Cristiano Vaccarella

Spagna, Volvo mette in strada auto senza pilota

Il primo test ufficiale su un'autostrada iberica delle auto svedesi senza conducente è stato completato senza intoppi. Il progetto è finanziato anche con fondi europei

Roma - Il progetto SARTRE (Safe Road Trains for the Environment) ha fatto registrare un buon successo nel suo primo test ufficiale su strada. Tre Volvo senza conducente sono riuscite a percorrere circa 200km su un'autostrada spagnola senza intralciare in alcun modo la circolazione dei veicoli tradizionali.

Avviato nel 2009, il progetto si basa su un convoglio di automobili autonome che funzionano senza conducente, ma con la vettura di testa in questo esperimento guidata da un pilota professionista. Le altre auto sono collegate ad essa tramite una connessione wireless creata mediante l'uso di telecamere, sensori radar e sistemi di guida laser che monitorano costantemente velocità e direzione di marcia, indicando al computer di bordo quando è il momento esatto per accelerare, rallentare e svoltare.

Finora le prove del test erano state realizzate solo sul tracciato privato di Volvo in Svezia - per un totale di 10mila chilometri percorsi - e c'era quindi un po' di timore per la prima prova "vera" su un'autostrada in condizioni normali di traffico: la velocità media è stata mantenuta costante (50 miglia orarie, pari a 80,5km/h) con 6 metri di distanza fra una vettura e l'altra. I dati finali hanno rilevato che automobili dotate di questa tecnologia sono potenzialmente in grado di ridurre le emissioni di carburante fino al 20 per cento rispetto a quelle tradizionali.
"La vera particolarità è che queste auto sono in tutto e per tutto simili a quelle normali - dichiara la responsabile per Volvo del progetto SARTRE, Linda Wahlström - l'unica differenza sta nella rete wireless che si crea tra i mezzi che compongono il convoglio". "È filato tutto liscio, nonostante ci fossero parecchie pendenze sul tratto di strada, un clima piuttosto ventilato e molto traffico - dice Eric Chan, capo ingegnere di Ricardo, una delle aziende promotrici di SARTRE - Mi ha sorpreso la perfetta funzionalità del software di gestione anche in condizioni critiche come queste. Le premesse sono positive, è la dimostrazione che questo progetto potrà riuscire".

L'obiettivo di SARTRE, finanziato dalla Commissione Europea, è migliorare la sicurezza della guida su strada e appunto ridurre l'inquinamento. La strategia di SARTRE garantisce un vantaggio: non impone la modifica delle infrastrutture esistenti, riducendo i costi necessari alla sua introduzione su larga scala.

Nelle intenzioni dei promotori del progetto c'è comunque prima di tutto la speranza di porre un freno agli incidenti stradali: affidando la guida del mezzo di testa a un pilota esperto, gli automobilisti (a questo punto, semplici passeggeri) al seguito sarebbero liberi di controllare i loro telefoni, cambiare il CD del loro lettore o leggere il giornale o un libro senza doversi preoccupare della guida.

Cristiano Vaccarella
Notizie collegate
16 Commenti alla Notizia Spagna, Volvo mette in strada auto senza pilota
Ordina
  • Quando leggo queste cose mi viene la nausea,
    penso ai malati negli ospedali dotati di attrezzature di 50 anni fa...alla ricerca medica relegata in un angolino...
    Ok, investiamo tutte le risorse sulle automobili, che diventeranno fantascientifiche: quando staremo male (e prima o poi questo capita a tutti...anche agli intelligentoni delle auto...)ci porteranno all'ospedale più vicino in un secondo...dopodichè appena scesi dall'auto vedremo davanti a noi il cartello dell'ospedale: ascensore rotto, scale inagibili, per salire servirsi della corda...
    non+autenticato
  • - Scritto da: tino lino
    > Quando leggo queste cose mi viene la nausea,
    > penso ai malati negli ospedali dotati di
    > attrezzature di 50 anni fa...alla ricerca medica
    > relegata in un angolino...
    > Ok, investiamo tutte le risorse sulle automobili,
    > che diventeranno fantascientifiche: quando
    > staremo male (e prima o poi questo capita a
    > tutti...anche agli intelligentoni delle
    > auto...)ci porteranno all'ospedale più vicino in
    > un secondo...dopodichè appena scesi dall'auto
    > vedremo davanti a noi il cartello dell'ospedale:
    > ascensore rotto, scale inagibili, per salire
    > servirsi della corda...

