Mauro Vecchio

Germania, YouTube contro il filtraggio coatto

Il portalone di BigG all'appello per ribaltare la decisione in primo grado di una corte di Amburgo. L'imposizione di un meccanismo di filtraggio per la rimozione dei contenuti illeciti danneggerebbe l'innovazione e la libertÓ d'espressione

Roma - Era stata costretta ad installare un meccanismo di filtraggio per evitare il caricamento di clip musicali in violazione del copyright, considerata responsabile del materiale illecito pubblicato dai suoi utenti. La gigantesca piattaforma di video sharing YouTube ha però annunciato il ricorso in appello per ribaltare la decisione presa in primo grado da una corte di Amburgo.

Stando alle accuse della collecting society tedesca GEMA, il Tubo non avrebbe pagato le royalty relative a 12 filmati musicali, caricati dagli utenti in evidente violazione del diritto d'autore. Il portalone di BigG non avrebbe fatto alcunché per prevenire la comparsa del materiale non autorizzato, sfruttato per guadagnare in termini pubblicitari oltre che per incrementare il traffico.

Un portavoce dell'azienda di Mountain View ha ora sottolineato come l'implementazione coatta di un meccanismo di filtraggio dei contenuti andrebbe a danneggiare gravemente l'operato di una piattaforma che vive di materiale caricato dagli utenti. Un danno enorme per il livello d'innovazione sul web e per il principio costituzionale che tutela la libertà d'espressione sulle nuove reti di comunicazione elettronica.
Secondo i legali del Tubo, tecnologie di rimozione dei contenuti illeciti come ad esempio Content ID sarebbero assolutamente sufficienti per tutelare al meglio i diritti di proprietà intellettuale. Non dello stesso parere il giudice tedesco, che appunto aveva considerato responsabile YouTube delle violazioni denunciate da GEMA. La stessa collecting society ha chiesto al giudice "la massima trasparenza nel prosieguo del caso".

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • Diritto & InternetYouTube in Germania è di nuovo alla sbarraAl centro sempre la questione delle responsabilitÓ degli intermediari. E ora la societÓ che gestisce le royalty dei detentori dei diritti potrÓ provare a incrinare la direttiva sul commercio elettronico
  • AttualitàYouTube verso il porto del copyright?I legali di Google hanno sottolineato come la nota piattaforma di video sharing debba restare tra le acque sicure previste per gli intermediari dal DMCA. Ma Viacom Ŕ tornata a parlare di un business basato sul caricamento illecito di clip
  • AttualitàYouTube, Mediaset incornataUn giudice di Madrid scagiona il Tubo dalle accuse del broadcaster Telecinco. La controllata di Mediaset potrÓ ottenere la rimozione dei video illeciti solo dopo averli segnalati. Il Tubo rimane un semplice intermediario
14 Commenti alla Notizia Germania, YouTube contro il filtraggio coatto
Ordina
  • "L'imposizione di un meccanismo di filtraggio per la rimozione dei contenuti illeciti danneggerebbe l'innovazione e la libertà d'espressione"

    ma soprattutto danneggerebbe le casse advertising di youtube...non si capisce perche megavideo e' stato chiuso e youtube no...gira materiale protetto ovunque su youtube...anzi si capisce benissimo...youtube e' americana e megavideo non lo era.
    non+autenticato
  • ovviamente

    immagina filtrare migliaia di video e considerando che non si può fare automaticamente

    purtroppo megavideo nemmeno andava chiuso, ma lo sappiamo tutti ( e ne stiamo discutendo da settimane ormai ) che fbi e soci hanno commesso un abuso di potere nei confronti di megavideo

    tant'è che gli avvocati del trippone se la stanno ridendo, pensando ai miliardi di risarcimento che il loro cliente riceverà ( oltre alla pubblicità gratis )

    Dotcom, che non è un santo, è diventato un martire e un paladino della libertà ( nella mente di molti scaricatori almeno )

    pensare che è stata in galera per truffa e agiotaggio e grazie all'idiozia dei federali si ritrova a diventare una vergine immacolata e santificata
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • Il problema è che una richiesta del genere è impossibile da attuare, sotto tutti i punti di vista, controllare ogni video che viene caricato è impossibile.
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Il problema è che una richiesta del genere è
    > impossibile da attuare, sotto tutti i punti di
    > vista, controllare ogni video che viene caricato
    > è
    > impossibile.

