Mauro Vecchio

Microsoft, il divorzio delle news online

Fine della storica partnership tra BigM e NBCUniversal. Il portale MSNBC.com avrà un nuovo indirizzo, ora controllato dal solo broadcaster di Comcast. A Microsoft vanno 300 milioni di dollari per la sua quota

Roma - Un legame storico, una delle joint-venture più antiche nella storia dell'editoria ai tempi del digitale. Dopo 16 anni di matrimonio, Microsoft e NBCUniversal (controllata dal colosso statunitense Comcast) hanno deciso di intraprendere strade diverse, staccando la spina al celebre portale d'informazione MSNBC.com.

Gli stessi vertici di NBCUniversal hanno sottolineato come tutti gli utenti della piattaforma - uno dei siti dedicati alle news con più alto traffico negli Stati Uniti e 55,7 milioni di accessi nel 2012 - verranno temporaneamente reindirizzati verso il nuovo indirizzo NBCNews.com, nome scelto per la nuova operazione di riposizionamento del marchio.

Pochi dettagli sulla pratica di separazione tra il broadcaster e il gigante di Redmond, che dovrebbe ricevere - almeno secondo voci interne - un totale di 300 milioni di dollari per la sua fetta di controllo. All'origine della partnership, BigM aveva investito 220 milioni per il 50 per cento del pacchetto MSNBC.
La notizia non ha comunque sorpreso gli analisti di mercato, dopo che la stessa Microsoft aveva ceduto nel 2005 il 32 per cento della sua quota. Dopo due anni, NBCUniversal avrebbe potuto reclamare il restante 18 per cento per avere il pieno controllo del portale d'informazione a stelle e strisce.

A detta degli osservatori, è un divorzio che soddisfa entrambe le parti. Microsoft intende lanciarsi nell'informazione online con il suo MSN, senza i vincoli imposti da NBCUniversal. La società controllata da Comcast vuole avere invece pieni poteri per la gestione del suo trafficato portale.

Mauro Vecchio
Notizie collegate