Fermato in Brasile un membro di Inferno

Jamiez, secondo la polizia, è un consulente informatico che di giorno difende il sito e il sistema di un'azienda brasiliana e di notte si dedica all'hacking di importanti siti, soprattutto USA

San Paolo (Brasile) - La locale polizia brasiliana non sembra avere dubbi sul fatto che uno degli esponenti del gruppo hacker Inferno sia anche un consulente informatico per la sicurezza in una importante azienda in Brasile. Ed è per questo che nelle scorse ore le autorità hanno provveduto all'arresto del 22enne, noto come Jamiez, e alla confisca a casa sua di due computer e di altri sistemi.

Inferno è un gruppo hacker piuttosto noto, finito sui media anche nei giorni scorsi proprio grazie a Jamiez, in una intervista a IDG. Attivo dal 1998, ai suoi componenti, che stando a Jamiez sono tutti tra i 19 e i 22 anni, vengono attribuite una serie di incursioni su alcuni importanti siti istituzionali, tra cui quelli appartenenti a NASA e NATO.

Sul destino giudiziario di Jamiez le autorità non si sono ancora espresse.