Claudio Tamburrino

SETI, nuova chiamata senza risposta

Nuove tecnologie per i cacciatori di alieni. Che restano tuttavia ancora senza segnali incoraggianti

Roma - Come racconta uno studio che verrà pubblicato sull'Astronimical Journal, gli astronomi australiani stanno impiegando una nuova tecnica per l'interferometria per la ricerca di vita extra-terrestre nell'ambito del progetto SETI (Search for Extra-Terrestrial Intelligence).

Il nuovo sistema impiegato dai ricercatori si chiama Very Long Baseline Interferometry (VLBI) e permette di distinguere tra rumori extra-terrestri e interferenze generate dalle frequenze radio umane.

Il suo primo utilizzo, sperimentale, è stato effettuato puntando verso il sistema stellare Gliese 581, molto promettente dal momento che gli scienziati vi avevano già individuato un pianeta considerato ospitale per la vita e per questo ribattezzato "nuova Terra", il pianeta Gliese 581d.
Nonostante siano stati registrati diversi segnali, finora sono stati ricondotti tutti ad altri fattori o e non alla presenza di vita extra-terrestre, lasciando per il momento gli scienziati con uno strumento in più e un punto in meno dell'infinito universo da guardare nella speranza che ci sia vita oltre all'uomo.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
19 Commenti alla Notizia SETI, nuova chiamata senza risposta
Ordina
  • Investire tutte queste risorse in cose inutili... mah
    E se ce la facessero sul serio ? Cosa troverebbero gli alieni ? Una civiltà dove ci sono guerre, genocidi, bambini che muoiono di fame; mentre in altre parti del pianeta si fanno le cene a base di burlesque e si gioca a lanciare messaggi nello spazio.
    Prima di cercare di conoscere civiltà aliene, mi sforzerei di essere più presentabile.
  • - Scritto da: saverio_ve
    > Investire tutte queste risorse in cose inutili...
    > mah
    > E se ce la facessero sul serio ? Cosa
    > troverebbero gli alieni ? Una civiltà dove ci
    > sono guerre, genocidi, bambini che muoiono di
    > fame; mentre in altre parti del pianeta si fanno
    > le cene a base di burlesque e si gioca a lanciare
    > messaggi nello
    > spazio.
    > Prima di cercare di conoscere civiltà aliene, mi
    > sforzerei di essere più
    > presentabile.

    "La prova dell'esistenza di vita intelligente nello spazio è che non ha mai cercato di contattarci"
    Bill Watterson, genioA bocca aperta
    Funz
    12988
  • Fin dalla sua nascita il SETI ha presentato il fianco alle più diverse interpretazioni,le opinioni e i pareri personali di tutti quindi scorrono a fiumi.Mi riesce difficile considerarlo inutile,non fosse altro per il calcolo distribuito,una realtà costruita propio dal SETI con il quale collaborare a progetti di ricerca nei più svariati ambiti.Basta procurarsi l'apposito programma e il gioco e fatto,si può contrbuire al SETI o a un qualsiasi altro progetto di ricerca.Anche in campo tecnologico il SETI è all'avanguardia,al punto che l'esercito militare americano ha cominciato a dimostrare qualche interesse,per motivi diametralmente opposti ovviamente,il SETI dal canto suo non può opporre rifiuto più di tanto,vuoi per un discorso di soldi,che comunque la si pensi ci vogliono,vuoi perchè un netto rifiuto potrebbe comportare un atto di forza da parte dell'esercito e chissà con quali conseguenze magari la chiusura totale dell'intero progetto.Quindi chiariamo subito un concetto:è l'esercito militare che ha cercato il SETI,non il contrario,il SETI non ha mai fatto parte di un organo militare.Speriamo solo che il SETI non si faccia scippare la propia tecnologia per scopi meramente militari.Giustamente è stato fatto notare che viviamo in un mondo dove prevalgono guerre,genocidi,e senza andare tanto lontano,cè anche il vicino di casa che ti può accoppare in qualsiasi momento,o che si spendono miliardi di euro per un torneo di calcio in piena crisi economica,dove le nazioni che vi partecipano sono tutte a rischio fallimento,e non si investe un centesimo per le popolazioni che muoiono di fame o delle malattie più assurde,o che comunque dalle nostre non esistono più.Giusto,giustissimo,parole sacrosante,ma non credo che il SETI possa essere accusato di essere causa di tutto ciò,è un progetto in cui ci si può credere o meno,ma alla fine il SETI è solo uno dei tanti modi di fare ricerca,e tutta la ricerca in un modo o nell'altro si accomuna e in modi che non immaginiamo neanche,con un unico obbiettivo,il futuro.Ecco,io il SETI lo vedo in prospettiva futura,per quelle generazioni che verranno e che sicuramente potranno confrontarsi con una tecnologia più evoluta di quella attuale e che porterà sicuramente enormi vantaggi anche in altre ricerche.Però,secondo me,anche il vedere sempre e solo i lati negativi del genere umano non aiuta molto,considerando che nella ricerca,a livello mondiale,ci sono persone che lavorano concretamente per risolvere i problemi dell'umanità,anche se poi la realtà è che servirebbe anche dell'impegno politico,perchè comunque la ricerca non può tutto.Un altra cosa e concludo.
    Anche il mettersi davanti a un pc per criticare e basta,sinceramente,non mi sembra una gran prova di intelligenza,non tanto di fronte a un eventuale civiltà aliena,che,per inciso,potrebbe pure essere peggio di noi mentalmente parlando,ma anche e sopratutto verso i propi simili.Forse un modo per essere presentabili potrebbe essere un pò di volontariato,informatico o sul campo....secondo me potrebbe funzionare:))
    non+autenticato
  • che sia positivo ? Abbiamo già abbastanza problemi e adesso vogliamo caricarci pure gli alieni ?
    Guardate che ora il SETI ha finalità militari ...

    http://scienze.liquida.it/focus/2012/01/31/riapre-.../

    tanto per cominciare.Sorride
    non+autenticato
  • Tranquilli... tranquilli... a suo tempo arriveremo... e quando arriveremo desidererete non averci mai incontrati... piccoli sorci terrestri!
  • C'è lo scienziato Puffo Burlone che fa gli scherzi con gli enigmi sul grano!
    Sorpresa
    E così SETI non trova nulla...Triste

    Ma a parte gli scherzi, non è possibile che una civiltà conosca anche le modalità per viaggiare nello spazio in modi differenti da quello che comunemente conosciamo?
    Se un antico romano, o anche un personaggio del medioevo vedessero volare i caccia o i droni a cosa penserebbero?
    A) Che sono allucinazioni.
    B) Che sono Dei che volano o Angeli sui loro carri.
    C) Che sono scherzi di vecchietti burloni.
    Newbie, inesperto
  • Scusate ma non avevano già risposto a Chilbolton?

    iRoby
    8357
  • Ah vabbè risposta consistente quella del CICAP...
    Ma per cortesia, ma l'hai letta bene?
    iRoby
    8357
  • Era giusto riportare anche la versione del CICAP per completezza d'informazione... poi ognuno è libero di credere a quel che vuole.
    Personalmente ho ancora forti dubbi...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)