    Si che e' possibile.
    Ci mettiamo alvaro che li controlla lui uno per uno.
    E' notizia di oggi che ogni minuto caricano su YT solo 72 ore.
    Che cosa vuoi che sia per uno come lui.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Sgabbio
    > > Il problema è che una richiesta del genere è
    > > impossibile da attuare, sotto tutti i punti
    > di
    > > vista, controllare ogni video che viene
    > caricato
    > > è
    > > impossibile.
    >
    > Si che e' possibile.
    > Ci mettiamo alvaro che li controlla lui uno per
    > uno.
    > E' notizia di oggi che ogni minuto caricano su YT
    > solo 72
    > ore.
    > Che cosa vuoi che sia per uno come lui.
    Accetteresti una scommessina sul fatto che presto sentirai parlare di YT?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allinito
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: Sgabbio
    > > > Il problema è che una richiesta del genere
    > è
    > > > impossibile da attuare, sotto tutti i punti
    > > di
    > > > vista, controllare ogni video che viene
    > > caricato
    > > > è
    > > > impossibile.
    > >
    > > Si che e' possibile.
    > > Ci mettiamo alvaro che li controlla lui uno per
    > > uno.
    > > E' notizia di oggi che ogni minuto caricano su
    > YT
    > > solo 72
    > > ore.
    > > Che cosa vuoi che sia per uno come lui.
    > Accetteresti una scommessina sul fatto che presto
    > sentirai parlare di
    > YT?

    Se sei tanto sicuro che internet verra' chiuso prima di natale e la gente tornera' di corsa a riempire le videoteche, che vuoi da me?
    Vivi pure nel tuo sogno. Non saro' certo io a svegliarti...

    Lo faranno i curatori fallimentari.
  • Ancora una volta assistiamo sdegnati alla vergognosa pantomima, che quattro vecchie cariatidi che usano ancora il grammofono, stanno recitando con l'illusione di poter fermare il mondo alla loro epoca ormai tramontata.

    Il copyright e' una palla al piede del progresso che e' necessario estirpare, ed attaccare al collo a coloro che la brandiscono, prima di gettarli a mare per sempre.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Ancora una volta assistiamo sdegnati alla
    > vergognosa pantomima, che quattro vecchie
    > cariatidi che usano ancora il grammofono, stanno
    > recitando con l'illusione di poter fermare il
    > mondo alla loro epoca ormai
    > tramontata.
    >
    > Il copyright e' una palla al piede del progresso
    > che e' necessario estirpare, ed attaccare al
    > collo a coloro che la brandiscono, prima di
    > gettarli a mare per sempre.

    concordo pienamente

    ma, cortesemente, andiamolo a dire anche a google (che oltre che evil è pure IPOCRITA) che è tra i massimi esponenti di chi si avvale e avvantaggia di copyright (anche "appropriandosi" di software libero o comunque a codice aperto) e brevetti...
    non+autenticato
  • - Scritto da: no gg
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Ancora una volta assistiamo sdegnati alla
    > > vergognosa pantomima, che quattro vecchie
    > > cariatidi che usano ancora il grammofono,
    > stanno
    > > recitando con l'illusione di poter fermare il
    > > mondo alla loro epoca ormai
    > > tramontata.
    > >
    > > Il copyright e' una palla al piede del
    > progresso
    > > che e' necessario estirpare, ed attaccare al
    > > collo a coloro che la brandiscono, prima di
    > > gettarli a mare per sempre.
    >
    > concordo pienamente
    >
    > ma, cortesemente, andiamolo a dire anche a google
    > (che oltre che evil è pure IPOCRITA) che è tra i
    > massimi esponenti di chi si avvale e avvantaggia
    > di copyright (anche "appropriandosi" di software
    > libero o comunque a codice aperto) e
    > brevetti...

