Gartner: nel desktop Linux non conviene

A ridosso di un'indagine finanziata da Microsoft, Gartner ha divulgato le conclusioni di un nuovo studio in cui afferma che nel segmento desktop aziendale la migrazione da Windows a Linux non è quasi mai conveniente

Roma - Mentre ancora si dibatte sulla recente indagine di Giga Research sponsorizzata da Microsoft e relativa ai costi di Linux e Windows nello sviluppo di applicazioni per il Web, Gartner ha pubblicato uno studio che fornisce conclusioni analoghe ma, questa volta, applicate al settore dei PC desktop aziendali.

Nel rapporto del Gartner si sostiene che sebbene sia vero che rispetto a Windows Linux può essere giudicato una scelta economica in diversi settori del mercato server, nel segmento desktop perde su quasi tutti i fronti.

Gartner afferma che le aziende possono trovare conveniente passare a Linux solo nel caso in cui debbano aggiornare PC client con vecchie versioni di Windows, come 3.x e 95. Nel caso in cui utilizzino invece Windows 2000 o Windows XP, la migrazione a Linux si rivelerebbe, secondo la nota società di analisi, una mossa controproducente in termini economici. La ragione starebbe nel fatto che le ultime versioni di Windows, quelle che hanno ereditato l'architettura NT delle versioni server, sono considerate dal Gartner "generalmente più stabili di Windows 95" e, di conseguenza, meno costose nel medio e lungo periodo.
David Smith, vice president del Gartner, ha aggiunto che nel segmento dei server, soprattutto quelli su cui girano singole applicazioni come mailserver e webserver, la migrazione da Windows a Linux è relativamente facile e poco onerosa; in un ambiente desktop, invece, le difficoltà e i costi potrebbero essere assai maggiori, e questo sostanzialmente a causa della necessità di "rimpiazzare o riscrivere tutte le applicazioni che girano su Windows".

Dietro le critiche di alcuni sostenitori del Pinguino, Gartner ha insistito sul fatto che, a differenza dell'indagine di Giga, il suo studio non è stato finanziato da Microsoft.

"E' del tutto logico - ha detto Michael Silver, vice president e direttore delle ricerche di Gartner - che vi siano situazioni in cui l'uso di Linux ha senso e altre dove non ne ha. Le aziende tentano spesso di prendere decisioni applicabili ad ogni condizione, ma questo non sempre ha senso".

Proprio ieri il noto osservatorio dei Webserver Netcraft ha pubblicato un nuovo rapporto in cui afferma che il numero dei server attivi su cui gira Windows 2003 sono cresciuti del 109% rispetto a luglio, arrivando così ad un totale di 185.000.

Comparando i siti su cui gira Windows 2003 con i sistemi operativi che quegli stessi siti facevano girare nel gennaio del 2003 risulta, secondo Netcraft, che il 42% di essi sono nuovi, il 49% provengono da Windows 2000, il 5% da Linux, l'1% da FreeBSD e un altro 1% da Solaris. Tradotto in cifre, circa 16.500 server su cui prima girava Linux sarebbero migrati, secondo l'osservatorio, al giovane sistema operativo server di Microsoft.
425 Commenti alla Notizia Gartner: nel desktop Linux non conviene
Ordina
  • Per il momento sono favorevole ad un ambiente ibrido, Linux e Windows.

    Soprattutto perche' Linux non e' plug and play, ma quando riesco a configurare il tutto va come un treno.

    Probabilmente ce' tanto entusiasmo da parte dei programmatori a creare software un po meno a scrivere manualistica comprensibile anche da chi viene dai Wizards di windows Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > Probabilmente ce' tanto entusiasmo da parte
    > dei programmatori a creare software un po
    > meno a scrivere manualistica comprensibile
    > anche da chi viene dai Wizards di windows


    Senz'altro vero.

