertuccia
    > - Scritto da: cormerda
    > >
    > > visto che in alcuni posti si obbligano le
    > case
    > > costruttrici di automobili a produrre un
    > certo
    > > numero di vetture elettriche e si obbliga i
    > > produttori di carburanti a usare una
    > percentuale
    > > di origine vegetale, perche nessuno ha mai
    > > pensato di chiedere ai produttori di hw di
    > > vendere una percentuale di pc con sistema
    > > alternativo a windows?
    >
    > pensavo...
    >
    > ma come mai le idee più restrittive delle libertà
    > vengono a coloro i quali usano un OS ispirato in
    > gran parte a principi di totale libertà?
    > Newbie, inesperto

    Non confondere un utente casuale con un movimento. Stallman non ha mai chiesto cose simili, né nessun leader del mondo open source ha mai detto niente di simile.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    >
    > Non confondere un utente casuale con un
    > movimento. Stallman non ha mai chiesto cose
    > simili, né nessun leader del mondo open source ha
    > mai detto niente di
    > simile.

    no ci mancherebbe, però ho fatto caso che parole come "obbligare" tante volte vengono fuori da gente che usa un OS che si chiama ubuntu (parola della quale forse non conosce le origini?)
  • - Scritto da: bertuccia
    > - Scritto da: Dottor Stranamore
    > >
    > > Non confondere un utente casuale con un
    > > movimento. Stallman non ha mai chiesto cose
    > > simili, né nessun leader del mondo open
    > source
    > ha
    > > mai detto niente di
    > > simile.
    >
    > no ci mancherebbe, però ho fatto caso che parole
    > come "obbligare" tante volte vengono fuori da
    > gente che usa un OS che si chiama ubuntu (parola
    > della quale forse non conosce le
    > origini?)

    A dire il vero ha detto che non usa Ubuntu.A bocca aperta
    Shiba
    4089
  • - Scritto da: Shiba
    >
    > A dire il vero ha detto che non usa Ubuntu.A bocca aperta

    Rotola dal ridere vabbè è l'una me ne vado
  • - Scritto da: bertuccia
    > - Scritto da: Shiba
    > >
    > > A dire il vero ha detto che non usa Ubuntu.
    >A bocca aperta
    >
    >   Rotola dal ridere vabbè è l'una me ne vado

    Visto che ho letto solo ora, buona cena! XD
    Shiba
    4089
  • - Scritto da: bertuccia
    > - Scritto da: Dottor Stranamore
    > >
    > > Non confondere un utente casuale con un
    > > movimento. Stallman non ha mai chiesto cose
    > > simili, né nessun leader del mondo open
    > source
    > ha
    > > mai detto niente di
    > > simile.
    >
    > no ci mancherebbe, però ho fatto caso che parole
    > come "obbligare" tante volte vengono fuori da
    > gente che usa un OS che si chiama ubuntu (parola
    > della quale forse non conosce le
    > origini?)

    L'unico obbligo che io imporrei sarebbe di separare il prezzo del SO da quello dell'hardware, a cominciare dai PC. Da non essere obbligati come ora a comprare Windows anche quando non lo si vuole. Per tutto il resto, faccia il mercato.
    Funz
    13017
  • - Scritto da: Funz
    >
    > L'unico obbligo che io imporrei sarebbe di
    > separare il prezzo del SO da quello
    > dell'hardware, a cominciare dai PC. Da non essere
    > obbligati come ora a comprare Windows anche
    > quando non lo si vuole. Per tutto il resto,
    > faccia il
    > mercato.

