Mauro Vecchio

Apple ci ripensa su EPEAT

Clamorosa marcia indietro della Mela. Uno sbaglio ritirarsi dal sistema di rating di EPEAT. L'intera gamma di device verrà sottoposta alla valutazione ambientale. Anche se il metodo è obsoleto

Roma - A volte l'errore scappa. Apple ammette di aver sbagliato in seguito al discusso ritiro dei suoi prodotti high-tech dal registro nazionale dell'Electronic Product Environmental Assessment Tool (EPEAT), il sistema di rating per l'eco-compatibilità dei dispositivi elettronici. "Riconosco che è stato un errore", ha spiegato il vicepresidente della divisione hardware engineering Bob Mansfield.

Il colosso di Cupertino ha così deciso di ripresentare i suoi device ai meccanismi di valutazione per la tutela ambientale nei settori desktop, notebook e display. "È importante sapere che il nostro impegno per l'ambiente non è mai cambiato - ha sottolineato Mansfield in una recente lettera aperta pubblicata sul sito aziendale - e oggi è più forte che mai. Apple produce i prodotti più responsabili del settore".

Non esattamente un'ammissione di colpevolezza. I vertici della Mela hanno infatti ribadito i progressi fatti in specifiche aree non ancora incluse negli standard di valutazione di EPEAT. A titolo d'esempio, "Apple ha guidato l'industria nella rimozione di tossine dannose come il cloruro di polivinile (PVC)". Rimuovendo plastica superflua, in favore di materiali altamente riciclabili, più duraturi ed efficienti.
Lo stesso Mansfield ha ribadito l'approccio globale sostenuto da Apple alla misurazione dell'impatto ambientale con il rispetto degli stringenti standard di efficienza energetica supportati dal governo statunitense, Energy Star 5.2. "Crediamo che lo standard IEEE 1680.1 rappresenti una forza superiore per la protezione dell'ambiente, ma solo se aggiornato per includere altre forme avanzate".

In sostanza, il gigante californiano continua a non essere convinto degli standard EPEAT. Perchè allora annullare una decisione presa appena una settimana fa? Il Dipartimento Ambientale di San Francisco aveva già fatto sapere che la Mela non avrebbe potuto vendere i suoi prodotti alle 50 agenzie cittadine. Mansfield ha invece citato "critiche piovute sull'azienda da parte dei consumatori".

Mauro Vecchio
Notizie collegate
71 Commenti alla Notizia Apple ci ripensa su EPEAT
Ordina
  • Finché i processi decisionali per l'assegnazione di una qualifica green non saranno trasparenti e accessibili alla gente, l'opinione pubblica per quanto disposta a esercitare il suo peso per la tutela dell'ambiente sarà trascinata dietro cause sbagliate. Ce la siamo presa con Apple perché è uscita dal marchio Epeat, ora perché non dovremmo prendercela con Greenpeace, che utilizza i dati in maniera errata per fare apparire meno verde la Mela: http://www.creuzanews.com/?p=1459… Il rischio è che questo slancio positivo si perda nella disillusione del solito qualunquismo disfattista
  • ...se la danno i produttori, poi EPEAT verifica ed eventualmente corregge.

    Questo succede ad esempio con il MacBookPro Retina:
    "Secondo la Electronics TakeBack Coalition il prodotto però non può avere tali punteggi, perché non rispetterebbe due dei criteri base della certificazione, cioè una facile rimozione della scocca esterna con strumenti di facile reperibilità e l'individuazione e rimozione dei componenti con elementi nocivi. Secondo Barbara Kyle, autrice della disamina, è stata Apple stessa ad assegnarsi il bollino Gold."

    Ora il macbookpro retina é un prodotto destinato alla nicchia (alte prestazioni, alto costo, etc...) quindi credo che ne venderanno, in confronto ad altri prodotti apple, in quantitá "minori".
    Il "danno ecologico" sará limitato...
  • > Ora il macbookpro retina é un prodotto destinato
    > alla nicchia (alte prestazioni, alto costo,
    > etc...) quindi credo che ne venderanno, in
    > confronto ad altri prodotti apple, in quantitá
    > "minori".
    > Il "danno ecologico" sará limitato...
    Penso proprio il contrario.
    Il MBP retina è il primo di una nuova serie che sostituirà gli attuali MBP.

    Tra l'altro, dopo anni di tentativi, oggi altri produttori copiano i Macbook Air di Apple con gli ultrabook, mi aspetto che in futuro copino anche i portatili con il retina.