    C'è poca gente (e fra questi pochi non il sottoscritto) che ama scrivere manuali ed help comprensibili
    SiN
    1120
  • > Senz'altro vero.
    >
    > C'è poca gente (e fra questi pochi non il
    > sottoscritto) che ama scrivere manuali ed
    > help comprensibili

    E la cosa piu' divertente e che se i programmatori scrivessero e facessero leggere manuali a qualche cliente "fidato" prima di iniziare a progettare e scrivere il codice avrebbero un'idea molto piu' chiara sui desideri dei loro clienti e su come costruire il software.
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • Nel programma Quark di Piero Angela.
    È divulgativo, per cui (anche se ammetto interessante) lo vedo poco; mentre lo guardava la mia famiglia ed io intento su NetBSD.
    Ne vedo una parte, dove parlano dei ricercatori italiani all'estero, e vanno in USA, Florida per la precisione, dove c'è il più grande centro mondiale per lo studio della metereologia.
    Mentre intervistano il ricercatore italiano che lì si trova a lavorare, i più attenti non avranno fatto a meno di vedere le schermate dei PC desktop del centro.
    Vi era un bellissimo GNOME!
    Assenza totale (dai server -ma quello è ovvio nei centri scientifici- ai desktop) di win* in qualsiasi salsa.
    E parliamo del più grande centro mondiale di studio dei fenomeni metereologi, dove soldi per spendere su win* e altri prodotti M$ ne hanno eccome.
    Eppure anche nel desktop hanno rifiutato win*.
    Nei server non fà testo, in applicazioni scientifiche di max. livello win* si è sempre rivelato inadatto (dai crash alla lentezza ad altro) con quelle applicazioni e per quei compiti; ed è risaputo.
    Il punto è che uno dei centri scientifici di maggior livello mondiale (come CERN, Fermilab, etc.) potendo scegliere ha rifiutato win* anche nel desktop.
    È vero che il sistema poteva essere anche un *BSD o Solaris, però oltre a scartare Solaris come uso desktop, la bilancia pende più a favore di Linux.
  • NOn hai fatto un bel esempio.

    Che non centra nulla con la discussione, in quanto quel tipo di istituzioni non solo si puo' permettere soldi, il che in realta' neanche troppi, la moneta ultimamente scarseggia per tutti, ma lasciando perdere.

    Quel tipo di centro si puo' permettere una cosa ancora piu' importanti, cerbelloni da paura, e sono poche le persone tipo la tipica segretaria che redatta un testo il che per questo tipo di cose si potrebbe utilizzare tranquillamente linux.

    Sicuramente con il computer non ci giocano a fifa 2003, e oltrettutto si saranno configurati linux a loro volere e piacimento, il che non e' piu' il linux che trovi in edicolo e che e' a disposizione di tutta l'utenza ma e' un linux speciale.
    Che difficilmente il ragazzino comune riuscira' ad avere.

    Per farti un'altro esempio, anche nella mia universita' utilizzano linux, nelle postazioni dei professori, e dei laureati, con qui mandano e-mail e fanno altre cose( ma non li posso considerare utenti comuni del settori desktop anzi), ma non per questo cessano di utilizzare windows. per altre esigenze.

    L'esempio non e' ben riuscito anche se ho capito quale era l'idea che volevi dare, ma come ho gia detto c'e' di meglio.

  • > il brutto di linux e' che ce ne sono un casino di versioni,
    > tutte diverse

    questa tua affermazione mostra come tu ne sappia ancora poco di linux. Dovresti spendere qualche ora (e un po di voglia) ad installarne un paio diverse ed iniziare a scoprire le differenze esistenti tra loro.

    Red Hat ha dei pregi che Mandrake non ha. Pero' anche Mandrake ha delle qualita' non presenti in Suse. Suse e' a sua volta diverso per installazione e feature da Slackware...

    Ma se tu non hai voglia di passare qualche ora (e farti venire un po di voglia) ad iniziare a conoscere questi sistemi, a mettere le mani in pasta perche' sei abituato alla pappa pronta di zio bill (gia' pronta ma piena di ingredienti segreti di scarsa qualita')... beh.. continuerai a vivere pensando che tutto il resto sia peggio e denigrandolo, oltre che facendo affermazioni senza reali fondamenti.

