Alfonso Maruccia

Do Not Track, su IE10 attivo di default

La funzionalità anti-tracciamento sarà presente e abilitata di default sulla nuova versione di Internet Explorer. Microsoft si fa paladina della privacy degli utenti e pensa a offrire una scelta a chi volesse modificare le impostazioni

Roma - Microsoft appare intenzionata a proseguire fino in fondo la sua battaglia sulla funzionalità anti-tracciamento nota come Do Not Track: Redmond spiega ora che l'opzione sarà abilitata di default su Internet Explorer 10, ma gli utenti avranno comunque la possibilità di scegliere (anche nella fase di installazione di Windows 8) se cambiare impostazioni o meno.

Il setup di Windows 8 avrà due diverse modalità, una "espressa" e l'altra personalizzata: nel primo caso IE 10 bloccherà il tracciamento e la profilazione della navigazione web sin da subito, nel secondo l'utente potrà modificare diverse opzioni, inclusa l'attivazione del meccanismo di Do Not Track sul nuovo browser.

In entrambi i casi, dice Microsoft, all'utente verrà fornita adeguata informazione sulla presenza e l'attivazione della funzionalità Do Not Track. E nel caso in cui IE 10 venisse installato su Windows 7? Il meccanismo anti-tracciamento sarà attivo di default, l'utente verrà avvisato e l'opzione sarà modificabile in ogni momento.
Microsoft aveva promesso l'attivazione del meccanismo Do Not Track su IE10, e a quanto pare Do Not Track sarà: i fuochi d'artificio sparati dalle associazioni di pubblicitari statunitensi e le polemiche non hanno fatto cambiare idea al management di Redmond, che si dice ora impegnato a difendere la privacy degli utenti del suo browser web.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • BusinessDo Not Track, lo zelo di MicrosoftLa decisione di abilitare di default la funzionalità anti-tracciamento di IE10 scatena: i pubblicitari statunitensi pestano i piedi, mentre Mozilla dice che l'importante e mettere gli utenti dinanzi a una scelta
75 Commenti alla Notizia Do Not Track, su IE10 attivo di default
Ordina
  • Equivale a chiedere al malvivente che ti sta rapinando di non guardare dentro al tuo portafogli... richiesta del tutto priva di valore XD
    non+autenticato
  • Tanto IE per quanto lo migliorino resta sempre uno schifo, e poi il do not track c'è già da tempo su Firefox e Chrome quindi dire inutile è poco. E poi penso che Windows 7 (che sto usando ora) sarà l'ultimo sistema Microsoft che userò, il mio passaggio a Linux su avvicina sempre più...
    non+autenticato
  • E che ci frega? Cosa aspetti a cambiare. Per motivazioni e logica non dovresti usare neache windows 7.
    non+autenticato
  • - Scritto da: LOL
    > E poi penso che Windows 7 (che sto usando
    > ora) sarà l'ultimo sistema Microsoft che userò,
    > il mio passaggio a Linux su avvicina sempre
    > più...

    Benvenuto!!Sorride
    Per curiosità cosa installerai? Userai il diffusissimo Ubuntu oppure una distro più insolita?
  • - Scritto da: Sandro kensan
    > - Scritto da: LOL
    > > E poi penso che Windows 7 (che sto usando
    > > ora) sarà l'ultimo sistema Microsoft che
    > userò,
    > > il mio passaggio a Linux su avvicina sempre
    > > più...
    >
    > Benvenuto!!Sorride
    > Per curiosità cosa installerai? Userai il
    > diffusissimo Ubuntu oppure una distro più
    > insolita?

    sssshh! non incoraggiarlo che magari poi passa parola, si diffondono e ti tolgono il do not track!
    non+autenticato
  • Spero tu non scriva per pubblicità a Linux, ma poi che hai contro Windows7, tanto, ammesso che non sia taroccato, l'hai pagato quindi usalo e stop! Il Do not Track o quel che è,magari non funzionerà, con tante scuse! Chi vivrà vedrà, noo?
  • Sempre che MS vorrà veramente fornire IE10 anche per Windows 7.....
    non+autenticato
  • Beh è stata chiara il supporto c'è.
    non+autenticato
  • Windows, essendo OS, può traccia online ed offline. Google invece solo online.


