Mauro Vecchio

Di copyright, canestri e facce di Katz

Il proprietario dei Miami Heat Ranaan Katz avvia una causa contro Google e una blogger di Blogspot. Nel mirino, una fotografia non rimossa da BigG. Ma chi detiene effettivamente il copyright?

Roma - La sua lingua appena penzoloni, gli occhi cerchiati dall'età che avanza. Un ritratto di Ranaan Katz, imprenditore statunitense tra i proprietari della squadra NBA Miami Heat. Una fotografia imbarazzante, che è ora rimbalzata ovunque in Rete perché accompagnata da una causa legale definita "ridicola".

È la seconda volta in pochi anni che Ranaan Katz si scaglia contro il blog rkassociatesusa.blogspot.ca, dedicato alle attività di business di RK Centers (prima RK Associates), colosso immobiliare gestito dalla stessa famiglia Katz. Prima per diffamazione, ora per aver caricato un'immagine ritenuta denigratoria.

ranaan katz
Ovvero Ranaan Katz con un accenno di lingua fantozziana. La curiosità più succulenta è però un'altra: l'imprenditore a stelle e strisce ha denunciato anche Google per non aver ordinato alla blogger Irina Chevaldina - non è chiaro come abbia fatto Katz a sapere il suo nome completo - di rimuovere la fotografia incriminata.
Secondo i legali di Katz, BigG dovrebbe essere condannata per non aver rispettato le regole del Digital Millennium Copyright Act (DMCA), ovvero per non aver rimosso il materiale protetto da copyright su segnalazione degli aventi diritto. Un articolo apparso su TechDirt ha però sottolineato come i diritti legati alla foto non siano registrati negli Stati Uniti.

Il businessman assicura però che il fotografo - lo scatto pare avvenuto in Israele - gli abbia concesso tutti i diritti alla base della richiesta di rimozione inviata a Google. Per ora, la fotografia è rimasta online sul blog di Chevaldina. Si attende una risposta ufficiale da parte del colosso di Mountain View.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàMicrosoft, dalle indiscrezioni al copyrightBigM vuole la rimozione del documento di 56 pagine sulla nuova console Xbox 720. Minacciata la redazione di un sito ceco e la piattaforma di file hosting Dropbox. Vietato offrire materiale protetto da copyright
  • AttualitàRIAA, Google e la ramanzina sul copyrightL'industria discografica statunitense boccia ancora gli sforzi compiuti da BigG nella rimozione quotidiana di milioni di URL pirata. Chiesta la possibilità di inviare infinite richieste. BigG: investiamo già milioni per tutelarvi
  • Diritto & InternetGiustizia privata, rimozione illecitadi G. Scorza - Solo il giudice può decidere cosa è illecito e cosa lecito, un motore di ricerca deve rimuovere un link solo quando questo è stato decretato illecito. La decisione del Tribunale di Firenze
4 Commenti alla Notizia Di copyright, canestri e facce di Katz
Ordina