    ...sì copieranno proprio lo stesso retina che oggi qui sul forum si indica come inutile. Quando lo metteranno gli altri produttori, sarà la norma per tutti.
    non+autenticato
  • Non credo che si metta in discussione l'utilità del display Retina, ma se non sto dicendo scemenze, solo Apple ha i diritti per usarlo, o sto sbagliando?
  • - Scritto da: Francesco_Holy87
    > Non credo che si metta in discussione l'utilità
    > del display Retina, ma se non sto dicendo
    > scemenze, solo Apple ha i diritti per usarlo, o
    > sto
    > sbagliando?
    Stai dicendo scemenze: come hanno copiato iOS, iPhone, iPad, arrivando a copiare addirittura la disposizione del contenuto della confezione dei prodotti Apple, così copieranno il retina display e qualsiasi altra cosa facca l'azienda di Cupertino.

    E' nell'ordine delle cose.
    non+autenticato
  • Apple non produce monitor, li ordina e poi li assembla... quindi basta dire c4zz4te


    - Scritto da: Dodge
    > - Scritto da: Francesco_Holy87
    > > Non credo che si metta in discussione
    > l'utilità
    > > del display Retina, ma se non sto dicendo
    > > scemenze, solo Apple ha i diritti per
    > usarlo,
    > o
    > > sto
    > > sbagliando?
    > Stai dicendo scemenze: come hanno copiato iOS,
    > iPhone, iPad, arrivando a copiare addirittura la
    > disposizione del contenuto della confezione dei
    > prodotti Apple, così copieranno il retina display
    > e qualsiasi altra cosa facca l'azienda di
    > Cupertino.
    >
    > E' nell'ordine delle cose.
    non+autenticato
  • - Scritto da: orcoiPoD
    > Apple non produce monitor, li ordina e poi li
    > assembla... quindi basta dire
    > c4zz4te
    e, secondo te, perché solo Apple ha tali monitor?
    Sarà che è l'unica che ha avuto l'idea e la forza per imporsi sui fornitori per avere quei monitor?

    Samsung, che produce direttamente monitor, perché non ha ancora i retina display fra i suoi portatili? Sarà che non ne aveva alcuna intenzione, né vi trovava utilità?
    Vedrai invece che tra non molto Samsung comincerà a produrli per sé stessa.
    non+autenticato
  • Perchè Apple è un ottimo trampolino di lancio, che Samsung sfrutta con buona abilità, e sopporta pure con pazienza le cause di apple. L'importante sono i ricavi, e apple consente dei bei ricavi per ora....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Licenza poetica
    > - Scritto da: orcoiPoD
    > > Apple non produce monitor, li ordina e poi li
    > > assembla... quindi basta dire
    > > c4zz4te
    > e, secondo te, perché solo Apple ha tali monitor?
    > Sarà che è l'unica che ha avuto l'idea e la forza
    > per imporsi sui fornitori per avere quei
    > monitor?
    >
    > Samsung, che produce direttamente monitor, perché
    > non ha ancora i retina display fra i suoi
    > portatili? Sarà che non ne aveva alcuna
    > intenzione, né vi trovava
    > utilità?
    > Vedrai invece che tra non molto Samsung comincerà
    > a produrli per sé
    > stessa.

    Non può. E' una produzione su commissione specifica.
    maxsix
    9440
  • - Scritto da: Francesco_Holy87
    > Non credo che si metta in discussione l'utilità
    > del display Retina, ma se non sto dicendo
    > scemenze, solo Apple ha i diritti per usarlo, o
    > sto
    > sbagliando?

    No non sbagli. Apple detiene i brevetti concettuali e il trademark della parola "retina" (si vabbo questo anche inutile).
    Non per niente gli altri cercano un alternativa come i vari O-led e minchi vari.

    Comunque il display retina del MBP è prodotto da LG. Samsung fa quelli degli ipad.
    E sono produzione su commissione.

    http://en.wikipedia.org/wiki/Retina_display
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 17 luglio 2012 12.22
    -----------------------------------------------------------
    maxsix
    9440
  • Ma il "progetto", la proprietà intellettuale della tecnologia dei display Retina, di chi è?
  • - Scritto da: Francesco_Holy87
    > Ma il "progetto", la proprietà intellettuale
    > della tecnologia dei display Retina, di chi
    > è?

    Apple (non riesco a trovarti il link al brevetto).
    Ma la prova è che le specifiche e la progettualità è data attualmente a 3 fornitori, samsung, lg e sharp.