    Mi dispiace per te... e tanto, perche' non avere curiosita' e desiderio di imparare cose nuove vuol dire essere gia' un po "morti" dentro, nell'anima.



    non+autenticato

  • Non sono il tipo a cui hai risposto, ma noto che gia' piu' volte (immagino tu sia sempre lo stesso) estrapoli pezzi di thread per aprirne uno nuovo. Su usenet saresti gia' stato preso a calci. Netiquette, questa sconosciuta.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > estrapoli pezzi di thread per
    > aprirne uno nuovo. Su usenet saresti gia'
    > stato preso a calci.

    chiedo scusa, non volevo creare imbarazzo nel N.G.

    non faro' piu'


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > il brutto di linux e' che ce ne sono un
    > casino di versioni,
    > > tutte diverse
    >
    > questa tua affermazione mostra come tu ne
    > sappia ancora poco di linux. Dovresti
    > spendere qualche ora (e un po di voglia) ad
    > installarne un paio diverse ed iniziare a
    > scoprire le differenze esistenti tra loro.
    >
    > Red Hat ha dei pregi che Mandrake non ha.
    > Pero' anche Mandrake ha delle qualita' non
    > presenti in Suse. Suse e' a sua volta
    > diverso per installazione e feature da
    > Slackware...
    >
    > Ma se tu non hai voglia di passare qualche
    > ora (e farti venire un po di voglia) ad
    > iniziare a conoscere questi sistemi, a
    > mettere le mani in pasta perche' sei
    > abituato alla pappa pronta di zio bill (gia'
    > pronta ma piena di ingredienti segreti di
    > scarsa qualita')... beh.. continuerai a
    > vivere pensando che tutto il resto sia
    > peggio e denigrandolo, oltre che facendo
    > affermazioni senza reali fondamenti.
    >
    > Mi dispiace per te... e tanto, perche' non
    > avere curiosita' e desiderio di imparare
    > cose nuove vuol dire essere gia' un po
    > "morti" dentro, nell'anima.

    Io NON VOGLIO diventare un esperto di PC esattamente come non voglio diventare un esperto di home theater quando vedo un film o un esperto di telefonia mobile quando faccio una telefonata sul cellulare.

    Per me il PC è uno strumento per far girare le applicazioni che mi servono. Punto e basta. Se devo leggere il manuale utente posso ancora capirlo, ma mettermi a fare lo smanettone per scrivere una mail, navigare in internet o scaricare e stampare le mie foto non è accettabile.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > ma mettermi a fare lo
    > smanettone per scrivere una mail, navigare
    > in internet o scaricare e stampare le mie
    > foto non è accettabile.

    Non sono quello a cui hai risposto.

    Per fare le semplici operazioni che descrivi qui sopra non devi affatto "smanettare".

    In ogni caso non sei nella posizione per dire la tua su un argomento che (sempre per TUA ammissione) non conosci.

    Coerenza ragazzi.

    saluti.
    Luca
    non+autenticato
  • Le applicazioni Open source (e proprietarie) in Linux che vanno a rimpiazzare quelle funzionanti in Winzzzozzz sono armai tali da far sembrare illusorio ogni tentativo di far sembrare Linux generalmente più costoso di Windowzzz.

    http://linuxshop.ru/linuxbegin/win-lin-soft-italia.../

    e la lista si allunga....


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Le applicazioni Open source (e
    > proprietarie) in Linux che vanno a
    > rimpiazzare quelle funzionanti in Winzzzozzz
    > sono armai tali da far sembrare illusorio
    > ogni tentativo di far sembrare Linux
    > generalmente più costoso di Windowzzz.
    >
    > http://linuxshop.ru/linuxbegin/win-lin-soft-i
    >
    > e la lista si allunga....


