Gabriella Tesoro

Il sesso sconvolge Habbo Hotel

Un'emittente UK rivela chat a sfondo erotico e comportamenti non adatti a un pubblico da minorenni. Gli investitori si sfilano. L'azienda promette maggiori controlli

Roma - Un coacervo di predatori. Questa pesantissima accusa si è abbattuta su Habbo, il social network per teenager di proprietà dell'azienda finalndese Sulake. Tutto è nato da un'inchiesta della rete televisiva britannica Channel 4 che ha messo in luce come gli utenti del sito utilizzino un linguaggio esplicitamente sessuale.

Rachel Seifert, una delle produttrici del canale, ha utilizzato Habbo per due mesi fingendosi una ragazzina di 13 anni. A detta della donna, che nel giro di due minuti è stata coinvolta in conversazioni dal contenuto chiaramente sessuale, la chat del sito è "perversa, violenta e pornografica".

Secondo Sulake, Habbo vanterebbe 268 milioni di utenti registrati e nove milioni di visitatori al mese. Con un giro di investimenti pari a 35 milioni di euro, il sito è disponibile in 11 lingue ed è attivo in 150 paesi del mondo. Il 65 per cento degli iscritti ha un'età compresa tra i 13 e i 16 anni ma, come in tutti i social network, è molto facile falsificare la propria identità. Basti pensare che le cronache riportano che lo scorso anno un giovane di 21 anni è stato condannato a sette anni di carcere dopo aver ammesso di aver abusato di alcune ragazzine incontrate su Habbo.
Nel settembre dello scorso anno, con l'arrivo del nuovo CEO Paul LaFontaine, era stata migliorata la capacità di reazione alle segnalazioni di materiale inappropriato ma, come hanno ribadito gli addetti ai lavori, si tratta di problemi ereditari, se non addirittura "sistemici".

Nel frattempo su Habbo cominciano ad abbattersi le prime conseguenze dello scandalo: Balderton Capital, la seconda più grande azionista di Sulake, ha restituito all'azienda finlandese il suo 13 per cento delle azioni. Balderton Capital, che finanziava Sulake da otto anni, si è detta profondamente "scioccata" per essere stata coinvolta in un business dove i bambini "non vengono adeguatamente protetti". La scelta di Balderton è stata definita da un imprenditore di Londra come "il più vile atto di lavarsi le mani che io abbia mai visto fare da un investitore". Al contrario, l'azienda 3i, che con una quota del 15 per cento rappresenta il più grande investitore di Sulake, ha dichiarato di voler mantenere l'impegno con l'azienda finlandese.

Dal canto suo Paul LaFontaine, definitosi "incredibilmente preoccupato", ha avviato un'indagine e ha promesso maggiori controlli e un rafforzamento della sicurezza. Il CEO si è detto inoltre "dispiaciuto" della decisione di Balderton, ma ha ribadito che la sua maggiore priorità, al momento, è affrontare i problemi messi in luce da Channel 4.

Habbo ha infine preso una drastica decisione: "silenziare" il sito nel corso delle indagini. Questo significa che, se un utente utilizzerà parole che un moderatore considera offensive o inappropriate, scatterà automaticamente il "silenziatore" e l'utente non potrà comunicare per circa dieci minuti.

