Claudio Tamburrino

Turismo spaziale, SpaceX lo fa gonfiabile

Con l'accordo raggiunto con Bigelow Aerospace si avvicinano i giorni in cui potrà portare turisti sull'ISS

Roma - La classica diatriba sulle vacanze "mare o montagna" non sarà più la stessa ora che SpaceX si prepara a lanciare il suo piano per il turismo spaziale.

Il progetto della società statunitense alle prese con il primo lancio di una navicella spaziale privata - il vascello Dragon - verso la Stazione Spaziale Internazionale (International Space Station, ISS) aggiunge un nuovo tassello con l'accordo raggiunto con Bigelow Aerospace.

Quest'ultima, infatti, dovrebbe fornire l'alloggio utile ad organizzare il soggiorno dei turisti/astronauti sull'ISS grazie ai suoi alloggi spaziali gonfiabili BA330, costruiti grazie alla tecnologia TransHab che ha ottenuto in licenza da NASA stessa e già sperimentato con il lancio dei moduli Genesis con i vettori russi.
Sul fronte "turismo spaziale", peraltro, stanno lavorando anche altre aziende, come Boing e la startup Blue Origin di Jeff Bezos, e ora anche Alliant Techsystems (ATK) che proprio in questi giorni ha presentato il suo sistema di razzi "Liberty" creato mettendo assieme componenti e moduli ricavati da precedenti progetti aerospaziali.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
5 Commenti alla Notizia Turismo spaziale, SpaceX lo fa gonfiabile
Ordina