    Anche se vai in un negozio di giocattoli trovi macchine generalmente piu' economiche di una concessionaria della BMW.
    non+autenticato
  • > Anche se vai in un negozio di giocattoli
    > trovi macchine generalmente piu' economiche
    > di una concessionaria della BMW.

    L'esempio è completamente fuori luogo, in poche parole dici che Gnu/Linux sia un giocattolo, personalmente trovo assolutamente privo di fondamento quello che hai scritto.

    Quello che spesso, troppo spesso, viene dimenticato è che il punto forze di Gnu/Linux non è certo che è gratuito, ma il fatto che sia Free (libero).
    _______________________________________________
    Per chi non sa usare (e non vuole imparare), tutto fa schifo...
  • I Punti deboli di Linux sono:
    1) ce ne sono un casino di versioni, tutte diverse, che non sempre soddisfano tutte le necessita` di una persone, a volte sarebbe meglio fondere piu` distribuzioni assieme.
    2) a Linux ti tocchera` sempre abbinare tanti altri programmi, e se uno richiede il massimo della qualita`, spesso non trova programmi Open, e quando non sono Open, ha bisogno di un Emulatore, il che la trovo una grossa Rottura.
    3) Poi, come ho gia` detto in passato, se uno si accontenta ed ha una grande pazienza di stare li` a configurarsi tutto ... beh, avra` la soddisfazione di essere martire di Linux.
    Personalmente, preferisco le cose pratiche, preferisco dare una stidiacchiata a Windows XP, e poi in un attimo ci installi l'impossibile.
    Crazy
    1945

  • - Scritto da: Crazy
    > Personalmente, preferisco le cose pratiche,
    > preferisco dare una stidiacchiata a Windows
    > XP, e poi in un attimo ci installi
    > l'impossibile.

    Il problema è disinstallarla la roba che ci metti dentro......
    Il sistema di installazione e disinstallazione di Windows è ridicolmente antiquato e farraginoso, per non dire ampiamente fallace.
    L'unico modo decente per installare un'applicazione è prendere la sua icona e (con il semplice drag&drop) trascinarla nella posizione preferita sull' Hard Disk.
    Per disinstallarla basta prendere la sua icona e buttarla nel cestino.
    Nessun registro che si sporca significa nessun registro che rallenta il sistema...
    Puoi fare questo su Wincrost? No, perché non è un S.O. ma una bella presa in giro.
    non+autenticato

  • Un vero esperto abbiamo qui! Complimenti, mio cugino di 3 anni ne sa di piu'!

    - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Crazy
    > > Personalmente, preferisco le cose
    > pratiche,
    > > preferisco dare una stidiacchiata a
    > Windows
    > > XP, e poi in un attimo ci installi
    > > l'impossibile.
    >
    > Il problema è disinstallarla la roba che ci
    > metti dentro......
    > Il sistema di installazione e
    > disinstallazione di Windows è ridicolmente
    > antiquato e farraginoso, per non dire
    > ampiamente fallace.
    > L'unico modo decente per installare
    > un'applicazione è prendere la sua icona e
    > (con il semplice drag&drop) trascinarla
    > nella posizione preferita sull' Hard Disk.
    > Per disinstallarla basta prendere la sua
    > icona e buttarla nel cestino.
    > Nessun registro che si sporca significa
    > nessun registro che rallenta il sistema...
    > Puoi fare questo su Wincrost? No, perché non
    > è un S.O. ma una bella presa in giro.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Un vero esperto abbiamo qui! Complimenti,
    > mio cugino di 3 anni ne sa di piu'!


    Grazie del complimento! Da uno che non sa nemmeno quotare mi aspettavo di peggio....

    Ora spiegami cosa intendevi dire con il tuo inutile post, datoi che con il Mac si installa e disinstalla in quel modo dal 1984.....