Gabriella Tesoro
Notizie collegate
28 Commenti alla Notizia Il sesso sconvolge Habbo Hotel
Ordina
  • salve a tutti, ho 55 anni e vorrei lasciarvi il mio pensiero, se gradito...vi dico subito che capisco godmars, o meglio ne capisco i principi, data la mia esperienza sul campo, ma non li posso condividere proprio per l'esperienza fatta prima di persona ( ho ricordi vivissimi dei miei 13 anni...caro godmars, dimmi se tu a quell'età non ti ammazzavi di s***e come me e come tutti...! e dai...! )e poi come padre di un figlio che ha fatto tutti i percorsi che farebbe qualunque adolescente, dalle prime masturbazioni alla scoperta dell'altro sesso..! mio figlio ha perso 2 anni di scuola superiore perchè usciva regolarmente di casa con lo zainetto e il motorino però andava ad infilarsi tra le lenzuola di una ragazzina con genitori molto moderni, diciamo così e...vai di sesso!! quando l'ho saputo, gli ho semplicemente detto: se non vuoi studiare, ti aiuto a cercarti un lavoro, oppure puoi vederti con la ragazzina dopo la scuola, come fanno tutti...forse lui mi temeva invece è rimasto sorpreso della mia disponibilità nell'accettare la sua mancanza anche di rispetto ( mi ha preso per il culo per quasi due anni! scemo io, ovvio..)ma siccome non sono mai stato cieco o finto-perbenista-ottuso, sapevo benissimo che a 14 anni ( ed anche prima, io ho scoperto il sesso a 12..)il sesso entra PREPOTENTEMENTE nella tua vita, quindi per quale motivo avrei dovuto punire severamente un ragazzino cui neppure un terremoto avrebbe inibito le pulsioni sessuali? piuttosto ho cercato di responsabilizzarlo, istruirlo su come " seguire " la propria natura evolutiva senza commettere sciocchezze e ho ottenuto il doppio risultato di " ritrovare " un figlio, e fargli prendere il diploma senza fatica....poi sono cmq d'accordo in generale, che bisogna limitare i giovani all'esposizione alla pornografia e alle cattive abitudini in genere, ma questo a prtescindere dal sesso, il sesso è bello e deve essere vissuto quando arriva il proprio momento senza traumi, senza inutili limitazioni bigotte e anacronistiche...e noi genitori DOBBIAMO controllare un minimo le chat, anche per stare al passo con i tempi...ciao a tutti...
  • Io quando ero piccola mi9 iscrissi ad Habbo, e sinceramente non sembrava nulla di che, non vedevo nemmeno quei "Velo mostro in web cam" oppure "Mi mostro nuda per 1 solo credito"...
    Purtroppo c'è quella gente che per dei soldi (FINTI per di più) danno il loro corpo.
    Sta di fatto che dopo qualche anno tornai su Habbo perché non sapevo che fare. In quella chatroom avevo conosciuto ragazzi simpaticin e magari pensare di risentirli mi rendeva felici (Ci sentivamo su MSN e Facebook, ma stavano più tempo su Habbo, pensavo quindi che fossero quasi sempre on-line). Però non li trovai ed era MOLTO strano! In compenso però trovai "Cerco schiava" oppure "Cerco porcel... che si faccia vedere anche nella realtà"... Voglio dire, certe richieste assurde.
    Io sinceramente ero curiosa di sapere come delle persone potessero fare certe domande o richieste. Sapete una cosa avevo subito capito che erano piccoli ragazzini di nemmeno 12 anni forse! Parlavano come se non sapessero cosa significasse cosa guardavano, avevano anche un sesso tutto loro (Scrivevano di fare cose che non sono possibili, a meno che tu non abbia preso tanto di quel viagra da fartelo crescere a dismisura), non sapevano nemmeno cosa era la masturbazione... Per l'amor del cielo tanto meglio, ma di certo erano solo ragazzini che si sentivano curiosi di capire come cavolo funzionava, magari avevano visto un film prono e si chiedevano cosa fosse. Ma chissà che! Però diciamocelo... non penso davvero che delle ragazzine incontrino uno e poi questo le violenta... credo che prima abbiano chattato e che i genitori non si preoccupino nemmeno di andare a quell'incontro mi sembra strano!!!
    Habbo è la cosa meno pericolosa che esista in questo mondo, solo chi vuole alla fine si trova nei guai!
    non+autenticato
  • i proprietari delle chat non sono dio, non possono essere onnipresenti in ogni luogo, è impossibile impedire che si parli di queste cose. e poi dai cosa c'è di male? io ho scoperto la masturbazione a 11 anni, ho saputo cos'era il sesso molto prima, eppure ora non uccido prostitute per la strada o faccio sesso selvaggio con scimmie bonobo... è normalissimo che a 13 14 anni si parla di sesso! io ne ho 19 e mi ricordo bene quel periodo, e TUTTI parlavamo di sesso a quell'età, e anche molto prima. eppure i miei vecchi amici non sono diventati una massa di serial killer.
    non+autenticato
  • E' così difficile capire che una chat, un gioco, un generico servizio, dove sia prevista interattività NON è considerabile alla stessa stregua di un contenuto televisivo?

    La chat del sito è "perversa, violenta e pornografica" .
    La chat non ha una personalità, Rachel Seifert invece è stupida, deficente mentale o cosa?

