Mauro Vecchio

USA, chi causa del login pianga se stesso

La Superior Court del New Jersey libera un professore locale dalle accuse di una collega. Leggere la posta altrui non reato se la casella stata lasciata aperta dimenticando di effettuare le operazioni di logoff

Roma - Protagonista della vicenda, un professore del New Jersey, accidentalmente capitato davanti allo schermo di un computer scolastico. Una collega di nome Linda Marcus si è da poco allontanata dimenticando di effettuare le operazioni di logoff dalla sua casella di posta elettronica. Wayne Rogers non resiste alla sua curiosità, in particolare per la presenza di uno scambio di missive che lo riguarda in prima persona.

" così falso, come passato al lato oscuro - scrive Linda Marcus a proposito del suo collega - Non gli dirò mai la verità. Non potrebbe reggerla perché è semplicemente troppo stupido. Ci vediamo dopo". Adirato, Rogers decide di stampare il messaggio di posta e presentarlo all'attenzione della sua collega chiedendo spiegazioni. La donna non la prende affatto bene e avvia una causa legale contro il professore.

Stando alle leggi in vigore nello stato del New Jersey, una persona può essere condannata per l'accesso volontario e non autorizzato ad un servizio fornito a mezzo elettronico. Come ad esempio leggendo le email di un'altra persona. A sorpresa, un giudice locale stabilisce che è stata Linda Marcus e non Rogers ad accedere tecnicamente ai servizi di Yahoo!.
In altre parole, il professore statunitense non avrebbe manomesso l'account di posta della collega, dal momento che è capitato casualmente davanti al computer. La dimenticanza di Linda Marcus avrebbe in qualche modo facilitato la visione dello scambio di email. La giuria della Superior Court del New Jersey ha addirittura deciso che Rogers sia stato "tacitamente autorizzato" dalla dimenticanza della collega.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
10 Commenti alla Notizia USA, chi causa del login pianga se stesso
Ordina
  • Ma che caz.. di sentenza è ?
    "La dimenticanza di Linda Marcus avrebbe in qualche modo facilitato la visione dello scambio di email"
    e ne avrebbe facilitato anche la stampa, l'inoltro e chissà cos'altro ha fatto sul computer ?

    La corrispondenza privata è inviolabile, questo è, o meglio ormai era, uno dei pochi diritti di cui godiamo oggi, cerchiamo di non perderlo
    non+autenticato
  • Altrimenti, potrei fare del male a persone che mi stanno antipatiche semplicemente facendo in modo di lasciare la mia posta aperta, e aspettare che la leggano.
  • - Scritto da: Francesco_Holy87
    > Altrimenti, potrei fare del male a persone che mi
    > stanno antipatiche semplicemente facendo in modo
    > di lasciare la mia posta aperta, e aspettare che
    > la
    > leggano.

    C'e' da capire pero' se e' chiara la differenza tra un client di posta gia' aperto, e un client di posta che apre in automatico l'account.

    E anche lo stesso client di posta aperto ma iconizzato oppure ricoperto da altre finestre (o in un tab diverso in caso di browser).

    Cioe', ci sono sfumature che il progredire delle interfacce rendera' sempre piu' sfumate...

    Secondo me se uno guarda quello che c'e' sullo schermo senza inviare alcun comando al sistema, puo' benissimo rientrare nella casistica in oggetto, ma se qualcuno invece interagisce con quel sistema lasciato momentaneamente incustodito, per poter carpire informazioni in piu' di quelle che compaiono sul monitor in quel momento, allora c'e' del dolo.

    Come questo dolo debba poi essere perseguito non e' affar mio.
    Io il mio computer lo locko sempre quando mi allontano, quindi il problema non si pone.
  • - Scritto da: panda rossa
    > C'e' da capire pero' se e' chiara la differenza
    > tra un client di posta gia' aperto, e un client
    > di posta che apre in automatico l'account.
    In ambo i casi io ho avuto accesso al tuo profilo, ergo:
    1) io non sono stupido qunto tu credi;
    2) tu sei un idiota incapace a bloccare il tuo account;

