Alfonso Maruccia

USA, Windows RT e browser sotto osservazione

Negli States la buttano in politica, e le preoccupazioni di Mozilla sul vantaggio di Internet Explorer su Windows per ARM potrebbero presto finire sotto osservazione antitrust

Roma - Stando a indiscrezioni, le preoccupazioni espresse da Mozilla (e controfirmate da Google) sull'impossibilità di far girare browser "alternativi" in modalità desktop su Windows RT (ARM) diverranno presto preoccupazioni della politica statunitense.

La soffiata arriva da un collaboratore del senatore Herb Kohl (democratico di Washington), presidente del sottocomitato antitrust della camera alta di Capitol Hill, secondo le cui rivelazioni il comitato avvierà presto una indagine sulla faccenda.

Motivo del contendere è l'accessibilità alle API cruciali per lo sviluppo di browser in modalità desktop su ARM, una versione specifica della tecnologia Win32 convertita da Microsoft sulla nuova architettura. Inibire l'accesso a tali interfacce di programmazione, aveva avvertito Mozilla, è proprio quel tipo di comportamento anti-competitivo per cui Microsoft è già stata duramente colpita in passato.
In attesa di verificare la validità delle indiscrezioni sul potenziale nuovo caso antitrust che potrebbe abbattersi su Microsoft, c'è chi tende a descrivere la piattaforma ARM come una dura prova di mercato per il possibile successo di Windows RT: il CEO di Intel Paul Otellini dice che Windows 8 su ARM non potrà avere il vantaggio del supporto garantito a software e dispositivi preesistenti, ragion per cui l'OS non potrà che essere molto meno popolare.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
9 Commenti alla Notizia USA, Windows RT e browser sotto osservazione
Ordina
  • Va bene l'obbligo sui PC di offrire la possibilità di scelta tra più browser, ma perché pure sui tablet? Internet Explorer, così come Firefox e chrome, non sono disponibili (per esempio) su iPod ed iPad e nessuno dice nulla: perché la Microsoft dovrebbe essere trattata diversamente?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Adriano
    >
    > Internet Explorer, così come
    > Firefox e chrome, non sono disponibili (per
    > esempio) su iPod ed iPad e nessuno dice nulla:
    > perché la Microsoft dovrebbe essere trattata
    > diversamente?

    principalmente perchè, a differenza di Apple che hai citato, MS cede il suo OS in licenza

    non che la questione win tablet mi interessi particolarmente, era per rispondere alla tua domanda sul diverso trattamento
  • è giusto che si indaghi e si verifichino eventuali violazioni del patto stipulato da ms con le autorità antitrust

    in Europa le cose gli vanno pure peggio, perchè sono obbligati ad offrire il ballot screen

    ma come fanno ad offrire l'installazione di browser concorrenti che una volta installati non funzionano, a causa delle limitazioni d'accesso all'api?
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    >
    > in Europa le cose gli vanno pure peggio, perchè
    > sono obbligati ad offrire il ballot
    > screen
    >
    > ma come fanno ad offrire l'installazione di
    > browser concorrenti che una volta installati non
    > funzionano, a causa delle limitazioni d'accesso
    > all'api?

    beh il ballot screen devono offrirlo per la versione x86 di Windows per via della posizione dominante sul mercato..

    ma questi tablet con Windows RT non se li cagherà nessuno, quindi dubito che ci sarà bisogno di un ballot screen
  • come mai solo per la versione x86?
    non+autenticato
  • - Scritto da: devnull
    >
    > come mai solo per la versione x86?

    è solo una mia supposizione..

    "perchè è servito a un certo punto il ballot screen?
    - perchè MS aveva e ha una posizione dominante sul mercato dei PC.

    che posizione avrà sul mercato questo Win RT?
    - a mio modo di vedere insignificante, pertanto un ballot screen non dovrebbe essere necessario"

    questo in sintesi il mio ragionamento
  • molte testate IT riportano invece che ms si è assunta l'obbligo di fornirlo con windows ( genericamente ), quindi pure i futuri windows per arm

    non è chiaro quindi cosa abbiano promesso all'UE e in base a questo potrebbero cambiare molte cose
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    >
    > molte testate IT riportano invece che ms si è
    > assunta l'obbligo di fornirlo con windows (
    > genericamente ), quindi pure i futuri windows per
    > arm
    >
    > non è chiaro quindi cosa abbiano promesso all'UE
    > e in base a questo potrebbero cambiare molte
    > cose

    mah ci credo poco che si siano vincolati in quella maniera
  • - Scritto da: bertuccia

    > mah ci credo poco che si siano vincolati in
    > quella
    > maniera

    considera che all'epoca non avevano la più pallida idea che un giorno sarebbero approdati su arm e logicamente fecero una promessa relativa a windows

    il punto è che "quel windows" si può interpretare in tanti modi
    non+autenticato