    Da quel che ricordo io la chat di habbo ha dei filtri su alcune parole, non diversamente da WOW ed altri giochi on-line: nulla più nulla meno. A tenere discussioni del tenore che è stato fatto notare, Rachel Seifert è sicura si trattasse "solo" di adulti predatori sessuali?
    Io ormai sono abbastanza distante dall'adolescenza, dato che di anni ne ho 32, ma sinceramente dai miei ricordi quello tra i 13 ed i 18 anni, cioé il periodo delle scuole superiori è stato il periodo di maggiori tempeste ormonali. Invece questa "signora" ritiene che a quella età i ragazzi e le ragazza siano asessuati?
    Ma dove vive sta donna? In un freezer?
    O è solo una delle tanti opportuniste pronta ad esporre quello che tutti sanno ma nessuno dice per mettere sé stessa in mostra?
    Ubunto
    1350
  • Spero tu non abbia mai figli visto che non sei pronto a educarli in maniera corretta.
    I minori di diciotto anni devono essere tenuti alla larga da certe cose per la loro sicurezza e la loro crescita.
    Gli adulti facciano gli adulti e i minori i minori.
    non+autenticato
  • mi sa che sei tu a non avere figli se dici queste cazzate. non so in che mondo vivi ma parlare di sesso dai 13-14 in su è una cosa normale.
    che poi concordo sopra, sembra la solita telenovela per attirare attenzione mediatica su un non problema.
    chat con bimbiminchia in tempesta ormonale ce ne sono in qualsiasi gioco online, nessuno escluso.
    ma se credi che i tuoi figli non debbano parlarne semplicemente tu genitore non acconsentire che chattino online, la responsabilità è tua non del mezzo.

    - Scritto da: godmars
    > Spero tu non abbia mai figli visto che non sei
    > pronto a educarli in maniera
    > corretta.
    > I minori di diciotto anni devono essere tenuti
    > alla larga da certe cose per la loro sicurezza e
    > la loro
    > crescita.
    > Gli adulti facciano gli adulti e i minori i
    > minori.
    non+autenticato
  • Io i miei figli li educo non temere, gli ho dato dei valori, loro sanno cosa mi aspetto da loro e sanno soprattutto qual è il valore di aspettare il momento giusto per ogni cosa senza bruciare le tappe.
    I miei figli non sono quelli che trovi in discoteca o che vogliono imitare il grande fratello.
    E a 13 anni un bambino deve pensare a giocare e studiare, mica al sesso che non è pronto nemmeno fisicamente figuriamoci emotivamente.
    E se un genitore non è in grado di badare al figlio e a 13 anni questo finisce a fare discussioni inappropriate su internet stà sicuro che sono il primo ad auspicare un intervento delle autorità.
    I genitori devono fare i genitori ma dove non sono capaci di farlo è giusto che qualcuno intervenga per il bene degli stessi figli.
    non+autenticato
  • Lol stai dicendo che tu a tredici anni non pensavi al sesso? Chi sei, il presidente del moige?
    non+autenticato
  • - Scritto da: tizio
    > Lol stai dicendo che tu a tredici anni non
    > pensavi al sesso? Chi sei, il presidente del
    > moige?

    Sono una persona normale e cresciuta con dei valori sani grazie a dei genitori responsabili.
    Poi non ci piove che oggi le televisioni, specie quelle commerciali, imbottiscano i bambini con dei pessimi messaggi e allora ci ritroviamo bambine che a 11 vogliono fare la velina e a 12 sono sul cubo in discoteca e bambini di 13 dipendenti dalla pornografia su internet.
    Ma questo non significa che sia normale.
    Un bambino di 13 o 14 anni, se è cresciuto in un ambiente sano e normale, a certe cose non ci pensa.
    Se ci pensa vuol dire che è figlio di certe famiglie che sono tuttaltro che sane e normali.
    non+autenticato
  • - Scritto da: godmars
    > - Scritto da: tizio
    > > Lol stai dicendo che tu a tredici anni non
    > > pensavi al sesso? Chi sei, il presidente del
    > > moige?
    >
    > Sono una persona normale e cresciuta con dei
    > valori sani grazie a dei genitori
    > responsabili.
    > Poi non ci piove che oggi le televisioni, specie
    > quelle commerciali, imbottiscano i bambini con
    > dei pessimi messaggi e allora ci ritroviamo
    > bambine che a 11 vogliono fare la velina e a 12
    > sono sul cubo in discoteca e bambini di 13
    > dipendenti dalla pornografia su
    > internet.
    > Ma questo non significa che sia normale.
    > Un bambino di 13 o 14 anni, se è cresciuto in un
    > ambiente sano e normale, a certe cose non ci
    > pensa

    No ma scusa, ma tu sei completamente fuori di melone. Uno a 14 anni non pensa al sesso? Ma guarda che questa è veramente demenziale, credimi.

