massimo mantellini

Contrappunti/ Internet è la mia TV

di M. Mantellini - Se il mercato pubblicitario ruota attorno al tubo catodico nazional-popolare, i cittadini gravitano sempre più attorno alla Rete. E, per fortuna, la Rete ci segue ovunque

Roma - Oggi vi racconto alcuni eventi piuttosto irrilevanti della mia giornata di sabato. Fosse stato per me venerdì e sabato sarei andato a Trieste dove c'era la 2a edizione di State Of The Net, una conferenza che parla di Internet un po' diversa da quelle che siamo soliti seguire in Italia. In particolare sabato mattina mi aveva incuriosito e mi interessava seguire l'intervento di Gigi Tagliapietra che si presentava con un titolo interessante "Claude Computing", un tentativo di spiegare l'architettura della Rete utilizzando come parametro la musica di Claude Debussy. Bello no? Non potendo essere di persona a Trieste ho seguito parte della conferenza in streaming su Youtube. Nonostante State of The Net non sia un evento particolarmente ricco (in denaro) la diretta Internet funzionava egregiamente.

Sabato a Firenze c'era anche Big Bang, la riunione (sempre meno) carbonara degli amministratori pubblici del PD vicini a Matteo Renzi. Visto che la politica sta diventando la mia passione presenile, fosse dipeso da me sabato avrei preso il trenino appenninico che passa da Marradi e sarei andato a Firenze ad ascoltarli. Invece ho aperto una finestra sul computer e ho seguito parte dell'evento in streaming, mentre su Twitter scorrevano i commenti degli altri ascoltatori come me. Per completare la giornata, e per amore di complessità, nel pomeriggio, sempre in streaming sul sito di Youdem, ho ascoltato Pierluigi Bersani parlare a Roma all'altra parte dei militanti del PD. Ad un certo punto ha perfino detto "Non abbiamo padroni che ci arrivano da Internet": ignoro cosa Bersani intendesse (probabilmente parlava del Movimento 5 Stelle) ma quello che so è che certamente via Internet, insieme a eventuali padroni, iniziano ad arrivare anche alcuni ascoltatori. Nessuno dei tre eventi che ho citato finora era compreso in un qualche palinsesto televisivo: non ci fosse stata la Rete io non avrei avuto modo di seguirli, al massimo ne avrei letto in Rete o sui giornali il giorno successivo.

Che i palinsesti televisivi, insieme a tutti gli altri, si stiano facendo vivi in Rete è un fatto oggi di una evidenza assoluta: chiunque abbia voglia di farsi confondere da fenomeni di segno opposto, come per esempio le smart TV che ci consentono di portare Internet sul televisore di casa, dovrebbe considerare che la famosa convergenza di cui si parla da oltre un decennio è un fenomeno che riguarda più i contenuti dei device che li veicolano. Osservato dal punto di vista del numero di spettatori (e del denaro investito) ovviamente oggi il sistema televisivo resta il fulcro intorno a cui tutto gira, guardata invece dal punto di vista dell'offerta informativa la TV è ormai una parte di un patrimonio di notizie e immagini più vasto e meno uniforme che ha come centro la rete Internet. Tutto converge verso Internet, canali TV compresi, e non potrebbe essere diversamente. Gli spettatori lentamente seguiranno.
Per terminare la pietosa cronistoria del mio sabato di giugno dirò che a un certo punto mi è toccato uscire. Mia moglie mi ha ricordato che eravamo attesi a cena da amici al mare. L'ho guardata con la faccia del gatto di Shrek e ho abbozzato "Ma, ma stasera c'è Francia- Spagna!". "Pazienza", mi ha risposto. Arrivati al mare ho rapidamente realizzato che la situazione era grave (cena in un circolo nautico, nessun televisore all'orizzonte) e che la mia seconda recente passione presenile, quella di seguire gli Europei di pallone, sarebbe stata messa a dura prova. Poi fortunatamente è arrivato il mio amico Giuseppe. Ha aperto su iPad l'egregia app di Rai.tv (che funziona bene anche su rete 3G) ed abbiamo salvato la serata fra gli sguardi di disapprovazione degli astanti.

Massimo Mantellini
Manteblog

Tutti gli editoriali di M.M. sono disponibili a questo indirizzo
31 Commenti alla Notizia Contrappunti/ Internet è la mia TV
Ordina
  • Con tutto il rispetto per il Sig. Mantellini, ma mi sembra che si sia, penso volutamente, sorvolato sulla grossa differenza tra la Televisione e lo Streaming Video Live. Sono due cose diverse, non due declinazioni della stessa cosa.

    Nella televisione c'è un editore che sceglie cosa valga la pena di trasmettere. Data la caratteristica del mezzo, dovrà cercare di scegliere gli eventi che hanno la maggiore probabilità di essere visti dalla maggior platea possibile. Es. Italia-Inghilterra con 21 milioni di spettatori.

