Roberto Pulito

Canon EOS 650D, reflex touch con pių video

Autofocus continuo, display touchscreen e processore di ultima generazione per la nuova DSLR consumer della casa nipponica. Che sfoggia nuove ottiche e nuove funzioni pensate per i videoamatori

Roma - A pochi mesi di distanza dalla 5D Mark III, Canon lancia sul mercato una nuova reflex dalle caratteristiche innovative. La EOS 650D è dedicata alla fascia consumer ma è comunque la prima SLR ad includere ad utilizzare un display touchscreen.

Il mirino a pentaprisma offre una copertura del 95 per cento dell'inquadratura e la macchina, che in USA e Giappone si chiama Rebel T4i, si presenta con un sistema di messa a fuoco continua (hybrid AF) utilizzabile anche durante la registrazione dei filmati e nella modalità di scatto Live View. La definizione massima per i video è 1080P (30fps) mentre la velocità per le foto a raffica è di 5 fotogrammi al secondo.

Il nuovo sensore CMOS da 18 megapixel lavora in coppia con il processore d'immagine DIGIC 5 a 14 bit, lo stesso utilizzato nelle reflex professionali. Il range della sensibilità spazia da 100 a 12800 ISO (espandibile fino a 25600 ISO) ma la Rebel include anche effetti e funzioni speciali (tra HDR, Multi Noise Reduction e Handheld Night Scene) che aiutano a scattare la foto perfetta senza passare dal computer per i ritocchi. Lo slot di memoria accetta schede SD, SDHC e SDXC.

Rispetto alla EOS 600, il touchscreen viene promosso come sistema per gestire qualunque tipo di opzione e la nuova Canon propone un display LCD orientabile da 3 pollici, con una risoluzione di 1,04 milioni di punti, che supporta slide e pitch-to-zoom. La 650D dichiara un peso di 575 grammi, includendo la batteria al litio che consente circa 440 scatti.

Per il prezzo di listino si parla di 860 euro, versione solo corpo, ma da qui a luglio debutteranno anche due nuove ottiche "stepping motor" (EF 40mm f/2.8 STM ed EF-S 18-135mm f/3.5-5.6 IS STM) vendute rispettivamente a 560 e 270 euro, che si avvantaggiano del nuovo sistema di autofocus per migliorare le prestazioni in fase di ripresa video.

Roberto Pulito
Notizie collegate
11 Commenti alla Notizia Canon EOS 650D, reflex touch con pių video
Ordina
  • Da poco sono in commercio 2 nuove Canon da 50 MP, la 5DS e la 5DS R. Ho da poco acquistato una Nikon D800 (che fa immagini monumentali come dice la casa). Ebbene non mi fanno gola le 2 Canon nuove. 36 MP soddisfano pienamente le mie esigenze, ricordo le prime reflex di queste 2 famose case, si arrivava a 6 MP, le primissime erano di 4 MP e costavano un patrimonio.
    Mi chiedo: a quanti MP arriveremo su una Full Frame? 100? 200?? Quando finirà questa corsa? Il mio modesto pensiero è questo: forse arriveremo a 200 MP, e poi? Penso: saranno in vendita delle fotocamere fino a 200 MP (reflex con sensore 24x36), poi la corsa sarà orientata alla riduzione del sensore mantenendo la qualità del 24x36. Avremo macchine più piccole e leggere con la stessa qualità dei mostri che ci stanno proponendo adesso. Migliorerà la componentistica elettronica, avremo degli otturatori velocissimi, non più meccanici, miglioreranno sicuramente anche gli stabilizzatori di immagine, le ottiche saranno ridotte e più luminose e via dicendo. Conclusioni: Acquisterò la prossima reflex digitale tra 10 anni quando la tecnologia, che non smetterà mai di correre, sarà in grado di inserirmi una macchina fotografica invisibile da 200 MP al centro dei miei occhiali.
    Sergio
    non+autenticato
  • Canon 650D con 15-85 o 17-55. Il resto non conta. ( A parte le eos 5d mk3 )
    non+autenticato
  • sapete una cosa, la tecnologia che noi compriamo come ultima generazione è già superata da parecchio tempo, e solo una questione di mercato cioe solo per vendere per intenderci. i veri salti di qualità sostanziale sono veramente pochi,certo almeno canon non spera machine con sensori con migliardi di pixel che accontentano chi ti foto ne capisce veramente poco. Diciamo sono un pò più seri delle altre marche (vedi nikon degli ultimi tempi). Che strano però nikon non aveva mai usato questi strattagemmi anzi proprio con i pixel ci andava bassa, cosa sarà sucesso forse e arrivato un altra guida più sfrontata ma.......
    non+autenticato
  • Può avere tutte le grazie dell'ultima tecnologia, ma resta sempre un formato APS-C. Il pieno formato è un'altra cosa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luigi Giancipoli
    > Può avere tutte le grazie dell'ultima tecnologia,
    > ma resta sempre un formato APS-C. Il pieno
    > formato è un'altra
    > cosa.

    Sì, però con dimensioni diverse, peso diverso e prezzo MOLTO diverso.
    non+autenticato
  • ok per il sensore digic 5 a 14 bit,su questo non si discute, ma chi scatta a 12.800 iso, ma se già una full frame riga dritto a 1600iso a 3200iso già meno corregetemi se sbaglio test d800 con 36,3 megapixel, e con le lenti giuste che si vede la differenza, poi la 650d e tutto marketing, a me personalmente una reflex touch mi toglie già l essenza di una reflex poi 18 megapixel o per farla meglio 24 milioni d3200 mi sembrano ridicoli ora tocca a nikon col touch screen, tempo a tempo magari ci sfornano una 50 milioni di pixel il prossimo mese,ricordiamoci che la d4 ne ha 16,2 megapixel ed è una signora ff pure quella maaa..
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)