Claudio Tamburrino

Apple fa shopping in Emilia

Cupertino si mette in saccoccia Redmatica, azienda di Correggio che lavora su software e app per la musica digitale

Roma -Apple ha acquistato alcune parti della startup italiana Redmatica.

Si tratta di un'azienda con sede a Correggio (Reggio Emilia) fondata nel 2004 da Andrea Gozzi e che produce software e applicazioni per la musica digitale, come Keymap Pro e AutoSample, che permettono di registrare, mixare e riprodurre la musica digitale.

Essendo una piccola startup evidentemente l'interesse di Cupertino non va al fatturato (ha chiuso il 2011 con cifre inferiori ai 100mila euro e un utile di 25,731 euro) ma al know-how. D'altra parte Apple ha acquistato solo alcune delle attività e delle risorse di Redmatica: di queste otterrà i software, i diritti di proprietà intellettuale e i contratti di licenza ad esse collegati, nonché la divisione che si occupa della ricerca e dello sviluppo di nuovi programmi.
A dare la notizia è il bollettino pubblicato settimanalmente dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM): le parti non hanno invece ancora commentato l'operazione.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
21 Commenti alla Notizia Apple fa shopping in Emilia
Ordina
  • Ecco come gli italiani si svendono agli stranieri... ovviamente se c'è un minimo di possibilità che qualcosa di buono nasca in italia, ecco che arrivano GLI AMERICANI e ti comprano l'intera azienda..Risultato: cervelli italiani che faranno incassare altri milioni di euro a già stramiliardari stranieri...
    Che tristezza...siamo proprio messi male..
    non+autenticato
  • ma soprattutto non hanno comprato ruppoloA bocca aperta

    vuol dire che per loro vale più una software house del genere che un astroturfer professionista Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Ruppolo lo compreranno, quando hanno bisogno di una persona che parli bene di Apple nei forum.....

    Per il momento.. con tutti i fanboty che hanno... non ne hanno bisogno.....
    non+autenticato
  • Si ma di Emili Fedi c'è ne sono pochissimi, peccato lasciarselo sfuggire, io al, posto loro, lo comprerei.
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > ma soprattutto non hanno comprato ruppoloA bocca aperta

    Nei sei sicuro?A bocca aperta
    ruppolo
    33147
  • Ma scusa.... non credi che gli inventori non si siano messi in saccoccia un bel po' di soldini.....

    E poi.... basta non comprare software Apple... e non li fai arrichire per nulla....

    Io farei lo stesso.... se l'offerta che mi fanno è consona e in linea con le mie aspettative.... magari... i soldi che mi offrono, non li avrei mai guadagnati, restando nel mio piccolo....

    Apriamo le menti.... non pensiamo a senso unico....
    E' vero che Apple è il male.... (lo penso anche io).... però pensiamo anche a chi ha sviluppato il software... che sarà sicuramente contento... altrimenti non avrebbe venduto.... d'altronde non sei mica obbligato !!!!
    non+autenticato
  • Quindi chi parte da aziendina (quindi nel giusto perchè guadagna poco) e diventa apple è una mala azienda? Io penso che chi ha distrutto il mercato è chi purchè non fa niente di buono si arricchisce lo stesso (spesso queste aziende sono in italia e mangiano alle spalle dello stato e dei cittadini..)
    non sono un fanboy però se un'azienda anno dopo anno tira fuori dei prodotti che (utilizzando le menti mondiali, vedi acquisto..) vengono approvati dal mercato, mi sentirei orgoglioso di essere stato notato e condiderato da un'azienda del genere (soprattutto perchè per comprare bisogna che chi chi vende sia daccordo)
    non+autenticato
  • Son d'accordo. Infatti secondo me il problema di fondo è che è solo un'acquisizione e basta. Se la Apple mi notasse, sarei orgoglioso, tuttavia preferirei che mi offrisse una partnership e quindi lavoro da fare e contratti, piuttosto che fagocitarmi e fare di me ciò che vuole.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MaPietru
    > preferirei che mi offrisse una partnership e
    > quindi lavoro da fare e contratti, piuttosto che
    > fagocitarmi e fare di me ciò che
    > vuole.

    Anche io preferirei così.
    Questa cosa mi fa venire in mente quella che secondo me è stata una tranvata per Facebook: l’acquisizione della piccola Push Pop Press, quella che ha realizzato il libro “Our choice” di Al Gore e relativa piattaforma software.
    Si legge che Jobs aveva messo in guardia la Push Pop Press (Matas e altri hanno lavorato in Apple per anni) sul non investire troppo nel mettere in piedi il loro sistema di publishing. Di lì a poco sono stati acquisiti/si sono fatti acquisire da FaceBook e qualche mese dopo è stato annunciato iBooks Author che è proprio un editor per libri in stile Our choice.
    Teo_
    2640
  • - Scritto da: MaPietru
    > Son d'accordo. Infatti secondo me il problema di
    > fondo è che è solo un'acquisizione e basta. Se la
    > Apple mi notasse, sarei orgoglioso, tuttavia
    > preferirei che mi offrisse una partnership e
    > quindi lavoro da fare e contratti, piuttosto che
    > fagocitarmi e fare di me ciò che
    > vuole.

    Ma tu pensi gli hanno comprato il prodotto?
    Quell'"Azienda" sarà composta dal titolare e basta. Massimo una segretaria.
    L'hanno comprata per acquisire lo sviluppatore.
    Scommetto che il tipo sta già preparando le valigie per Cupertino.
  • - Scritto da: Struppolo
    > E' vero che Apple è il male....

    Tieni confusione in testa.

    Apple è quella azienda che ha permesso a te e a tutti noi di avere il personal computer e tutto quello che ne è seguito.
    ruppolo
    33147