    infatti, e vorrei fare presente che la possibilità di farsi concorrenza sarebbe (e dico sarebbe perché purtroppo oggi non è molto rispettato) un principio base proprio del capitalismo, e non certo del socialismo. Per questo le società in cui c'è un vero capitalismo hanno delle leggi antitrust efficaci, altrimenti si finisce con i monopoli. Un esempio è il fatto che oggi si tende a scorporare ad esempio chi fornisce "hardware" come i binari o le linee internet da chi le utilizza per fornire servizi, come le compagnie di trasporti o telefonichie, proprio per garantire la possibilità di concorrenza a pari condizioni.
    Così sarebbe giusto che si potesse scegliere di acquistare il pc senza software sapendo esattamente qual è la differenza di prezzo.
    non+autenticato
  • beh no, se leggi ruppolo entri in una nuova dimensione riguardante la restrizione di tutte le libertà

    comunque non deve suonare strano che laddove il mercato non riesca a regolarsi da solo, perchè magari c'è il boss di turno che s'impone a colpi di mazzette, ricatti, minacce, ecc..., diventa necessario l'intervento dello Stato

    del resto le economie miste sono nate proprio per far fronte a questo problema
    non+autenticato
  • ciao..beh forse perchè nel mondo dell'industria e dell'affare..la vera libertà sta nel scegliere come gestire e proteggere il proprio prodotto finale (licenze OSI) non nell'obbligare gli altri a fare le medesime tue scelte (GPL & DERIVATE).

    "open source".
    non+autenticato
  • Sforzatevi di leggere: si parla di puntare a sviluppatori, quindi non domandiamoci se un utonto non riesce ad installare il suo exe preferito.
    Quello può anche tornare a Win8.
    Qui parliamo di sviluppatori che lavorano con Win, ma sempre più spesso anche con Mac, e un Ultrabook con hardware migliore prezzo migliore e OS migliore del MAC e tool per sviluppatori già pronti, si candida a fare sparire tante mele bianche dalle convention di sviluppatori.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nickless
    > Sforzatevi di leggere: si parla di puntare a
    > sviluppatori, quindi non domandiamoci se un
    > utonto non riesce ad installare il suo exe
    > preferito.
    > Quello può anche tornare a Win8.
    > Qui parliamo di sviluppatori che lavorano con
    > Win, ma sempre più spesso anche con Mac, e un
    > Ultrabook con hardware migliore prezzo migliore e
    > OS migliore del MAC e tool per sviluppatori già
    > pronti, si candida a fare sparire tante mele
    > bianche dalle convention di
    > sviluppatori.

    Sono due le notizie. Canonical ha detto che ha accordi per avere Ubuntu preinstallata sul 5% dei computer e oltre a questo Dell venderà Sputnik per gli sviluppatori con Ubuntu.
    non+autenticato
  • > OS migliore del MAC e tool per sviluppatori già
    > pronti, si candida a fare sparire tante mele
    > bianche dalle convention di
    > sviluppatori.

    Giusto poi ti basta solo capire come fare a sviluppare software per ifogn su imbuto e vedrai come spariscono le mele...
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome

    > ...

    Quasi quasi a rutti e farneticazioni sei meglio di Bossi. Datti alla politica.
    FDG
    10980
  • - Scritto da: Nickless
    > Sforzatevi di leggere: si parla di puntare a
    > sviluppatori, quindi non domandiamoci se un
    > utonto non riesce ad installare il suo exe
    > preferito.
    > Quello può anche tornare a Win8.

    infatti si puo' facilmente evitare che torni a win8!!!

    basterebbe soltanto che gli sviluppatori di linux si decidessero a realizzare un'applicazione che si apra quando uno clicca su un file exe e che faccia apparire un elenco di applicazioni alternative installabili su quella distribuzione...

    per un programmatore non dovrebbe essere difficile realizzarlo, ma guarda caso finora nessuno lo ha mai fatto... secondo me perche' nessuno vuole che gli utonti entrino in massa nel mondo linux!
    non+autenticato
  • - Scritto da: lettore interiore
    > - Scritto da: Nickless
    > > Sforzatevi di leggere: si parla di puntare a
    > > sviluppatori, quindi non domandiamoci se un
    > > utonto non riesce ad installare il suo exe
    > > preferito.
    > > Quello può anche tornare a Win8.

    > infatti si puo' facilmente evitare che torni a
    > win8!!!

