Alfonso Maruccia

Amazon, nuvole contro nastri

Il colosso statunitense presenta una nuova soluzione per il backup online: Glacier è pensato per sostituire i sistemi di archiviazione tradizionale, nastri magnetici in primis

Roma - La nuova offerta cloud di Amazon si chiama Glacier, soluzione di storage tutta online e progettata come alternativa economica ai tradizionali sistemi di archiviazione digitale. Amazon sottolinea la convenienza e la praticità di Glacier, vaticinando la morte commerciale di vecchie tecnologie (nastri magnetici) ancora ampiamente adoperate nel settore aziendale e professionale.

Archiviare grandi masse di dati digitali su supporti durevoli è un problema che richiede grandi investimenti e la realizzazione di infrastrutture apposite, dice Amazon, mentre deputando tutto al cloud si risparmia sui suddetti investimenti e sulla necessità di contratti di supporto specifici.

L'economicità di Glacier, sostiene Amazon, si misura nel costo estremamente basso richiesto per i trasferimenti di dati - un centesimo di dollaro per Gigabyte per un mese, mentre il "recupero" mensile dei dati archiviati è gratuito fino al 5 per cento del totale.
Costruita attorno ai prodotti cloud già realizzati da Amazon (sistema di storage S3, AWS Storage Gateway), l'offerta Glacier comprende poi una API attraverso cui monitorare e gestire il trasferimento di dati da e verso i server. Naturalmente sicurissimo l'accesso alla piattaforma grazie ad AWS Identity Management e AWS Access Management Service con connessione protetta SSL e chiavi crittografiche a 256-bit.

Alfonso Maruccia
32 Commenti alla Notizia Amazon, nuvole contro nastri
Ordina
  • Dalla discussione viene fuori:
    1) Le "nuvole" possono servire a chi ha dati sparsi in diverse zone del mondo. Servono anche per dati poco sensibili.
    2) I dati vengono criptati, però rimangono molto tempo in mano a terzi.
    Ricordiamoci che la criptazione può essere decodificata, in particolare da chi è a conoscenza degli algoritmi usati.
    Quindi è una sicurezza che non potrà mai essere sicura al 100%, e potrebbe (teoricamente) neanche esistere.
    3) Chi può impedire alla terza parte (chi ci dà il servizio) di farsi una copia dei dati e poi decrittarli con tutta calma?
    4) I nostri dati su supporti magnetici possono anche andare persi per guasti dei supporti stessi, possono venir danneggiati o rubarti.
    Sono incidenti da tener presente e se sono dati importanti occorre farne più di una copia, e tenerle in luoghi diversi, anche criptati per evitare che ladri occasionali li possano leggere.
    5) Anche le "nuvole" possono incorrere negli stessi inconvenienti detti sopra, ma i gestori non siamo noi, ma altri. Ci garantiscono forse qualcosa?

    Come ricordo storico abbiamo la Biblioteca di Alessandria d'Egitto.
    I testi scritti su pergamene e papiri erano ovviamente manoscritti e l'illuminazione artificiale era costituita da lampade ad olio.
    Quindi si facevano copie esatte di tutti i testi e venivano localizzati in luoghi diversi. Un incendio occasionale era possibile anche tenendo conto dell'illuminazione basata su lampade ad olio.
    Quindi anche se un isolato intero andava a fuoco vi erano altre copie in altri posti.
    Solo con l'invasione degli arabi la biblioteca fu distrutta poichè la distruzione fu opera sistematica. Tuttavia ci vollero 2 anni per bruciare tutto. Si salvarono solo i testi tradotti in araba che nel frattempo studiosi arabi tradussero nelle loro lingua.

    Per distruggere la biblioteca di Alessandria ci vollero 2 anni, per "cancellare" una "nuvola" penso che 2 ore possano essere rindondanti.
  • - Scritto da: ninjaverde
    ..
    > Per distruggere la biblioteca di Alessandria ci
    > vollero 2 anni, per "cancellare" una "nuvola"
    > penso che 2 ore possano essere
    > rindondanti.
    perché pensi che i gestori non abbiano attivato più copie di backup di tutti i loro dati in località differenti?
    non+autenticato
  • > perché pensi che i gestori non abbiano attivato
    > più copie di backup di tutti i loro dati in
    > località
    > differenti?