    E' vero pure che per il momento, samsung a livello di fornitura la fa da padrone in quanto è l'unica a star dentro agli standard qualitativi e di difettosità imposti dal committente (Apple appunto).
    maxsix
    9440
  • Che immagine da difendere potrebbe mai avere apple? Un'azienda che copia i propri dispositivi dai film di fantascienza anni '70, che utilizza schiavi in mega-città fabbrica cinesi con tassi di suicidio tra i più alti al mondo per poi vendere i suoi "prodotti rivoluzionari" a prezzo centuplicato. Il motivo è prettamente ECONOMICO.
    non+autenticato
  • Dimenticavo la storia del rettangolo, come se si potesse accampare un diritto d'autore su una figura geometrica.
    non+autenticato
  • - Scritto da: contrario alla policy
    > Dimenticavo la storia del rettangolo, come se si
    > potesse accampare un diritto d'autore su una
    > figura
    > geometrica.
    ha ha ha! si si, hai ragione!
    Poverino.
    Non esiste una ditta multinazionale che non abbia affari sporchi.
    Dalla Apple alla Microsoft, passando per la Samsung.
    Ognuno con i propri scheletri nell'armadio.
    Almeno io ammetto che non è tutto oro quel che è Apple, qualcuno di voi è in grado di ammettere i difetti delle altre?
    No, è più facile accusare la maggior parte delle volte Apple.
    ed intanto le fate pubblicità
    PS: se non altro i suoi prodotti valgono. A voi l'illusione che la concorrenza sia superiore.Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: iThinkDiffe rent

    > Almeno io ammetto che non è tutto oro quel che è
    > Apple, qualcuno di voi è in grado di ammettere i
    > difetti delle altre?

    Nessuno é senza peccato. Poi c'é peccato e peccato!

    > No, è più facile accusare la maggior parte delle
    > volte Apple.

    Apple fa notizia Sorride

    > ed intanto le fate pubblicità

    Vero.

    > PS: se non altro i suoi prodotti valgono. A voi
    > l'illusione che la concorrenza sia superiore.
    >Sorride

    Valgono di sicuro, ma non il prezzo a cui sono venduti.
    Poi c'é chi li compra...
  • > Nessuno é senza peccato. Poi c'é peccato e
    > peccato!
    Dipende sempre dai peccati che si vogliono vedere. Foxconn fa componenti per le più grandi aziende. La gente si suicida e salta fuori il nome della Apple, perchè fa più notizia. Nel frattempo le altre continuano tranquillamente ad averci a che fare.
    Chi è che ha lo scheletro più grosso nell'armadio?
    Noi possiamo saperlo o ci fidiamo ciecamente dei mass-media?

    >
    > Apple fa notizia Sorride

    Quindi questa sarebbe una colpa?

    > Valgono di sicuro, ma non il prezzo a cui sono
    > venduti.
    > Poi c'é chi li compra...
    Io avevo un PC con Windows (Adobe CSx gira su M$ e su Apple e basta).
    Con Windows ho cambiato 2 PC in un anno (Sfortuna?!)
    Sono passato ad Apple, 4 anni fa, ed ho ancora quello. Mai perso un lavoro.
    2 PC = 850 Euro (in un anno)
    1 iMac = 1100 (4 anni)
    beh, secondo me ho risparmiato.
    non+autenticato
  • .
    > 2 PC = 850 Euro (in un anno)
    > 1 iMac = 1100 (4 anni)
    > beh, secondo me ho risparmiato.

    potevi prendere 1 mac da 425 Euro e vedere quanto ti durava...
    non+autenticato
  • - Scritto da: blix
    > .
    > > 2 PC = 850 Euro (in un anno)
    > > 1 iMac = 1100 (4 anni)
    > > beh, secondo me ho risparmiato.
    >
    > potevi prendere 1 mac da 425 Euro e vedere quanto
    > ti
    > durava...

    Forse un PC con Windows da 800 durava di più, ma quel che più pecca è sempre il sistema operativo.
    Per uno che non vuol mettere tanto mano nel SO per ignoranza (d'altro canto devo lavorare con i prodotti installati, non correr dietro ai malfunzionamenti del SO) iOs è un toccasana, molto più stabile di Windows.
    Mi piace anche Linux, ma purtroppo su di esso non girano i prodotti con cui lavoro.
    non+autenticato
  • precisazioni pignole:
    - se lavori su mac allora stai usando OSX e non iOS (se ti sentisse ruppolo!!!)
    - info di servizio: su Linux prova ad informarti su GIMP (se linux ti garba, passare ad un software gratuito mi pare meglio che al sapor di melaOcchiolino )
  • Se ha necessità di CSx di Adobe, penso che non puoi azzopparlo con GIMP.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rover
    > Se ha necessità di CSx di Adobe, penso che non
    > puoi azzopparlo con
    > GIMP.

