Claudio Tamburrino

UE, sospetto sulle unità ottiche

Per Bruxelles c'è rischio di un cartello. Coinvolgerebbe 13 produttori di lettori e masterizzatori ed esisterebbe da cinque anni

Roma - La Commissione Europea ha avviato un'indagine sulla supposta esistenza di un cartello nel mercato delle unità ottiche.

Coinvolti 13 produttori di lettori e masterizzatori installati nei PC: sono sospettati di aver creato un cartello sul prezzo di tali dispositivi, in particolare con l'adozione di diverse pratiche commerciali illecite negli ultimi cinque anni.

In particolare tali produttori di unità ottiche per PC si sarebbero accordati - secondo i sospetti di Bruxelles - coordinandosi per gonfiare artificialmente il prezzo offerto ai produttori di computer nel corso delle aste organizzate per aggiudicare gli appalti per la fornitura di tali device.
Se i sospetti fossero confermati, peraltro, si tratterebbe secondo la Commissione "di una delle più serie violazioni delle normative antitrust dell'Unione Europea".
I 13 produttori rimangono senza nome ma stando a tale affermazione delle autorità e a quanto riferiscono gli osservatori, tra essi vi sarebbero nomi molto importanti del mercato di settore.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • BusinessUSA, dubbi sul cartello dei libriPer il senatore Schumer l'indagine rischia di creare più danni che vantaggi per i consumatori. Un ritorno al modello wholesale minaccerebbe l'esistenza stessa dell'industria editoriale
  • AttualitàCartello LCD, patteggia anche LGIl colosso coreano è l'ennesimo grande marchio a decidere di pagare per chiudere la vertenza. Il prezzo è salato. Ma sempre meglio di un processo in piena regola
7 Commenti alla Notizia UE, sospetto sulle unità ottiche
Ordina