    La tua domanda presuppone una garanzia scritta ed effettiva.
    Non so se esiste, può darsi di sì... ma non mi fiderei troppo.
    Ad ogni modo questo presuppone anche un costo. Chi lo paga ed in che modo?
    Diciamo che le notizie su PI non sono molto dettagliate al riguardo.
    Sembra quasi che tutto sia "gratuito". Parola abusata che spinga molta gente a prendere per buone tutte le cose.
    Insomma è un pò come affidare il proprio cavallo ad uno stalliere che in fondo non lo si conosce anche se fa della buona pubblicità.
    E si sa che il cavallo ingrassa sotto gli occhi del padrone e dimagrisce se il padrone è distratto e pensa ad altro.
  • Amazon S3 replica i dati all'interno di diverse farm in un'area piuttosto ampia , con sincronizzazione in tempo reale. E' dichiarato esplicitamente, e si paga di più del semplice storage
    non+autenticato
  • - Scritto da: ninjaverde
    > > perché pensi che i gestori non abbiano
    > attivato
    > > più copie di backup di tutti i loro dati in
    > > località
    > > differenti?
    >
    > La tua domanda presuppone una garanzia scritta ed
    > effettiva.
    > Non so se esiste, può darsi di sì... ma non mi
    > fiderei
    > troppo.
    > Ad ogni modo questo presuppone anche un costo.
    > Chi lo paga ed in che
    > modo?

    Parlando del servizio della notizia, il costo lo paga chi acquista il servizio e viene presentato come
    "The service redundantly stores data in multiple facilities and on multiple devices within each facility. To increase durability, Amazon Glacier synchronously stores your data across multiple facilities before returning SUCCESS on uploading archives. Unlike traditional systems which can require laborious data verification and manual repair, Glacier performs regular, systematic data integrity checks and is built to be automatically self-healing."
    con relativo SLA.
    Io uso S3 ma per certi servizi, volendo risparmiare c’è anche il “Reduced Redundancy Storage (RRS)" che è comunque ridondato ma meno di S3 e con minori garanzie.
    Sui servizi gratuiti invece immagion proprio che nessuno osi garantire niente.
    Teo_
    2654
  • La genialità di Amazon è senza limiti. A parte la stupidaggine del consegnare a terzi i propri dati sensibili, mi chiedo come si possa considerare il cloud storage come un sistema di backup. Quando riverso i miei dati su supporto fisico è perché voglio conservarli così come sono, e non continuare ad usare lo stesso supporto correntemente. Il cloud storage invece è basato su hard disk risiedenti sui server della compagnia che lo offre, e sono server che sono continuamente in funzione proprio per permettere di accedere ai dati in qualsiasi momento se ne abbia bisogno. E se sono continuamente in funzione, sono soggetti ad usura.
    non+autenticato
  • Ma questo credo sia il problema minore, in quanto "dovrebbero" avere sistemi paralleli, magari con ubicazioni diverse, poichè può anche capitare l'impensabile tipo incendio o terremoto... Ma non mi fiderei assolutamente per quello che riguarda i dati stessi seppure ci garantiscono che con la criptazione non sarebbero leggibili. Però sappiamo che la criptazione non è inviolabile per definizione, ma rappresenta soltanto una sicurezza in più, o per dirla in breve "meglio di niente"...Del resto i ladri a volte arrivano anche ad aprire le porte blindate o le casseforti.
  • Il supporto su nastro magnetico ha una vita mooolto più lunga dei moderni sistemi di archiviazione..ma ne vale davvero la pena di usare servizi "esterni" per risparmiare?Non penso sia molto saggio affidare dati sensibili a sistemi esterni!
    non+autenticato
  • Stessa situazione la mia: 500 Gb notturni di dati su LTO4 (ma poi ci sono anche le Virtual Machines in backup con Veeam). Sarebbe bello ma i tempi?

