Mauro Vecchio

DepositFiles, pace a luci rosse

Raggiunto un accordo tra i gestori del cyberlocker e Perfect 10, società statunitense specializzata in contenuti per adulti. Scarsissimi i dettagli, in attesa dell'ufficialità. Chiesti milioni di dollari di compensazione

Roma - L'accordo sarà presto ufficiale, a siglare la pace tra i vertici di Perfect 10 e quelli di Kalmet Investments, la società che controlla il cyberlocker DepositFiles. Dopo il bombardamento sul competitor Megaupload, la piattaforma di file hosting aveva guadagnato le prime posizioni per traffico giornaliero e numero di download.

Contro DepositFiles si erano così scatenate sia la Motion Picture Association of America (MPAA) - che aveva chiesto al governo degli Stati Uniti di effettuare nuovi raid - che Perfect 10, società specializzata in contenuti per adulti. Kalmet Investments, con base alle Seychelles, era stata accusata di violazione del copyright su larga scala.

Spesso descritta come un troll del diritto d'autore, Perfect 10 è ora venuta a patti con DepositFiles, dopo aver chiesto ad un giudice californiano una maxi-compensazione di almeno 5 milioni di dollari. Il settlement tra le parti è comunque rimasto avvolto nel mistero, in attesa di maggiori dettagli entro la metà del prossimo luglio.
I legali di Perfect 10 avevano già trovato un accordo con i gestori di Megaupload, trascinato in aula per le sue diramazioni online Megaerotic e Megaporn. Anche in quel caso la richiesta era di almeno 5 milioni di dollari per violazione del copyright. I responsabili di DepositFiles non hanno voluto rilasciare dichiarazioni alla notizia dell'accordo.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàGoogle, pace sulle pornoimmaginiPerfect 10 e BigG trovano un accordo e pongono fine al caso delle foto indicizzate attraverso Images. Il contenzioso viene lasciato cadere senza possibilità di colpi di scena. Forse una ritirata da parte dell'accusa
  • AttualitàCopyright, Tumblr nel mirino a luci rosseAncora Perfect 10 per tutelare i propri contenuti pruriginosi. Questa volta finisce sotto accusa la piattaforma di blogging, che avrebbe volutamente ignorato alcune richieste di rimozione di fotografie. Chiesti 5 milioni di dollari
  • AttualitàP2P, il pornocrate e le inutili ordinanzeUn'oscura casa di produzione cinematografica contro 670 scariconi. Ma avrebbe ottenuto i loro dati senza autorizzazione. Scoperta la magagna, i suoi avvocati hanno subito gettato la spugna attaccando il giudice e la difesa
2 Commenti alla Notizia DepositFiles, pace a luci rosse
Ordina
  • >Contro DepositFiles si erano così scatenate sia la Motion Picture
    >Association of America (MPAA) - che aveva chiesto al governo degli Stati
    >Uniti di effettuare nuovi raid - che Perfect 10, società specializzata in
    >contenuti per adulti

    La forma è "Sia X sia Y", non "Sia X che Y". Di solito non mi interessa troppo, è una forma rozza ma non è un problema: è oramai molto diffusa, e non si considera certamente un errore.

    In questo caso però, con la doppia "sia X, che Y, che Z", con i due "che" con funzione diversa, la rendono davvero difficile da leggere.

    Guarda come suona meglio così:

    >Contro DepositFiles si erano così scatenate sia la Motion Picture
    >Association of America (MPAA) - che aveva chiesto al governo degli Stati
    >Uniti di effettuare nuovi raid - sia Perfect 10, società specializzata in
    >contenuti per adulti
    non+autenticato
  • Finalmente qualcuno che sa scrivere!!!
    non+autenticato