    > basterebbe soltanto che gli sviluppatori di linux
    > si decidessero a realizzare un'applicazione che
    > si apra quando uno clicca su un file exe e che
    > faccia apparire un elenco di applicazioni
    > alternative installabili su quella
    > distribuzione...

    E' gia' cosi', apri il gestore delle applicazioni e scrivi: "grafica"

    > per un programmatore non dovrebbe essere
    > difficile realizzarlo, ma guarda caso finora
    > nessuno lo ha mai fatto... secondo me perche'
    > nessuno vuole che gli utonti entrino in massa nel
    > mondo linux!

    Stai parlando di wine ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: lettore interiore
    > E' gia' cosi', apri il gestore delle applicazioni
    > e scrivi: "grafica"

    ti sbagli... un utonto (che acquista un pc con linux preinstallato) non conosce neanche il significato di "gestore delle applicazioni" e ovviamente non può in nessun modo sapere della sua esistenza, finché non compaiono avvisi automatici.

    > Stai parlando di wine ?

    un utonto non sa nemmeno che esiste "wine" e comunque non gli serve che esista, a meno che non sia già installato nel pc.

    krane hai appena dimostrato di essere incapace di entrare nella testa di un utotnto, in pratica dandomi ragione!
    non+autenticato
  • - Scritto da: lettore interiore
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: lettore interiore
    > > E' gia' cosi', apri il gestore delle
    > applicazioni
    > > e scrivi: "grafica"
    >
    > ti sbagli... un utonto (che acquista un pc con
    > linux preinstallato) non conosce neanche il
    > significato di "gestore delle applicazioni" e
    > ovviamente non può in nessun modo sapere della
    > sua esistenza, finché non compaiono avvisi
    > automatici.

    Dimmi: che cosa conosce allora un utonto che acquista un pc con qualunque sistema preinstallato?

    Riformulo la domanda: che cosa conosce un utonto che acquista uno smartphone con qualunque sistema preinstallato?

    > > Stai parlando di wine ?
    >
    > un utonto non sa nemmeno che esiste "wine" e
    > comunque non gli serve che esista, a meno che non
    > sia già installato nel pc.

    Se parliamo di "preinstallato" diamo per scontato che sia preinstallato.
    In tal caso tu doppioclicca sul solitario.exe che tuo cuggino ti ha passato via chiavetta, e ci puoi giocare tranquillamente pure su linux senza manco sapere perche'.

    > krane hai appena dimostrato di essere incapace di
    > entrare nella testa di un utotnto, in pratica
    > dandomi ragione!

    Non e' nostro lavoro entrare nella testa dell'utonto.
    Esistono i manuali apposta.
  • - Scritto da: lettore interiore
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: lettore interiore
    > > E' gia' cosi', apri il gestore
    > > delle applicazioni e scrivi: "grafica"

    > ti sbagli... un utonto (che acquista un pc con
    > linux preinstallato) non conosce neanche il
    > significato di "gestore delle applicazioni" e
    > ovviamente non può in nessun modo sapere della
    > sua esistenza, finché non compaiono avvisi
    > automatici.

    E come mai dovrebbe sapere che un .exe se cliccato fa qualcosa ?

    > > Stai parlando di wine ?

    > un utonto non sa nemmeno che esiste "wine" e
    > comunque non gli serve che esista, a meno che non
    > sia già installato nel pc.

    Dipende da chi gli ha installato il pc, gli avra' chiesto che se ne vuole fare ?

    > krane hai appena dimostrato di essere incapace di
    > entrare nella testa di un utotnto, in pratica
    > dandomi ragione!

    Tu per utono intendi uno che sa usare windows o uno che non ha mai visto un pc ? Perche' per chi non ha mai visto un pc linux e' piu' semplice.
    krane
    22544
  • - Scritto da: lettore interiore
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: lettore interiore
    > > E' gia' cosi', apri il gestore
    > > delle applicazioni e scrivi: "grafica"

    > ti sbagli... un utonto (che acquista un pc con
    > linux preinstallato) non conosce neanche il
    > significato di "gestore delle applicazioni" e
    > ovviamente non può in nessun modo sapere della
    > sua esistenza, finché non compaiono avvisi
    > automatici.