    Tra due sistemi disonesti di trattare i propri clienti (Microsoft come Google), Microsoft cerca di assicurarsi che il suo sia l'unico sistema disonesto attivo.

    Difficilmente Google devierà su questa strada visto che il tracking (adsense,adwords&co) sono una grossa fetta di guadagni. Quindi il ragionamento di Microsoft è questo

    1. "Chrome pure blocca il tracking o lo rende più facilmente attivabile (vinciamo noi perchè rimane solo il nostro tracking nell'OS"
    2. "Chrome fa finta di nulla e noi possiamo dire che il nostro browser tutela di più la privacy e le solite -------te"

    Praticamente Microsoft cerca di mettersi in una situazione di win-to-win.


    Che faccia Google per contro-fregare Microsoft non me ne può fregare di meno. Io non uso OS microsoft, il mio browser chrome si chiama "Iron" ( http://www.srware.net/en/software_srware_iron_faq.... ) ed ho sempre installato ed attivo Ghostery ( http://www.ghostery.com/download )... per qualsiasi browser mi troverei ad usare.

    Il mio unico problema è Android, ho una "relativa sicurezza" perché essendo open source sta sotto gli occhi di tutti quello che Android fa... tuttavia...


    ...tuttavia quando un device va online tutto può succedere e non è più cosi intuitivo cosa faccia davvero Android, o cosa gli ingeneri Google siano riusciti a nascondervi (seppure in OpenSource). Il tracking sono "soldi"... nessuno ci sputa sopra, al limite viene usato per "eticamente" sputare in faccia ai propri clienti.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 09 agosto 2012 14.55
    -----------------------------------------------------------
  • Concordo che la mossa di MS è fatta avendo in testa Google, ma sincerametne tutte le altre cose su Android Windows etc può anche darsi che siano vere, ma bisogna cmq avere degli elementi per poterlo dire...
    non+autenticato
  • - Scritto da: luisromano
    > Windows, essendo OS, può traccia online ed
    > offline. Google invece solo
    > online.
    Non capisco una cosa: se Windows traccia "offline", come fa a tracciare?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Commodore94
    > - Scritto da: luisromano
    > > Windows, essendo OS, può traccia online ed
    > > offline. Google invece solo
    > > online.
    > Non capisco una cosa: se Windows traccia
    > "offline", come fa a
    > tracciare?
    Dopo che hai navigato su Internet e pulisci la cache per i tracciatori "online" (javascript, plugin ecc..) la tua navigazione viene intesa come un'altro PC/utente (magari con lo stesso IP, ma "forse" un'altra persona). insomma, i tracciatori online ti fanno il profilo ma devono ricorrere a giochetti per ri-assegnarti il tuo profilo (e tecnicamente illegale ma google fa queste cose tipo come nel caso del browser Safari).

    Microsoft che non ha "penetrazione di google" in Internet (assenze, analytics...) deve ricorrere ad altri sistemi (e quindi può permettersi di tagliare google).
    sviluppando l'os in una stanza chiusa (nessuno sa che ci mette dentro) può permettersi il lusso di nascondere dietro qualche "involontaria" (ma fortemente voluta) ingenuità di programmazione un identificativo di profilo da cui non c'è pulizia fino al prossimo formattone (e considerati i giochini del "BIOS a boot sicuro" forse neppure li).
    Un esempio banale: nel user-agent del browser la data/ora/minuti/secondi dell'ultimo aggiornamento automatico del browser tramite Windows update (un personalissimo ID progressivo del tuo profilo di cui solo Microsoft sa come operare).
    parlo di "offline" perché cosi come la ma può far la furba con le attività online attive può operare per le attività offline (cioè il tuo PC collegato ad un servizio "online" senza interfaccia (tu non lo usi/controlli tramite gui) ma che comunque traccia qualsiasi cosa possa rivelarsi lucrativa in termine di profilo... che magari hai già accettato nell' EULA ma ovviamente letto nulla)
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)