    Lo Streaming Video Live per sua natura crea invece un singolo flusso per ogni spettatore. 21 milioni di spettatori, 21 milioni di flussi. Non meno di 5 Terabit/s generati. 150 spettatori, 150 flussi. 75 Mbit/s. A momenti te lo fai da solo in casa. Ed è qui il punto: nello Streaming Video Live non c'è bisogno di un Editore che scelga gli eventi. Ognuno diventa Editore di se stesso. Che sia un singolo, una Associazione, un Quartiere, un Università, una Compagnia Teatrale.

    E allora è ovvio che gli eventi ai quali Mantellini ha scelto di partecipare fossero in Live Streaming ma su nessuna TV, neanche satellitare. La scelta di "trasmettere" è di chi ha organizzato l'evento ed i costi sono abbastanza scalabili con l'utenza. Per una TV sarebbe stato l'Editore a scegliere se trasmettere, ed i costi sono poco sensibili alle dimensioni dell'utenza: una TV satellitare non avrebbe nessun problema a passare da 25 mila a 200 Milioni di spettatori per una sola serata. Uno Streaming Server si.

    L'equivalente "in rete" del Radiobroadcasting è il Multicast, non lo Streaming Video. Cerchiamo di ricordarcelo. Se non stiamo attenti ad evitare questa confusione, poi non meravigliatevi se la RAI viene a chiederci il Canone anche per lo Streaming sostenendo che è assimilabile ad una "Radioaudizione".
    non+autenticato
  • - Scritto da: Skywalker
    > Ed è qui il punto: nello Streaming Video
    > Live non c'è bisogno di un Editore che scelga gli
    > eventi. Ognuno diventa Editore di se stesso. Che
    > sia un singolo, una Associazione, un Quartiere,
    > un Università, una Compagnia Teatrale.

    E secondo te, il parassita che da anni gode di una posizione di rendita e di potere, associata al delirio di onnipotenza che gli consente di scegliere che cosa mostrare e che cosa nascondere, toglierebbe il disturbo cosi' facilmente?

    Quella gente e' attaccata alla propria rendita di posizione peggio che una zecca al cane, ed e' capacissima di distruggere tutto se costretta ad andarsene, tipo "Muoia Sansone con tutti i Filistei"
  • Esatto, per la miseria! Non si può pretendere che se ne vadano graziosamente e spontaneamente, senza l'incoraggiamento di una generosa razione di calci nel sedere - cosa che richiede MOLTI cittadini attenti e consapevoli.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Skywalker
    > > Ed è qui il punto: nello Streaming Video
    > > Live non c'è bisogno di un Editore che
    > scelga
    > gli
    > > eventi. Ognuno diventa Editore di se stesso.
    > Che
    > > sia un singolo, una Associazione, un
    > Quartiere,
    > > un Università, una Compagnia Teatrale.
    >
    > E secondo te, il parassita che da anni gode di
    > una posizione di rendita e di potere, associata
    > al delirio di onnipotenza che gli consente di
    > scegliere che cosa mostrare e che cosa
    > nascondere, toglierebbe il disturbo cosi'
    > facilmente?

    Ma perchè dove è che si dice che questi se ne andranno per colpa dello streaming video.. Di tante cose che si sono dette questa proprio non c'era. Poi, io mi auguro che sarà così un giorno..
    non+autenticato
  • > Nonostante State of The Net non sia un evento particolarmente ricco
    > (in denaro) la diretta Internet funzionava egregiamente
    Cioè?
    Per mandare in streming un evento si fa anche a costo zero, basta lasciare la pubblicità dei fornitori. Oppure si paga, ma stiamo parlando di cifre che vanno da 50 a 1000 Euro per un singolo evento, a seconda del numero di persone connesse. Parliamo di "Cloud" e poi non sappiamo neanche utilizzare normali siti di Content Management?
    Giusto per citare i tre più famosi:
    http://www.justin.tv/
    http://www.ustream.com/
    http://www.livestream.com/

    O state tutti aspettando YouTube Live?
    non+autenticato
  • ...la diretta Rai su rete 3G! Senza contare la fortuna di aver trovato una rete che garantisse lo streaming decentemente...:)
  • si appunto... lo streaming in mobilità è fortemente limitato dai costi di connessione 3g, con 1G/mese (90% delle offerte) forse vedrai 1 film al mese...e se devo usare il wifi probabilmente avro' anche una tv...
    non+autenticato
  • - Scritto da: kurtz77
    > ...la diretta Rai su rete 3G! Senza contare la
    > fortuna di aver trovato una rete che garantisse
    > lo streaming
    > decentemente...:)

    e difatti non funziona.. io ho cercato di vedere la diretta della partita e dopo pochi secondi si bloccava tutto..
    non+autenticato
  • .. signor Mantellini! A parte le perversioni personali che non si discutono, spegnere un po' gli aggeggi elettrici le potrebbe fare bene.
    Sua moglie concorderà con me credo.
    :)
  • - Scritto da: tagomi
    > .. signor Mantellini! A parte le perversioni
    > personali che non si discutono, spegnere un po'
    > gli aggeggi elettrici le potrebbe fare bene.