    se ha necessità di CSx è meglio che passa a windows allora
    non+autenticato
  • tanto per capire: Gimp, almeno sotto linux, è un'alternativa valida a photoshop? e, tenendo conto che sarebbe solo uno sfizio tanto per imparare qualcosa in più, cosa mi consigliate? (al netto del mulo e dei torrent)
  • credo che il motivo sia si economico, ma legato più all'impatto negativo che cominciavano ad avere sull'immagine.
    L'ambiente è un argomento da tutti molto sentito, togliersi da uno standard seppur obsoleto è una mossa un po' azzardata.
    Non so, dopo Jobs ci sono scelte della mela che non mi convincono.
    non+autenticato
  • immagino che anche tu dopo aver sentito jobs abbia imparato ad impugnare uno smartphone, ma facevano corsi appositamente per applefans?
    non+autenticato
  • uno standard "green" può diventare obsoleto solo se ne spunta uno più "stretto" (tipo le normative EURO 1 2 ecc.) un automobile euro 4 è ANCHE 1 2 e 3, apple avrebbe dovuto dire "i nostri prodotti sono EPEAT ed in più..."
    non+autenticato
  • È bastato che una certa città (una sola) abbia detto "bye bye Apple" che tutto di un tratto si torna indietro e con tante scuse.

    Ho come la sensazione che il buon vecchio Tim abbia calciorotato qualcuno fuori dai piedi per questa fesseria...
    non+autenticato
  • - Scritto da: crumiro
    >
    > È bastato che una certa città (una sola)
    > abbia detto "bye bye Apple" che tutto di un
    > tratto si torna indietro e con tante
    > scuse.

    ho letto che i mac rappresentavano una piccola percentuale in quegli uffici..

    escluderei proprio una motivazione economica
  • è SOLO un motivo economico, ovviamente non legato a pochi mac venduti a San F.
    non+autenticato
  • - Scritto da: gnammolo
    >
    > è SOLO un motivo economico, ovviamente non legato
    > a pochi mac venduti a San F.

    sì mi sono espresso male per dire la stessa cosa che hai scritto tu.. ovviamente in qualunque business ogni decisione è dettata da un motivo economico
  • Il danno di immagine è un danno economico!

    Ti sei espresso male?? Ammetti che hai sparato una razzata,
    che fai una figura migliore...
    non+autenticato
  • Un danno di immagine è un danno economico!

    E tu ammetti di aver sparato una razzata,
    saresti meno patetico... pardon, mi sono espresso male
    volevo dire che condivido.
    non+autenticato
  • Uhm... magari hanno pensato "se lo fa S.F. poi rischiamo l'effetto domino?".

    Ma soprattutto: se non è una motivazione economica... quale motivazione c'è? Hanno fatto vedere a Tim un documentario sulla caccia ai piccoli di foca e si è commosso per le sorti del pianeta?
    non+autenticato
  • - Scritto da: crumiro
    > Uhm... magari hanno pensato "se lo fa S.F. poi
    > rischiamo l'effetto
    > domino?".
    >
    > Ma soprattutto: se non è una motivazione
    > economica... quale motivazione c'è? Hanno fatto
    > vedere a Tim un documentario sulla caccia ai
    > piccoli di foca e si è commosso per le sorti del
    > pianeta?

    no scusa mi sono espresso male..
    vedi sopra
  • Ho letto, ho letto... ma avevo capito che ti eri espresso male.
    Ma mi sono dimenticato di mettere /s nella riga finaleOcchiolino
    non+autenticato
  • A proposito, leggi qui:

    http://www.tomshw.it/cont/news/i-prodotti-apple-to...

    Non è che mi sono sbagliato molto: qualcuno che se ne va c'è! Ed è quello che (sembra, alemno di facciata) ha fatto la bischerata.
    non+autenticato
  • - Scritto da: crumiro
    > È bastato che una certa città (una sola)
    > abbia detto "bye bye Apple" che tutto di un
    > tratto si torna indietro e con tante
    > scuse.
    >
    > Ho come la sensazione che il buon vecchio Tim
    > abbia calciorotato qualcuno fuori dai piedi per
    > questa
    > fesseria...

    È più facile che qualcuno, dal Wall Street, abbia minacciato di calciorotare lui...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)