    eh?
    Sgabbio
    26177
  • lungi da me difendere una multinazionale, per di più americana e che è pappa e ciccia col pentagono

    però non capisco il senso delle tue accuse

    google è stata l'unica azienda a non denunciare nessuno fino ad oggi, è stata costretta a comprarsi motorola e vari brevetti ibm per difendersi da ms e gli altri patent troll

    se parli di oracle, è solo il terzo patent troll che attacca android per cercare di spillare quattrini ( il giudice Alsup gli ha riso in faccia varie volte )

    riguardo la gpl, google non l'ha violata e anzi ha reso pubblico il suo codice e anche qualcosina in più

    attualmente nel main tree del kernel linux si trovano integrate le patch android

    quindi, cos'è che google avrebbe rubato?
    non+autenticato
  • quoto
    ma ci sono problemi culturali di fondo, come le 'immagini offensive' che tra un pochino entreranno a risringere la pubblicazione di notizie, e a restringere le già strette maglie della censura sul web, è questione di tempo, e la fonte di questo dramma culturale sono i Cattolici, e i benpensanti Americani CHE NON SONO VECCHI, attenzione non facciamo questo sbaglio, i Christians sono tanti, sono in gran parte giovani e sono pericolosi come gli estremisti islamici, sono degli idealisti de sta ceppa....
    - Scritto da: panda rossa
    > Ancora una volta assistiamo sdegnati alla
    > vergognosa pantomima, che quattro vecchie
    > cariatidi che usano ancora il grammofono, stanno
    > recitando con l'illusione di poter fermare il
    > mondo alla loro epoca ormai
    > tramontata.
    >
    > Il copyright e' una palla al piede del progresso
    > che e' necessario estirpare, ed attaccare al
    > collo a coloro che la brandiscono, prima di
    > gettarli a mare per
    > sempre.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Ancora una volta assistiamo sdegnati alla
    > vergognosa pantomima, che quattro vecchie
    > cariatidi che usano ancora il grammofono, stanno
    > recitando con l'illusione di poter fermare il
    > mondo alla loro epoca ormai
    > tramontata.
    >
    > Il copyright e' una palla al piede del progresso
    > che e' necessario estirpare, ed attaccare al
    > collo a coloro che la brandiscono, prima di
    > gettarli a mare per
    > sempre.
    Ancora molta confusione, il progresso non va mai fermato anche quando si sospetta non porterà cose buone. Quello che va impedita è invece l'illegalità diffusa, che nulla ha a che fare con il progresso. Il progresso è vedere un film come preferisci:cinema, dvd, pay tv, streaming ecc ma LEGALI. Ti basterà aggiungere questa semplice parola al tuo progresso e darai segno di aver capito qualcosa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allinito
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Ancora una volta assistiamo sdegnati alla
    > > vergognosa pantomima, che quattro vecchie
    > > cariatidi che usano ancora il grammofono, stanno
    > > recitando con l'illusione di poter fermare il
    > > mondo alla loro epoca ormai
    > > tramontata.
    > >
    > > Il copyright e' una palla al piede del progresso
    > > che e' necessario estirpare, ed attaccare al
    > > collo a coloro che la brandiscono, prima di
    > > gettarli a mare per
    > > sempre.
    > Ancora molta confusione, il progresso non va mai
    > fermato anche quando si sospetta non porterà cose
    > buone. Quello che va impedita è invece
    > l'illegalità diffusa, che nulla ha a che fare con
    > il progresso. Il progresso è vedere un film come
    > preferisci:cinema, dvd, pay tv, streaming ecc ma
    > LEGALI. Ti basterà aggiungere questa semplice
    > parola al tuo progresso e darai segno di aver
    > capito
    > qualcosa.

    Le leggi anacronistiche vengono abrogate.
    Come quella sul servizio militare, per esempio...
    La legge che dici tu, oggi non ha alcuna ragione di esistere e serve solo per tenere in vita uan sparuta lobby di inutili parassiti, che, guarda caso sono proprio quelli che continuano a farsi scudo di questa legge fasulla ed inutile.