    E quindi ? Con windows e' peggio, visto che con il gestore gli puoi dire: se ti serve qualcosa prova a cercarlo li', con windows vai all'avventura per la rete per un unrar.

    > > Stai parlando di wine ?
    > un utonto non sa nemmeno che esiste "wine" e
    > comunque non gli serve che esista, a meno che non
    > sia già installato nel pc.

    Wine e' quello che fa partire gli exe quando gli fai doppio click sopra, non era quello che volevi ?

    > krane hai appena dimostrato di essere incapace di
    > entrare nella testa di un utotnto, in pratica
    > dandomi ragione!

    Tu non parli di un utonto, ma di un utente windows, e' diverso.
    krane
    22544
  • > basterebbe soltanto che gli sviluppatori di linux
    > si decidessero a realizzare un'applicazione che
    > si apra quando uno clicca su un file exe e che
    > faccia apparire un elenco di applicazioni
    > alternative installabili su quella
    > distribuzione...

    Un file exe?

    L'utonto non sa nemmeno cos'è. L'utonto clicca l'icona da menu start, o sul desktop, e basta.

    Se deve installarsi photoshop o simili, infila il cd e lascia che l'autoplay gli carichi il programma.

    E su ubuntu, se infili un cd di installazione programmi per linux, ti propone subito di aprire il gestore pacchetti.
    non+autenticato
  • E' che quando la gente, comprato il computer, vorrà installare il suo exe preferito (chi ha detto Photoshop? tanto per fare un nome) dirà: "ma non si installa...." ignorando che può installare gimp (anche se non proprio all'altezza di photoshop ma vabbé...) piallerà ubuntu e metterà Win7/8 pirata.... stessa cosa per gli studenti a cui le scuole danno cd/dvd pieni di .exe .... si sa, esiste solo windows...
    non+autenticato
  • > E' che quando la gente, comprato il computer,
    > vorrà installare il suo exe preferito (chi ha
    > detto Photoshop? tanto per fare un nome) dirà:
    > "ma non si installa...." ignorando che può
    > installare gimp (anche se non proprio all'altezza
    > di photoshop ma vabbé...) piallerà ubuntu e
    > metterà Win7/8 pirata.... stessa cosa per gli
    > studenti a cui le scuole danno cd/dvd pieni di
    > .exe .... si sa, esiste solo
    > windows...

    le cose si muovono, pian piano ma si muovono, 5 anni fa se dicevi linux nessuno sapeva cos'era oggi ubuntu e linux lo conoscono (almeno di nome) quasi tutti.
    FF è un altro esempio, libreoffice/OOo...
    sradicare una brutta abitudine necessita di tempo
    non+autenticato
  • - Scritto da: lol
    > 5
    > anni fa se dicevi linux nessuno sapeva cos'era
    > oggi ubuntu e linux lo conoscono (almeno di nome)
    > quasi
    > tutti.

    Per tutti intendi l'uomo della strada ? L'uomo della strada OGGI conosce Android ma mai riuscira' ad associarlo alla parola linux. Anche su Ubuntu ho fortissimi dubbi che l'uomo della strada sappia cosa sia.
    non+autenticato
  • se ti fai un giro per le strade, vedrai che ubuntu è più conosciuto di quanto immagini

    soprattutto tra i giovani, ubuntu è un nome abbastanza diffuso

    certo magari non lo usano, ma sanno cos'è e a cosa serve
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > E' che quando la gente, comprato il computer,
    > vorrà installare il suo exe preferito (chi ha
    > detto Photoshop? tanto per fare un nome) dirà:
    > "ma non si installa...." ignorando che può
    > installare gimp (anche se non proprio all'altezza
    > di photoshop ma vabbé...) piallerà ubuntu e
    > metterà Win7/8 pirata.... stessa cosa per gli
    > studenti a cui le scuole danno cd/dvd pieni di
    > .exe .... si sa, esiste solo
    > windows...