    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Crazy
    > > > Personalmente, preferisco le cose
    > > pratiche,
    > > > preferisco dare una stidiacchiata a
    > > Windows
    > > > XP, e poi in un attimo ci installi
    > > > l'impossibile.
    > >
    > > Il problema è disinstallarla la roba che
    > ci
    > > metti dentro......
    > > Il sistema di installazione e
    > > disinstallazione di Windows è ridicolmente
    > > antiquato e farraginoso, per non dire
    > > ampiamente fallace.
    > > L'unico modo decente per installare
    > > un'applicazione è prendere la sua icona e
    > > (con il semplice drag&drop) trascinarla
    > > nella posizione preferita sull' Hard Disk.
    > > Per disinstallarla basta prendere la sua
    > > icona e buttarla nel cestino.
    > > Nessun registro che si sporca significa
    > > nessun registro che rallenta il sistema...
    > > Puoi fare questo su Wincrost? No, perché
    > non
    > > è un S.O. ma una bella presa in giro.
    non+autenticato
  • > Ora spiegami cosa intendevi dire con il tuo
    > inutile post, datoi che con il Mac si
    > installa e disinstalla in quel modo dal
    > 1984.....

    nulla vieta di farlo nel medesimo modo anche
    con Windows, peccato che le software house
    hanno deciso di usare componenti e quant'altro
    che devono essere noti al sistema.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Crazy
    > I Punti deboli di Linux sono:
    > 1) ce ne sono un casino di versioni, tutte
    > diverse, che non sempre soddisfano tutte le
    > necessita` di una persone, a volte sarebbe
    > meglio fondere piu` distribuzioni assieme.
    > 2) a Linux ti tocchera` sempre abbinare
    > tanti altri programmi, e se uno richiede il
    > massimo della qualita`, spesso non trova
    > programmi Open, e quando non sono Open, ha
    > bisogno di un Emulatore, il che la trovo una
    > grossa Rottura.
    > 3) Poi, come ho gia` detto in passato, se
    > uno si accontenta ed ha una grande pazienza
    > di stare li` a configurarsi tutto ... beh,
    > avra` la soddisfazione di essere martire di
    > Linux.
    > Personalmente, preferisco le cose pratiche,
    > preferisco dare una stidiacchiata a Windows
    > XP, e poi in un attimo ci installi
    > l'impossibile.

    non preoccuparti, tra poco con l'architettura palladium
    potrai installare SOLO ciò che M$ vuole...

    e poi visto che la maggior parte dei winzozzari
    usa roba copiata prevedo che avrete una brutta
    sorpresa; non vi ci vedo TUTTI QUANTI a spendere
    600 euro per office...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Crazy
    >
    > 1) ce ne sono un casino di versioni, tutte
    > diverse,

    questa tua affermazione mostra come tu ne sappia ancora poco di linux. Dovresti spendere qualche ora (e un po di voglia) ad installarne un paio diverse e iniziare a scoprire le differenze esistenti tra loro.
    Red Hat ha dei pregi che Mandrake non ha. Pero' anche Mandrake ha delle qualita' che Suse non ha. Suse e' a sua volta diverso per installazione e feature da Slackware..

    Ma se tu non hai voglia di passare qualche ora (e farti venire un po di voglia) di iniziare conoscere quesri sistemi, di mettere le mani in pasta perche' sei abituato alla pappa pronta di zio bill... beh.. continuerai a vivere pensando che tutto il resto e' peggio e a denigrarlo oltre che a fare affermazioni senza reali fondamenti...

    Mi dispiace tanto per te, perche' non avere curiosita' e desiderio di imparare cose nuove vuol dire essere gia' un po "morti" dentro, nell'anima.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > questa tua affermazione mostra come tu ne
    > sappia ancora poco di linux.

    e tu pochissimo di windows.

    > Ma se tu non hai voglia di passare qualche
    > ora (e farti venire un po di voglia) di
    > iniziare conoscere quesri sistemi, di
    > mettere le mani in pasta perche' sei
    > abituato alla pappa pronta di zio bill...
    > beh.. continuerai a vivere pensando che
    > tutto il resto e' peggio e a denigrarlo
    > oltre che a fare affermazioni senza reali
    > fondamenti...