    Uno conto è dire che non lo faccia, e qui siamo d'accordo che a quell'età molti (ma non tutti) non hanno ancora avuto esperienze con altri, ma che non ci pensi!?! Ma questo è veramente un delirio bello e buono... la pubertà arriva ben prima dei 14 anni, credere che a quell'età non pensino al sesso va oltre l'ingenuità, va direttamente nella follia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: godmars
    > - Scritto da: tizio
    > > Lol stai dicendo che tu a tredici anni non
    > > pensavi al sesso? Chi sei, il presidente del
    > > moige?
    >
    > Sono una persona normale e cresciuta con dei
    > valori sani grazie a dei genitori
    > responsabili.
    > Poi non ci piove che oggi le televisioni, specie
    > quelle commerciali, imbottiscano i bambini con
    > dei pessimi messaggi e allora ci ritroviamo
    > bambine che a 11 vogliono fare la velina e a 12
    > sono sul cubo in discoteca e bambini di 13
    > dipendenti dalla pornografia su
    > internet.
    > Ma questo non significa che sia normale.
    > Un bambino di 13 o 14 anni, se è cresciuto in un
    > ambiente sano e normale, a certe cose non ci
    > pensa.
    > Se ci pensa vuol dire che è figlio di certe
    > famiglie che sono tuttaltro che sane e
    > normali.
    Tu sei malato, seriamente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: godmars
    > - Scritto da: tizio
    > > Lol stai dicendo che tu a tredici anni non
    > > pensavi al sesso? Chi sei, il presidente del
    > > moige?
    >
    > Sono una persona normale e cresciuta con dei
    > valori sani grazie a dei genitori
    > responsabili.
    > Poi non ci piove che oggi le televisioni, specie
    > quelle commerciali, imbottiscano i bambini con
    > dei pessimi messaggi e allora ci ritroviamo
    > bambine che a 11 vogliono fare la velina e a 12
    > sono sul cubo in discoteca e bambini di 13
    > dipendenti dalla pornografia su
    > internet.
    > Ma questo non significa che sia normale.
    > Un bambino di 13 o 14 anni, se è cresciuto in un
    > ambiente sano e normale, a certe cose non ci
    > pensa.
    > Se ci pensa vuol dire che è figlio di certe
    > famiglie che sono tuttaltro che sane e
    > normali.

    amico, spero tu stia scherzando, ma se stai parlando seriamente ti prego di rivolgerti IMMEDIATAMENTE ad uno specialista in psichiatria.
    Il tuo comportamento repressivo nei confronti dei tuoi figli può causargli dei disturbi a lungo termine che nemmeno ti immagini.
    Se potessi identificarti non esiterei a mandare degli assistenti sociali a casa tua. Sei un tipo pericoloso.
    non+autenticato
  • > Se potessi identificarti non esiterei a mandare
    > degli assistenti sociali a casa tua. Sei un tipo
    > pericoloso.

    Ma no dai... lui fa crescere i suoi figli in modo sano: sottopone sua figlia ogni sei mesi a una visita ginecologica per stabilirne la verginità.
    Un po' come il suo amico torinese, la cui figlia era cresciuta con valori così SBAGLIATI E DISTORTI da accusare di stupro un intero campo Rom piuttosto che confessare di aver fatto sesso col suo ragazzo (infatti anch'ella veniva regolarmente visitata da un ginecologo).

    A questa gente andrebbe tolta la potestà genitoriale.
    non+autenticato
  • Ci pensa e come, ma come i tizi che ti stanno rispondendo in questa discussione. Per loro è una cosa "proibita" e bellissima, qua invece sembra di parlare di YouPorn
    non+autenticato
  • Ma che strano che dei ragazzini dai 13 ai 16 anni parlino di sesso eh? Incredibile direi. Newbie, inesperto
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gloria Teleborsa
    > Ma che strano che dei ragazzini dai 13 ai 16 anni
    > parlino di sesso eh? Incredibile direi.
    > Newbie, inesperto

    NO! MA CHE DICI! Sono sicuramente dei predatori sessuali!
    Sgabbio
    26177
  • Guarda che i predatori non sono mica quelli di 14 anni...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Piero
    > Guarda che i predatori non sono mica quelli di 14
    > anni...

    L'ironia l'hai svenduta ?
    Sgabbio
    26177