    Siamo ridotti che i media ed i mezzi di informazione tradizionale non ci informano piu'.

    > Sua moglie concorderà con me credo.
    >Sorride

    Ha una certa eta'... Magari a certe cose non pensano piu'A bocca aperta
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > > Sua moglie concorderà con me credo.
    > >Sorride

    no no!... la moglie ne è felicissima...
    non+autenticato
  • finché c'è il prensile, c'è speranza. Anch'io ho una certa età e mi pervertisco ancora anche con la carta. E' la mia compagna che non spegne gli aggeggi elettrici. Buon per me?Sorride)
  • - Scritto da: tagomi
    > .. signor Mantellini! A parte le perversioni
    > personali che non si discutono, spegnere un po'
    > gli aggeggi elettrici le potrebbe fare bene.
    >
    > Sua moglie concorderà con me credo.
    >Sorride

    Ormai è l'andazzo. Basta frequentare i locali alla sera e si vedono quasi più volti giovani illuminati dal pallore di uno schermino piuttosto che ragazzi che si guardano intorno.
    Mi viene in mente un racconto di Spaghetti Hacker:

    "Nonostante ci si proietti con la tastiera in un server di chissà quale provider, o si sniffino chissà quali password, in realtà si è sempre lì, nella stessa cameretta, con le stesse cose, con le gambe indolenzite, affamati. Attaccati alla rete, ma a nient’altro."

    Un triste destino per una specie che ha creato quello che hanno creato quelli prima di noi, prima della tv, prima del declino mentale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Vindicator
    > - Scritto da: tagomi
    > > .. signor Mantellini! A parte le
    > > perversioni personali che non si
    > > discutono, spegnere un po' gli
    > > aggeggi elettrici le potrebbe fare
    > > bene.
    > > Sua moglie concorderà con me credo.
    > >Sorride

    > Ormai è l'andazzo. Basta frequentare i
    > locali alla sera e si vedono quasi più
    > volti giovani illuminati dal pallore di
    > uno schermino piuttosto che ragazzi che
    > si guardano intorno.
    > Mi viene in mente un racconto di
    > Spaghetti Hacker:
    >
    > "Nonostante ci si proietti con la tastiera in un
    > server di chissà quale provider, o si sniffino
    > chissà quali password, in realtà si è sempre lì,
    > nella stessa cameretta, con le stesse cose, con
    > le gambe indolenzite, affamati. Attaccati alla
    > rete, ma a
    > nient’altro."

    > Un triste destino per una specie che ha creato
    > quello che hanno creato quelli prima di noi,
    > prima della tv, prima del declino
    > mentale.

    Cioe' gli anni 70 e l'eroina ? Ehhh come si stava bene in mezzo a tutti quei giovani sani e con le idee chiare...
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    >
    > Cioe' gli anni 70 e l'eroina ? Ehhh come si stava
    > bene in mezzo a tutti quei giovani sani e con le
    > idee
    > chiare...

    La TV non c'era negli anni 70, o era solo casa tua?Occhiolino
    Forse non era chiaro ma intendevo "prima della tv" (mi pare di averlo scritto peròSorride), prima del consumismo eletto a nuovo dio, prima degli anni 50 insomma, poi abbiamo iniziato ad esprimere l'individualità attraverso il consumo di massa, che ironico no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Vindicator
    > - Scritto da: krane
    > >
    > > Cioe' gli anni 70 e l'eroina ? Ehhh come si
    > stava
    > > bene in mezzo a tutti quei giovani sani e
    > con
    > le
    > > idee
    > > chiare...
    >
    > La TV non c'era negli anni 70, o era solo casa
    > tua?
    >Occhiolino
    > Forse non era chiaro ma intendevo "prima della
    > tv" (mi pare di averlo scritto peròSorride), prima
    > del consumismo eletto a nuovo dio, prima degli
    > anni 50 insomma, poi abbiamo iniziato ad
    > esprimere l'individualità attraverso il consumo
    > di massa, che ironico no?

    Durante la guerra ? Nel dopo guerra con la fame ?
    Bel periodo anche quello.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane

    > Durante la guerra ? Nel dopo guerra con la fame ?
    > Bel periodo anche quello.

    Più tardi ti farò un disegnino, vai indietro agli anni '50 e conta i traguardi artistici, filosofici, letterari, musicali e poi conta il liquame dal consumismo in poi, una volta il mondo impallidiva di fronte a Beethoven, oggi il mondo scrive a proposito del display di un portatile.
    C'è un discreto divario di qualità.

    Aspetto la rispostina piccata eh, non mi deludere.
    non+autenticato
  • hai visto midnight in paris?
    non+autenticato
  • - Scritto da: mr_caos
    > hai visto midnight in paris?

    no, non lo conoscevo, ma grazie dello spunto, credo che provvederò.Occhiolino
    non+autenticato