    Beh, puoi suggerire alla volvo di aprire un ospedale no ?
    krane
    22544
  • e le distanze di sicurezza? Cosi se quello davanti tampona tutti gli altri se lo inculano allegramente, vabbe pero in effetti cosi si risparmia carburanteCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • - Scritto da: trollolo
    > e le distanze di sicurezza? Cosi se quello
    > davanti tampona tutti gli altri se lo inculano
    > allegramente, vabbe pero in effetti cosi si
    > risparmia carburante

    Guarda che un computer ha tempi di reazione un tantino più rapidi dei tuoiCon la lingua fuori
    Funz
    13021
  • - Scritto da: Funz
    > - Scritto da: trollolo
    > > e le distanze di sicurezza? Cosi se quello
    > > davanti tampona tutti gli altri se lo
    > inculano
    > > allegramente, vabbe pero in effetti cosi si
    > > risparmia carburante
    >
    > Guarda che un computer ha tempi di reazione un
    > tantino più rapidi dei tuoi
    >Con la lingua fuori

    Il computer puo' anche prevedere il futuro e frenare addirittura prima che la macchina davanti inchiodi, ma a 80 Km/h vai a sbattere comunque se stai a quella distanza li'.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Funz
    > > - Scritto da: trollolo
    > > > e le distanze di sicurezza? Cosi se
    > quello
    > > > davanti tampona tutti gli altri se lo
    > > inculano
    > > > allegramente, vabbe pero in effetti
    > cosi
    > si
    > > > risparmia carburante
    > >
    > > Guarda che un computer ha tempi di reazione
    > un
    > > tantino più rapidi dei tuoi
    > >Con la lingua fuori
    >
    > Il computer puo' anche prevedere il futuro e
    > frenare addirittura prima che la macchina davanti
    > inchiodi, ma a 80 Km/h vai a sbattere comunque se
    > stai a quella distanza li'.

    Magari il computer getta l'ancora, apre il paracadute ed estrae le radici per in inchiodare il tempo... Ah gia... Chiama anche l'ambulanza perche' al conducente sono uscite le ossa nella manovra.
    krane
    22544
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Funz
    > > - Scritto da: trollolo
    > > > e le distanze di sicurezza? Cosi se
    > quello
    > > > davanti tampona tutti gli altri se lo
    > > inculano
    > > > allegramente, vabbe pero in effetti
    > cosi
    > si
    > > > risparmia carburante
    > >
    > > Guarda che un computer ha tempi di reazione
    > un
    > > tantino più rapidi dei tuoi
    > >Con la lingua fuori
    >
    > Il computer puo' anche prevedere il futuro e
    > frenare addirittura prima che la macchina davanti
    > inchiodi, ma a 80 Km/h vai a sbattere comunque se
    > stai a quella distanza
    > li'.

    Non ci siamo capiti.
    Visto che tutte le auto incolonnate frenano contemporaneamente meno il lag di trasmissione del segnale dalla prima alle altre, quale sarebbe il problema?
    A meno che in fondo alla colonna non mettano un TIR con lunghezza di frenata tripla, ma non mi pare una soluzione furbaA bocca aperta
    Funz
    13021
  • - Scritto da: Funz

    > Non ci siamo capiti.
    > Visto che tutte le auto incolonnate frenano
    > contemporaneamente meno il lag di trasmissione
    > del segnale dalla prima alle altre, quale sarebbe
    > il problema?

