Mauro Vecchio

Facebook, azzardo social

Tutti gli utenti maggiorenni del Regno Unito potranno pagare con soldi veri per il bingo e le slot machine virtuali di una nuova app sviluppata con Gamesys e Jackpotjoy.com. La nuova frontiera dopo i credits?

Roma - Nella continua espansione di Facebook, un accordo che farà saltare il banco dei nuovi pagamenti social. Con Bingo & Slots Friendzy, tutti gli utenti maggiorenni del Regno Unito potranno giocare d'azzardo con soldi veri, abbandonando i classici Credits già ampiamente sfruttati dal social network di Menlo Park per le varie transazioni videoludiche.

Sviluppata per conto della catena Jackpotjoy.com - franchise della società di produzione Gamesys - l'applicazione in blu permetterà di puntare con sterline fruscianti, per tutti gli iscritti che hanno raggiunto i 18 anni d'età. Mistero sui dettagli finanziari dell'accordo con Gamesys e Jackpotjoy, rimasti avvolti nel segreto aziendale.

Non è chiaro se Facebook abbia imposto lo stesso rapporto di percentuali (30/70) finora adottato per le transazioni gestite con i crediti in blu. Prima di poter accedere alle sale d'azzardo virtuali, gli account sul social network dovranno passare per un controllo automatico dell'età, oltre che dell'effettiva residenza nel Regno Unito.
C'è chi ha sottolineato come la scelta d'Albione sia azzeccata sotto diversi punti di vista. Innanzitutto per la sua lingua globale, oltre che per la forte passione registrata fra i cittadini britannici per giochi come il bingo o le slot machine. La piattaforma di Mark Zuckerberg ha assicurato che i flussi di dati e denari saranno perfettamente sicuri.

Il tutto, con l'auspicio che altri flussi si trasformino presto in variabili impazzite: dal lancio dei credits, Facebook non è riuscita a registrare aumenti colossali nel valore delle transazioni tramite moneta virtuale. Nell'ultimo anno, il social network non ha superato la soglia dei 200 milioni di dollari a partire dai 180 dei trimestri passati.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
9 Commenti alla Notizia Facebook, azzardo social
Ordina
  • ma se su facebook si fregano le chips gioco zynga anche di chi le compra con soldi veri. e quando chi resta fregato va a chiedere facebook ti risponde che è responsabile l'applicazione.cosa cè' da aspettarsi da questa gente che sta fallendo come social netword.sul fatto della loro policy fanno quelo che vogliono .facebook dice che non memorizza nulla QUANDO ANDATE A COMPRARE CON SOLDI VERI GLI OGGETTI VIRTUALI FACEBOOK MEMORIZZA IL NUMERO ED IL CODICE SEGRETO DELLA CARTA PER ADESSO NON AGGIUNGO ALTRO MI SONO GIà STATE FREGATE CHIPS COMPRATE CON SOLDI VERI E FACEBOOK DA LA COLPA ALL'APPLICAZIONE SE UNO DEVE GIOCARE A SOLDI VERI Cì SONO UN SACCO DI SITI DOVE FARLO ALMENO SONO IN ITALIA Cì SI PUù RIVOLGERE ALLE NOSTRE AUTORITà SE LE COSE VANNO MALE SU FACEBOOK GLI ITALIANI LO PRENDONO NEL C......
    non+autenticato
  • Sempre sia lodato Darwin
    Funz
    12995
  • Se ci sarà la serietà che ha zynga con texas hodelm poker sarà l'ennesima truffa legalizzata. Chi ci ha giocato sa di cosa parlo, chi non ci ha mai giocato cerchi "texas holdem poker rigged" su google. Prima ti fanno vincere, poi ti fanno perdere 300 mani di fila cosicchè chi è fesso si compra le chips per continuare a giocare (ed a perdere).
    non+autenticato
  • E' così da sempre, in tutte le sagre, nei pressi dei circuiti di formula uno (Imola e Monza) è pieno di polli gente che gioca al gioco delle 3 carte, dei tre campanelli, ... etc. Se sono contenti di essere spennati buon per loro, ma se vanno poi a piangere da un giudice sarebbe giusto che li multasse in quanto se sono dei polli devono essere spennati fino alla fine ... forse solo così hanno una chance di rendersene conto.
    non+autenticato
  • Innanzitutto di siti di poker e casinò con soldi veri ce ne sono già tantissimi, primo fra tutti pokerstars che ha investito milioni di dollari nel software (e recentemente circa mezzo miliardo per acquisire quella che era la seconda poker room al mondo, full tilt) e infinitamente superiore a zynga, che con un giochino in flash non può certo competere con le funzioni avanzate che i players richiedono (che adesso non starò qui a spiegare)

    secondo, su facebook ci stanno solo i ragazzini, che sono per la maggior parte minorenni e quindi non possono registrarsi (e non basta fare un profilo falso, checchè ne dica il fatto quotidiano... l'aams in italia richiede l'invio obbligatorio del contratto firmato e di una copia del documento di identità, e se non hai la licenza aams non puoi operare pena l'oscuramento del sito a livello di dns, cosa che a facebook non penso faccia piacere), e anche quelli che sono appena maggiorenni e hanno una carta di credito, non hanno disponibilità da giocarsi su internet... quelli che ne hanno e sanno giocare, giocano su poker room più serie, come ho già detto
    non+autenticato
  • mha dipende...sulle poker room ci sono pochi giocatori "professionisti" che muovono tanti soldi... magari su facebook ci saranno tanti più giocatori con volumi ridotti, ma tante formiche spostano anche i massi... vedremo. Ricorda che lo Stato Italiano si mantiene sulle lotterie e sulle slot...
    non+autenticato
  • perchè si parla di soldi reali? i crediti di facebook non si comprano con soldi reali? e non sono convertibili in soldi reali?

    mi sfugge qualcosa?
    non+autenticato
  • si ma non vinci soldi reali, praticamente puoi solo pagare ma non riscuotereSorride
    non+autenticato
  • No ? GIoca a Buggle e per andare avanti nel gioco hai bisogno di crediti che si acquistano con la carta di credito ...
    non+autenticato