    Forse potrebbe andare come backup ulteriore di un sottoinsieme di dati (quelli piu' caldi).

    Comunque mi piacerebbe provarlo ma non mi sembra che sia possibile attivare una Trial...
  • Tutto bello, peccato che in Italia non è assolutamente pensabile... la mia azienda fa backup completi di 600-800 Giga su LTO4 compresso... voglio vedere farlo via rete... quanti mesi mi ci vogliono che le misere hdsl che si riescono ad avere in provincia? (per la cronaca 5Mbs/5mbs) ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: mario
    > Tutto bello, peccato che in Italia non è
    > assolutamente pensabile... la mia azienda fa
    > backup completi di 600-800 Giga su LTO4
    > compresso... voglio vedere farlo via rete...
    > quanti mesi mi ci vogliono che le misere hdsl che
    > si riescono ad avere in provincia? (per la
    > cronaca 5Mbs/5mbs)
    > ...

    Evidentemente non fa a caso vostro. Ma se invece che backup completi, li faceste incrementali, questo servizio potrebbe essere comodo da abbinare: http://aws.amazon.com/importexport/
    Teo_
    2654
  • Sì, finchè non serve un restore.
    Allora sì che c'è da ridere...anzi ridire.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rover
    > Sì, finchè non serve un restore.
    > Allora sì che c'è da ridere...anzi ridire.

    Costerebbe comunque meno in tempo e denaro che un recupero da HD morto.
    Teo_
    2654
  • Comunque un privato può farso più copie e conservarle in luoghi diversi, potendo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: rover
    > Comunque un privato può farso più copie e
    > conservarle in luoghi diversi,
    > potendo.

    Sì, ma per i privati Amazon offre altri servizi come Cloud Drive. No so quanti privati facciano uso di AWS se non per progetti amatoriali.
    Teo_
    2654
  • Stessa situazione la mia: 500 Gb notturni di dati su LTO4 (ma poi ci sono anche le Virtual Machines in backup con Veeam). Sarebbe bello ma i tempi?

    Forse potrebbe andare come backup ulteriore di un sottoinsieme di dati (quelli piu' caldi).

    Comunque mi piacerebbe provarlo ma non mi sembra che sia possibile attivare una Trial...
  • - Scritto da: user01
    > Stessa situazione la mia: 500 Gb notturni di dati
    > su LTO4 (ma poi ci sono anche le Virtual Machines
    > in backup con Veeam). Sarebbe bello ma i
    > tempi?
    >
    > Forse potrebbe andare come backup ulteriore di un
    > sottoinsieme di dati (quelli piu'
    > caldi).
    >
    > Comunque mi piacerebbe provarlo ma non mi sembra
    > che sia possibile attivare una
    > Trial...

    ma sono 500gb sempre nuovi? spesso i servizi di backup salvano solo i fle nuovi e mo modiuficati, ti offrono anche il versioning, oppure se un utente li cancella, sul cloud puoi recuperarli con 2 click.

    500gb sono tanti, ma solo la prima volta, poi il backup sarebbe limitato a pochi megabyte al giorno (ovvio.. dipende dalla quantità di dati nuovi generati giornalmente)
  • - Scritto da: TheOriginalFanboy
    > - Scritto da: user01
    > > Stessa situazione la mia: 500 Gb notturni di
    > dati
    > > su LTO4 (ma poi ci sono anche le Virtual
    > Machines
    > > in backup con Veeam). Sarebbe bello ma i
    > > tempi?
    > >
    > > Forse potrebbe andare come backup ulteriore
    > di
    > un
    > > sottoinsieme di dati (quelli piu'
    > > caldi).
    > >
    > > Comunque mi piacerebbe provarlo ma non mi
    > sembra
    > > che sia possibile attivare una
    > > Trial...
    >
    > ma sono 500gb sempre nuovi? spesso i servizi di
    > backup salvano solo i fle nuovi e mo modiuficati,
    > ti offrono anche il versioning, oppure se un
    > utente li cancella, sul cloud puoi recuperarli
    > con 2
    > click.
    >
    > 500gb sono tanti, ma solo la prima volta, poi il
    > backup sarebbe limitato a pochi megabyte al
    > giorno (ovvio.. dipende dalla quantità di dati
    > nuovi generati
    > giornalmente)