    Allora con lo Sputnik non accadrà perché è pensato per gli sviluppatori.
    Per il resto è possibile.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > E' che quando la gente, comprato il computer,
    > vorrà installare il suo exe preferito (chi ha
    > detto Photoshop? tanto per fare un nome) dirà:
    > "ma non si installa...." ignorando che può
    > installare gimp (anche se non proprio all'altezza
    > di photoshop ma vabbé...) piallerà ubuntu e
    > metterà Win7/8 pirata.... stessa cosa per gli
    > studenti a cui le scuole danno cd/dvd pieni di
    > .exe .... si sa, esiste solo
    > windows...

    Ma credi veramente che non vi sia almeno un 5% che vorrebbe un Pc con Linux?
    E poi sono tra quelli che ho "piallato" windows 7 per metterci su Suse. Peccato che avevo un DELL nuovo ed occorreva smanettare il Bios.
    Al che ho preferito per questioni di garanzia di restituirlo al mittente.
    Ora ne ho un altro similare con tre SO installati (Xp e 7 + Linux) ma uso al 90% Suse, e solo qualche volta winzozz per via appunto di qualche exe che non viaggia col Wine.
    Ricordo anche che vi sono molti studenti informati e non sono tutti utoni.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 10 maggio 2012 11.13
    -----------------------------------------------------------
  • quando un gigante come Dell, numero uno a livello mondiale, investe così pesantemente a discapito chiaramente del vecchio Windows, è facile prevedere il futuro.

    18 milioni dice Dell? io dico 180 milioni (il primo anno)

    Parola di Linaro Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Linaro
    > quando un gigante come Dell, numero uno a livello
    > mondiale, investe così pesantemente a discapito
    > chiaramente del vecchio Windows, è facile
    > prevedere il
    > futuro.
    >
    > 18 milioni dice Dell? io dico 180 milioni (il
    > primo
    > anno)
    >
    > Parola di Linaro Occhiolino

    Posso annunciare che io non saro' tra quelli.
    Il mio vecchio rottame funziona benissimo e non ho nessuna intenzione di cambiarlo.

    Ubuntu ci gira comunque.

    L'obiettivo non deve essere quello di vendere computer con ubuntu, ma quello di far installare ubuntu sui computer che gia' ci sono, cosi' piu' nessuno avra' l'esigenza di cambiare hardware, si riduce l'inquinamento da hardware e si restituisce un po' di liberta' agli schiavi cinesi che non saranno piu' obbligati ad assemblare macchine per 16 ore al giorno.
  • - Scritto da: panda rossa
    > si restituisce un po' di liberta' agli schiavi
    > cinesi che non saranno piu' obbligati ad
    > assemblare macchine per 16 ore al
    > giorno.

    io e consolte molto felici che tu ospitale noi e dale noi riso quando noi non avele più lavolo in fabblica

    panda lossa molto gentile ^_^ quando noi venile?

    xiao miao e chun li
    non+autenticato
  • - Scritto da: Xiao Miao & Chun Li
    > - Scritto da: panda rossa
    > > si restituisce un po' di liberta' agli
    > schiavi
    > > cinesi che non saranno piu' obbligati ad
    > > assemblare macchine per 16 ore al
    > > giorno.
    >
    > io e consolte molto felici che tu ospitale noi e
    > dale noi riso quando noi non avele più lavolo in
    > fabblica
    >
    > panda lossa molto gentile ^_^ quando noi venile?
    >
    > xiao miao e chun li

    Vi ospito io e vi trovo un lavoro qua, naturalmente per non traumatizzarvi con uno stipendio troppo diverso da quello che prendere li' mi tengo la differenza...
    krane
    22544
  • > cosi' piu'
    > nessuno avra' l'esigenza di cambiare hardware
    Da utente Linux mi permetto di rilevare che questa è una sciocchezza. Nel giro di due anni Ubuntu si è appesantita in maniera paurosa, computer su cui girava senza problemi la 10.04 "normale" attualmente funzionanano "quasi bene" giusto con xubuntu, mentre una Debian stable (con Gnome 2.30) ci gira su perfettamente.
  • - Scritto da: Matteo Italia
    > > cosi' piu'
    > > nessuno avra' l'esigenza di cambiare hardware
    > Da utente Linux mi permetto di rilevare che
    > questa è una sciocchezza. Nel giro di due anni
    > Ubuntu si è appesantita in maniera paurosa,
    > computer su cui girava senza problemi la 10.04
    > "normale" attualmente funzionanano "quasi bene"
    > giusto con xubuntu, mentre una Debian stable (con
    > Gnome 2.30) ci gira su
    > perfettamente.