    > Secondo me se uno guarda quello che c'e' sullo
    > schermo senza inviare alcun comando al sistema,
    > puo' benissimo rientrare nella casistica in
    > oggetto, ma se qualcuno invece interagisce con
    > quel sistema lasciato momentaneamente
    > incustodito, per poter carpire informazioni in
    > piu' di quelle che compaiono sul monitor in quel
    > momento, allora c'e' del dolo.
    Certo, come quelli che si scrivono il pin del bancomat sull'oggetto stesso e poi si lamentano se gli azzerano il conto.
    L'occasione fa l'uomo ladro e ogni giorno la mamma degli idioti è incinta
    >
    > Come questo dolo debba poi essere perseguito non
    > e' affar mio.
    > Io il mio computer lo locko sempre quando mi
    > allontano, quindi il problema non si
    > pone.
    Questo è il minimo quando vuoi preservare i tuoi dati, altrimenti mi sorge il sospetto che ci sia volonta a portare le persone ad eseguire certe operazioni
    non+autenticato
  • - Scritto da: Si fa freddo

    > Questo è il minimo quando vuoi preservare i tuoi
    > dati, altrimenti mi sorge il sospetto che ci sia
    > volonta a portare le persone ad eseguire certe
    > operazioni

    No ciccio.
    Se io lascio il computer non lockato in quei 2 minuti in cui mi assento per andare in bagno o al caffe', questo non ti autorizza implicitamente a ficcanasare.

    Se lo fai stai tenendo un comportamento non corretto, a prescindere da quello che stabilisce la legge, che in questo contesto non c'entra.

    Lasciare il computer aperto, momentaneamente incustodito, non e' istigazione di niente.

    E' come lasciare la borsetta sul tavolo.
    Se ci frughi dentro ti stai comportando male.
  • asp. un attimo qui non stimo parlando di una postazione personale ma di un pc a disposizione di tutti.
    E ovvio che se becco uno che mi sficanasa sulla mia postazione altro che giudice li volano i calci,ma se io accedendo ad una macchina condivisa lascio la mia posta aperta allora non posso che darmi dell'imbecixxxx
  • se la leggono allora è giusto denunciarli. Se il client di posta è aperto sul computer possono sempre chiuderlo oltre al fatto che possono anche evitare di andare sul computer di altri a curiosare.

    Io personalmente avrei denunciato il professore per essersi messo alla mia postazione senza autorizzazione!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > se la leggono allora è giusto denunciarli.
    Se tu non blocchi la tua postazione lasciandola è come lasciare il tuo diario aperto sul tavolo, solo il buon gusto mi evita di leggerlo, ma nessuna legge mi obbliga a chiudere gli occhi.
    > Se il client di posta è aperto sul computer possono
    > sempre chiuderlo oltre al fatto che possono anche
    > evitare di andare sul computer di altri a
    > curiosare.
    Già, facile scaricare sempre la propria negligenza sugli altri ...
    Ti costa tanto lockare la macchina quando stacchi? Due tasti (per win) e la macchina è bloccata, altrimenti non rompere.
    > Io personalmente avrei denunciato il professore
    > per essersi messo alla mia postazione senza
    > autorizzazione!
    Vai tranquillo, le sentenza è già scritta, per gli USA, qui da noi ti ridono anche dietro ...
    non+autenticato
  • Si si, allora che ne dici di certi sistemisti che si sentono autorizzati a sedersi a qualsiasi pc gli capita sotto mano quando hanno bisogno di fare qualche operazione? Ne ho visti parecchi. Colleghi che escono un attimo dalla stanza e rientrando trovavano il sistemista tutto tranquillo a farsi gli affari suoi sul pc...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Si si, allora che ne dici di certi sistemisti che
    > si sentono autorizzati a sedersi a qualsiasi pc
    > gli capita sotto mano quando hanno bisogno di
    > fare qualche operazione? Ne ho visti parecchi.
    > Colleghi che escono un attimo dalla stanza e
    > rientrando trovavano il sistemista tutto
    > tranquillo a farsi gli affari suoi sul
    > pc...

    Il collega che esce dalla stanza e' tenuto a lockare la propria postazione: lo prevedono TUTTE le policy aziendali.

    Dopodiche' deciditi sul sistemista: ha bisogno di fare qualche operazione o deve farsi gli affari suoi?

    Perche' io dubito assai che un sistemista faccia gli affari suoi sul pc di un collega.
    Un test invece e' all'ordine del giorno.