    Perchè non fai altrettanto con windows ? Intendo spendere tempo e studiare ? Stai esattamente denigrando (come tu lamenti) senza reale fondamento. Il fatto che la pappa pronta (come tu la chiami) sia anche (n.b. anche) una delle features di Windows ciò non vuol dire che sia autorizza il cervello dell'utente ad azzerarsi. Oppure tu eri un Utonto dal Wizard facile ? C'è davvero voluto un sistema molto più ostico per farti svegliare ?

    > Mi dispiace tanto per te, perche' non avere
    > curiosita' e desiderio di imparare cose
    > nuove vuol dire essere gia' un po "morti"
    > dentro, nell'anima.

    Sante parole.... le hai mai rivolte a te stesso ?
    Anlan
    1327
  • A me è convenuto visto che lo utilizzo come desktop oramai da diversi anni senza alcun problema. Ho risparmiato diversi soldi sulla licenza del sistema operativo, ma soprattutto ho contribuito (secondo le mie modeste possibilità) allo sviluppo ed alla diffusione del software libero a differenza di Microsoft che impone licenze capestro.
    non+autenticato
  • Prima di cantare Vittoria, aspetta, aspetta di dover cambiare qualche pezzo, o di installare qualche programma non Open, e poi mi racconti OK
    Crazy
    1945
  • Non vedo perché dovrei installare programmi non open. Ci sono programmi liberi che in ambito desktop soddisfano praticamente ogni tipo di utenza. Word processor, fogli di calcolo, masterizzazione, film, audio, office, ecc., ecc., ecc.. Sono oltre quattro anni che utilizzo ESCLUSIVAMENTE GNU/Linux sul mio computer di casa senza riscontrare nessuno dei problemi di cui parli.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Crazy
    > Prima di cantare Vittoria, aspetta, aspetta
    > di dover cambiare qualche pezzo, o di
    > installare qualche programma non Open, e poi
    > mi racconti OK

    e tu aspetta che arrivi palladium, così controlleranno ogni bit che esce o entra nel tuo PC

    contento tu...
    non+autenticato
  • Ciao

    - Scritto da: Crazy
    > Prima di cantare Vittoria, aspetta, aspetta
    > di dover cambiare qualche pezzo, o di
    > installare qualche programma non Open, e poi
    > mi racconti OK

    ????????????????

    Scusa ma sinceramente non ho capito cosa intendi?, non vedo che problema ci sia per l'hardware, basta solo evitare winhardware e cosa intendi quando parli di programmi non Open?, che problemi dovrebbero poi dare?,

    ciao
    _______________________________________________
    Per chi non sa usare (e non vuole imparare), tutto fa schifo...

  • - Scritto da: Crazy
    > Prima di cantare Vittoria, aspetta, aspetta
    > di dover cambiare qualche pezzo,

    ROTFL ! Ho qualche amico che ha problemi a far funzionare diversi device su win XP... potresti mica andarglielo a dire te che i driver non esistono ?

    > o di
    > installare qualche programma non Open, e poi
    > mi racconti OK

    Quelle poche volte che l'ho fatto piu' per curiosita' che per necessita, mai avuto problemi.

    Te evidentemente ne hai avuti, visto che dici cosi', e evidentemente ci potrai dire almeno con quali e programmi e quali distribuzioni.

    O dobbiamo pensare che sia una trollata come un'altra ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Crazy
    > Prima di cantare Vittoria, aspetta, aspetta
    > di dover cambiare qualche pezzo,

    fatto: ho installato un nuovo mouse ps2 che è stato riconosciuto come il primo

    > o di
    > installare qualche programma non Open,

    Fatto: ho installato Acrobat Reader (notoriamente non-open) senza spendere un eutocent


    > e poi
    > mi racconti OK

    t'ho raccontato.

    Risultato finale. Linux conviene


    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | Successiva
(pagina 1/9 - 42 discussioni)