    Purtroppo è vero e non solo per Ubuntu... Molto dipende dal DE che è sempre più pesante; se invece di usare Gnome/Unity o KDE si passa a XFCE4 o qualcosa di ancora più minimale, si nota subito la differenza...
    non+autenticato
  • - Scritto da: pignolo
    >
    > Purtroppo è vero e non solo per Ubuntu... Molto
    > dipende dal DE che è sempre più pesante; se
    > invece di usare Gnome/Unity o KDE si passa a
    > XFCE4 o qualcosa di ancora più minimale, si nota
    > subito la
    > differenza...

    Da un lato sicuramente il DE conta, ma anche la configurazione di base conta tantissimo... su un portatile di qualche hanno fa sono rimasto senza parole quando ho visto che Debian 6 (Gnome 2.30) era più o meno reattiva come Lubuntu 12.04 (LXDE). Non so che cosa combinino a livello di kernel o di servizi avviati di default...
  • - Scritto da: Matteo Italia
    > > cosi' piu'
    > > nessuno avra' l'esigenza di cambiare hardware
    > Da utente Linux mi permetto di rilevare che
    > questa è una sciocchezza. Nel giro di due anni
    > Ubuntu si è appesantita in maniera paurosa,
    > computer su cui girava senza problemi la 10.04
    > "normale" attualmente funzionanano "quasi bene"
    > giusto con xubuntu, mentre una Debian stable (con
    > Gnome 2.30) ci gira su
    > perfettamente.

    E aspetta che esca Debian 7, che sarà la stessa storia.A bocca aperta
    Shiba
    4089
  • Sì e no, come detto sopra credo che ci sia una differenza proprio a livello di configurazione di base... Ubuntu tende più a fare fuochi d'artificio, a semplificare al massimo, ad integrare le varie funzioni, ma va a finire che parte di queste migliorie si pagano in termini di prestazioni.
    Debian tende invece a darti i pacchetti in una configurazione "di base", se poi ci vuoi aggiungere eye candy & co. puoi, ma di base non paghi per quello che non usi. Entrambi gli aspetti hanno pregi e difetti.
  • - Scritto da: Matteo Italia
    > Sì e no, come detto sopra credo che ci sia una
    > differenza proprio a livello di configurazione di
    > base... Ubuntu tende più a fare fuochi
    > d'artificio, a semplificare al massimo, ad
    > integrare le varie funzioni, ma va a finire che
    > parte di queste migliorie si pagano in termini di
    > prestazioni.
    > Debian tende invece a darti i pacchetti in una
    > configurazione "di base", se poi ci vuoi
    > aggiungere eye candy & co. puoi, ma di base non
    > paghi per quello che non usi. Entrambi gli
    > aspetti hanno pregi e
    > difetti.

    Debian 7 ha GNOME 3 e GNOME Shell, la storia quindi è quella. Al massimo mancheranno dei servizi a basso livello.
    Shiba
    4089
  • - Scritto da: Shiba
    > Debian 7 ha GNOME 3 e GNOME Shell, la storia
    > quindi è quella. Al massimo mancheranno dei
    > servizi a basso
    > livello.
    Sono d'accordo che il DE sarà lo stesso, ma credo che la questione dei servizi a basso livello e altri default differenti non pesi poco, una Debian Testing (quindi ~7) con XFCE è sensibilmente più leggera sull'hardware dell'equivalente Xubuntu 11.10, e questo a parità di DE.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)