Mauro Vecchio

Sistri, ritorno al futuro?

Il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera non intende lasciare al suo destino il sistema di tracciabilità elettronica dei rifiuti. Che dovrà essere riesumato, e niente rimborsi per ora

Roma - "Il Sistri è un progetto che non può essere messo da parte e non può non trovare una soluzione definitiva, e in tempi ragionevolmente brevi". Parola dell'attuale ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera, in una recente audizione al cospetto della Commissione parlamentare d'inchiesta sulle cosiddette ecomafie.

"Decidere spetta al Ministero dell'Ambiente - ha precisato Passera - ma nessuno di noi si tira indietro, sarebbe motivo di orgoglio per il Governo portare in fondo una cosa che va avanti da troppo tempo. Questo progetto non può essere messo da parte perchè serve per combattere l'ecomafia e il mancato rispetto delle regole".

Era stato lo stesso Ministro dello Sviluppo economico a maneggiare la pietra tombale sul sistema per il tracciamento elettronico dei rifiuti, la cui adozione era stata prorogata all'ultimo giorno del 2013. Sistri era dunque stato rinviato "al fine di consentire la prosecuzione delle attività necessarie per la verifica del funzionamento del sistema".
Un sistema che, sempre secondo Passera, potrebbe risultare migliore. "Pur condividendo l'obiettivo della tracciabilità e della lotta alla criminalità - ha concluso il ministro - condividiamo l'opinione delle imprese per una maggiore semplicità, un minor costo e un migliore funzionamento".

Proprio di costi sono tornate a parlare tutte quelle imprese che nel biennio 2010/2011 avevano versato il famoso contributo annuo per il funzionamento del Sistri. Per riavere i soldi indietro, le aziende dovranno "attendere gli esiti delle nuove verifiche amministrative e funzionali", e le conseguenti scelte sul futuro dello stesso sistema.

Nel frattempo, la società di Finmeccanica Selex Service Management ha chiesto la specifica procedura di Cassa integrazione ordinaria dopo lo slittamento annunciato da Passera. Dal comunicato ufficiale:
"La Cig interesserà la totalità del personale inizialmente per 13 settimane, mentre il futuro dipenderà dalle decisioni del ministero dell'Ambiente, a cui il decreto assegna la responsabilità di definire la nuova data di avvio del sistema, fermo restando la piena disponibilità di Finmeccanica a recepire le eventuali indicazioni del ministero necessarie a rendere il sistema stesso ancora più rispondente alle esigenze degli utenti. Selex SeMa, concessionaria del servizio ha sostenuto in questi anni ingenti investimenti, pari a circa 260 milioni di euro, per realizzare quanto previsto dal contratto in essere stipulato con il Ministero dell'Ambiente a fine 2009 per un valore complessivo di 336 milioni di euro. Questo ulteriore rinvio, insieme ai ritardi nei pagamenti già accumulati, rischia di pregiudicare le iniziative di rilancio da tempo avviate da Selex Service Management"
Mauro Vecchio
Notizie collegate
10 Commenti alla Notizia Sistri, ritorno al futuro?
Ordina
  • Il concetto alla base del SISTRI è ineccepibile, da un punto di vista tecnico è semplice, un database di una manciata di tabelle di tabelle con l'aggiunta di un rigido controllo di accesso il tutto fornito in salsa web.

    Anche la gelocalizzazione dei camion, la famosa scatoletta, sono tecnologie consolidate utilizzate da 10-15 anni dalle logistiche esasperate delle grandi produzioni just-in-time.

    Dov'è l'inghippo? Semplice, l'informatica di Stato, ovvero come rendere aumentare i costi di enne ordini di grandezza e complicare la banalità.

    E' dai tempi dell'informatizzazione dell'INPS - chi ha oltre 40 anni ben ricorderà - che si assiste a sprechi inconcepibili e dilatazioni dei dempi assurde.
    non+autenticato
  • io avevo capito che semplicemente il gps e' sulla motrice e si poteva staccare il container dietro ....insomma una vera italianata..
    non+autenticato
  • su report avevano fatto vedere come si aggirava facilmente, ad esempio la motrice poteva staccarsi e il carico poteva essere cambiato al volo..
    insomma era aggirabile dalle ecomafie
    non+autenticato
  • "ingenti investimenti, pari a circa 260 milioni di euro".. chissa' se hanno investito anche un paio d'ore nel guardare gli illuminanti servizi di Report, su come gestivano la forza lavoro e preparavano le chiavetteCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • Io non capisco finalmente un sistema di tracciabilità decente. Si forse un pò macchinoso ma almeno si sa chi porta cosa e dove. Snellisce un problema burocratico per le aziende che devono solo tenere traccia dei carichi e degli scarichi sul registro. E' l'azienda esterna a cui è stata affidata il servizio che deve stare attenta. Io spero che questa cosa la portino avanti senza condoni. Solo all'idea di quanto terreno soprattutto del sud è stato inquinato per i rifiuti per non parlare della frutta mangiata cresciuta su quel terreno grazie ai nordisti di merxxx che si sono dimostrati più terroni di noi del sud (Gomorra è stato chiaro).
    Forza Passera l'idea è buona ma il servizio e l'assistenza devono migliorare.
    non+autenticato
  • Guarda che anche se lo riesumano sarà uno zombie. Vogliono tenerlo in animazione "sospesa" solo per non dover sborsare una barcata di soldi in rimborsi anche se sanno benissimo che non funzionerà mai!
    La solita presa per il culo all'italina imho
    non+autenticato
  • Scusa ma sencondo me stai andando fuori dalle righe...
    Ok ci sono stati dei reati negli anni passati ma da quando hanno introdotto il Sistri peraltro senza che mai funzionasse hanno:
    - costretto le aziende a dotare i camion di sensori GPS atti solo al controllo del sistri
    - costretto le aziende a pagare il canone di mantenimento (solo quest'anno sono state esentate essendo il terzo anno senza servizio)
    - costretto le aziende a continue rincorse perchè il sistema non funziona e non era possibile sperimentarlo prima dell'ennesimo rinvio che puntualmente arrivava l'ultimo giorno.
    - costretto gli smaltitori ad indicare preventivamente il tragitto che avrebbe percorso il camion e ad escludere deviazioni (se trovo un altro camion intraversato sull'autostrada non posso prendere la statale a pena di multa) quando si potrebbe solo tracciare il camion (la regola più semplice è sempre da evitare perchè sarebbe troppo facile...
    E secondo te in tutto questo tempo le ecomafie cosa hanno fatto? hanno smesso di scaricare i rifiuti di discariche abusive? no!

    Per questo è sbagliato il Sistri che sulla carta è il sistema di tracciamento dei rifiuti migliore al mondo ma in pratica è inutile essendo inutilizzabile per mille motivi.

    Per quanto riguarda le polemiche di report ok, possono essere valide ma non tutti gli smaltitori si prederebbero il rischio di trasportare rifiuti pericolosi su altre motrici (che peraltro hanno un costo e un tachigrafigrafo che registra quanti km sono stati percosri e in quanto tempo, le pause e le ore di marcia del guidatore) quando potrebbero essere fermati ed arrestati perchè sprovvisti di sistri...

    Le regole semplici sono sempre da evitare del resto siamo in ITALIA!!!!!
    non+autenticato
  • se si dice che è da buttare dovrebbero fare i rimborsi, invece si dice che è da risistemare (magari in 20 anni) e siamo apposto.... ma andate a lavorare!!!!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)