Manila: dirigente Microsoft nei guai

Un alto funzionario della locale divisione di Lotus accusa il manager Microsoft che dirige la divisione locale della softwarehouse di averlo minacciato di morte

Manila (Filippine) - Si terrà la prossima settimana la prima udienza di un processo singolare nel computer business. Un processo originato dalla denuncia contro il boss della divisione filippina di Microsoft da parte di un alto funzionario della sezione locale di Lotus Development, che lo accusa di minacce di morte.

Darren Lockie, dirigente Microsoft, ha respinto tutte le accuse di Victor Silvino di Lotus, e lo ha controdenunciato. "Tornerò a Manila, ha detto Lockie, per affrontare il processo ma quando tutto sarà finito me ne andrò". Da tempo Lockie svolge il suo lavoro dalla base di Singapore perché ritiene "a rischio" la sua presenza a Manila.

Secondo Silvino, Lockie ha minacciato di morte anche sua madre, quando si sono incontrati nella hall di un hotel. Secondo Lockie, invece, è Silvino ad aver minacciato Lockie: "Sono pronto a scusarmi per averlo fatto arrabbiare - ha detto - ma non ammetterò mai quello che secondo lui avrei detto. Lo staff dell'hotel sa come è andata".
TAG: microsoft