Claudio Tamburrino

UE: vicino l'accordo con Google

Almunia conferma in un'intervista i passi avanti fatti con i nuovi impegni assunti di Mountain View

Roma - La Commissione europea e Google sarebbero vicine a raggiungere un accordo per chiudere la vicenda antritrust che ha per oggetto il motore di ricerca e la gestione dell'advertising.

I sospetti sollevati da un manipolo di aspiranti contendenti europei (Foundem, Twenga, ejustice.fr e la coalizione Fairsearch) aveva fatto attivare l'antitrust europea: in particolare il vicepresidente della Direzione per la Concorrenza nella Commissione Europea, Joaquìn Almunia, aveva portato avanti la causa sottoponendo nuovi dubbi a Google e spingendola ad assumere nuovi impegni.

Proprio queste promesse formulate da Google sembrano aver convinto il Commissario Europeo che aveva minacciato di proseguire con il procedimento: "Consideriamo le proposte una buona base per ulteriori discussioni, abbiamo raggiunto un buon livello di accordo". (C.T.)
Notizie collegate
3 Commenti alla Notizia UE: vicino l'accordo con Google
Ordina
  • Goggle mi propone di portare tutta la posta elettronica della mia azienda in cloud sui loro server con la possibilità' di avere 25 Gb a casella e di utilizzare le google apps. Che, tra l'altro, sembrano essere un buon sostituto di office, almeno per un utilizzo non particolarmente avanzato di word ed excel. I costi sono abbordabile in rapporto ai risparmi sui costi di gestione interni. Il problema che mi pongo è il solito: c'e' da fidarsi? Ovvero, che rischi si corrono a portare dati aziendali su server ubicati negli states (privacy, sicurezza, effettiva proprietà' e controllo sui propri dati)? C'e' qualcuno che ha già' sperimentato la soluzione?
  • - Scritto da: user01
    > Goggle mi propone di portare tutta la posta
    > elettronica della mia azienda in cloud sui loro
    > server con la possibilità' di avere 25 Gb a
    > casella e di utilizzare le google apps. Che, tra
    > l'altro, sembrano essere un buon sostituto di
    > office, almeno per un utilizzo non
    > particolarmente avanzato di word ed excel. I
    > costi sono abbordabile in rapporto ai risparmi
    > sui costi di gestione interni. Il problema che mi
    > pongo è il solito: c'e' da fidarsi? Ovvero, che
    > rischi si corrono a portare dati aziendali su
    > server ubicati negli states (privacy, sicurezza,
    > effettiva proprietà' e controllo sui propri
    > dati)? C'e' qualcuno che ha già' sperimentato la
    > soluzione?

    L'unione europea ha fatto un rapporto riguardante lo spionaggion industriale da parte degli usa, la risposta breve e': "NO, non c'e' da fidarsi". Quella lunga e': http://www.privacy.it/ueechelon.html
    krane
    22544
  • Dipende...
    molte aziende estrnalizzano il servizio di posta, e sicuramente Google è uno dei migliori...
    Per il fattore sicurezza, per caso usate dei BB? perchè altrimenti la risposta già puoi dartela da soloSorride In moltissime aziende si fanno di questi problemi e poi utilizzano come nulla fosse blackcerry tutto il giorno!
    non+autenticato