    E se ti serve un ripristino e devi riscaricarteli ci metti una settimana Rotola dal ridere
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane

    > E se ti serve un ripristino e devi riscaricarteli
    > ci metti una settimana
    > Rotola dal ridere

    si ma in download la situazione è sempre meglio, poi si inizia da quelli più necessari, man mano si scaricano tutti...
  • sono nate con i nastri ed è giusto e naturale che spariscano con loro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > sono nate con i nastri ed è giusto e naturale che
    > spariscano con
    > loro.

    Cosa ti hanno fatto di male le nuvole?
    Teo_
    2654
  • I dati sono tuoi sino a quando non c'è qualcuno che ti rende inaccessibile la nuvola indipendentemente da quello che conservi, è un sistema antico e nella riproposizione attuale è meglio starne lontano, lo hanno già dimostrato in maniera eloquente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > I dati sono tuoi sino a quando non c'è qualcuno
    > che ti rende inaccessibile la nuvola
    > indipendentemente da quello che conservi, è un
    > sistema antico e nella riproposizione attuale è
    > meglio starne lontano, lo hanno già dimostrato
    > in maniera
    > eloquente.

    Rispetto ad allestirmi qualche server farm personale sparse per il mondo lo trovo un sistema economico e pratico per distribuire i backup. Ovvio che una copia (ma anche più di una) l’ho anche in casa.
    Teo_
    2654
  • Se devo avere più di una copia in casa mi basta il raid, la nuvola è inutile.
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > Se devo avere più di una copia in casa mi basta
    > il raid, la nuvola è
    > inutile.

    È inutile fino a che non ti salta il RAID (cerca perché "RAID is not a backup"), ti brucia la casa o ti rubano in casa.
    Una o più copie remote a me non fanno schifo.
    Teo_
    2654
  • Non ho detto che ho solo il raid, anche un disco portatile da 1TB alimentato da USB ... la nuvola non è necessaria, a volere impegnarsi un dropbox con volume criptato è più che sufficiente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > Non ho detto che ho solo il raid, anche un disco
    > portatile da 1TB alimentato da USB ... la nuvola
    > non è necessaria, a volere impegnarsi un dropbox
    > con volume criptato è più che
    > sufficiente.

    Dropbox è cloud.
    Teo_
    2654
  • dai ma gli rispondi anche?? è uno scriptkiddie che vive nel suo giardinetto fatato modificando i temi di wordpress....
    ha ampiamente dimostrato di non avere idea di cosa sia la cloud.
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > Non ho detto che ho solo il raid, anche un disco
    > portatile da 1TB alimentato da USB ... la nuvola
    > non è necessaria, a volere impegnarsi un dropbox
    > con volume criptato è più che
    > sufficiente.

    si brucia la casa (touch the maroni A bocca aperta ) e i dati sono tutti andati...
    dovresti avere un sistema di backup distribuito casa tua-casa genitori-casa amico-lavoro...
  • Concordo, anche se prima del fuoco viene il visitatore indesiderato (touch anche qui).
    E comunque per il BU il raid son soldi spesi non al meglio.
    non+autenticato
  • Quando sarà implementato il sistema per migrare automaticamente i dati da S3 a Glacier tramite le lifecycle policies.
    Teo_
    2654
  • - Scritto da: Teo_
    > Quando sarà implementato il sistema per migrare
    > automaticamente i dati da S3 a Glacier tramite le
    > lifecycle
    > policies.

    Sono anch'io in attesa proprio di quello...