Claudio Tamburrino

Clang, la spada nel crowdsourcing

Su Kickstarter il progetto di un simulatore per riprodurre fedelmente diverse tecniche spadaccine. Con dietro un ideatore d'eccezione

Roma - Fra i vari progetti al momento in cerca di finanziamento sulla piattaforma di crowdsourcing Kickstarter, ve ne è uno che ha saputo attirare l'attenzione degli osservatori sia per la facile presa che ha sui geek, sia per il nome che vi è dietro.

Il progetto in questione si chiama "Clang" e ha l'ambizioso obiettivo di creare un videogame in grado di offrire una reale e quanto più possibile fedele riproduzione di un duello con la spada, senza ricorrere a sequenze di tasti da schiacciare meccanicamente.

L'idea di Clang è quella di iniziare con un gioco in cui si utilizza una spada lunga a due mani con tecniche base da combattimento medievale (blocco, parate, affondi più semplici), per poi arrivare nelle versioni successive a limare il sistema di controllo per introdurre diverse tecniche di scherma, che possa permettere di adattarlo a diverse ambientazioni.
Oltre al fascino della spada e dei duelli, nonché al connaturato rischio dell'ironia involontaria in stile Star Wars Kid, Clang può sfoderare un'arma importante: promotore del progetto in cerca di fondi è l'autore di fantascienza Neal Stephenson, che ha anche realizzato alcuni video per spiegare la sua idea.



Oltre al fascino dell'idea, ai possibili contributori Stephenson offre una serie di incentivi commisurati alla quota versata: da un poster autografato, a contenuti extra, a manuale con i contenuti grafici, fino alla possibilità di vedere da vicino la nascita del videogame e a ottenere una spada vera.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
4 Commenti alla Notizia Clang, la spada nel crowdsourcing
Ordina