    Questo.
    Clicca per vedere le dimensioni originali

    > A meno che in fondo alla colonna non mettano un
    > TIR con lunghezza di frenata tripla,

    Tra l'altro. Non ho considerato questo particolare.

    > ma non mi
    > pare una soluzione furba
    >A bocca aperta

    La distanza di sicurezza e' un concetto matematico.
    Nel 100% dei casi di tamponamento c'e' sempre una distanza di sicurezza non rispettata.
  • - Scritto da: panda rossa

    > La distanza di sicurezza e' un concetto
    > matematico.
    > Nel 100% dei casi di tamponamento c'e' sempre una
    > distanza di sicurezza non
    > rispettata.

    Infatti, la distanza di sicurezza è diversa (e minore) dello spazio di frenata. Le macchine del convoglio per frenare impiegheranno sicuramente più di 6 metri, ma se iniziano a frenare contemporaneamente e con la stessa "intensità", non si tamponeranno di certo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Funz
    >
    > > Non ci siamo capiti.
    > > Visto che tutte le auto incolonnate frenano
    > > contemporaneamente meno il lag di
    > trasmissione
    > > del segnale dalla prima alle altre, quale
    > sarebbe
    > > il problema?
    >
    > Questo.
    > [img]http://www.radiobombo.it/photos/journals/Noti
    >
    > > A meno che in fondo alla colonna non mettano
    > un
    > > TIR con lunghezza di frenata tripla,
    >
    > Tra l'altro. Non ho considerato questo
    > particolare.
    >
    > > ma non mi
    > > pare una soluzione furba
    > >A bocca aperta
    >
    > La distanza di sicurezza e' un concetto
    > matematico.
    > Nel 100% dei casi di tamponamento c'e' sempre una
    > distanza di sicurezza non
    > rispettata.

    continui a non capire che qui non c'è intervento umano, ma una fila di auto computerizzate che si muovono all'unisono. 6 metri sono giusto per sicurezza, teoricamente potrebbero stare quasi incollate una all'altra....
    Funz
    13021
  • bello ogni tanto trovare qualcuno che faccia un lavoro più inutile (o, almeno, più stupido) del mio:
    il creatore di acronimi

    chissà quanto prendono...

    Riguardo l'articolo: io ho sempre comprato (e comprerò sempre) auto usate che non costino più di 4-5000 euro. Il giorno che mi prenderò un'auto nuova dovrà essere elettrica (magari alimentata a celle combustibili ad idrogeno) e dovrà guidare da sola.
    Spendere 10-15-20 mila euro per termosifone scintillante mi pare troppo.
  • 200 km?? guardate la google car quanti km ha fatto in giro per gli Stati Uniti! se solo si condividessero le informazioni invece di fare la gara a chi reinventa la ruota ogni volta..
    non+autenticato
  • - Scritto da: pul
    > 200 km?? guardate la google car quanti km ha
    > fatto in giro per gli Stati Uniti! se solo si
    > condividessero le informazioni invece di fare la
    > gara a chi reinventa la ruota ogni
    > volta..
    basta versare tanti $$$ e puoi condividere tutto quello che vuoiOcchiolino
    non+autenticato
  • quoto! poi scusa AUTOSTRADA a 80 km/h con il solo compito di seguire un'auto pilotata da un umano??? e questo CXXXO serve???
    non+autenticato
  • E questi http://viac.vislab.it/ che ne hanno fatti 15000, senza 'safety car' in testa?
    non+autenticato
  • - Scritto da: pul
    > 200 km?? guardate la google car quanti km ha
    > fatto in giro per gli Stati Uniti!

    Tra questo e il progetto VIAC, mi sembra che il progetto Volvo sia invecchiato di colpo prima ancora di fare il primo test su strada.


    > se solo si
    > condividessero le informazioni invece di fare la
    > gara a chi reinventa la ruota ogni volta..

    Non posso che concordare.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 31 maggio 2012 15.21
    -----------------------------------------------------------