Luca Annunziata

Twitter non è più amico di Tumblr

Il servizio di blog dovrà fare a meno di alcune funzioni. Il tecnofringuello ha chiuso i rubinetti, come già fatto con Instagram. Il giardino ha mura sempre più alte

Roma - Esattamente come capitato a Instagram, l'app per il foto-sharing acquisita recentemente da Facebook, anche il celebre hosting di blog Tumblr è finito nel purgatorio degli "amici di Twitter": si è visto disabilitare l'accesso alla funzione per risalire ai contatti di un utente già presenti nelle liste del tecnofringuello, e d'ora in avanti gli iscritti si dovranno accontentare di scovare i propri amici con un account Tumblr unicamente spulciando tra i contatti Facebook e Gmail.

A confermare lo stop è stata la stessa Tumblr: "Siamo costernati, Twitter ha bloccato la possibilità per i nostri utenti di trovare i contatti Twitter su Tumblr - spiega un comunicato - Considerata la nostra storia di supporto per la piattaforma, questo è particolarmente spiacevole". Inoltre, ribadisce la nota, Tumblr sarebbe una sorgente importante di cinguettii: in altre parole, la decisione di Twitter si ripercuoterà negativamente sui contenuti stessi della sua piattaforma.

La scelta di Twitter è comunque facilmente comprensibile: al contrario di Facebook, dove contano le relazioni, il suo servizio è utilizzato più che altro come strumento di diffusione (broadcasting) e sfruttato per raccogliere informazioni sui propri interessi. Concedere a siti terzi la possibilità di attingere alle banche dati che mettono in relazione gli utenti e i loro interessi significa di fatto consegnare ad altri (gratis) quanto sarebbe maggiormente monetizzabile sul piano pubblicitario.
Che questa, poi, sia una strada che piacerà a sviluppatori che fin qui hanno costituito un enorme volano per Twitter stessa (il prossimo della lista sarà Flipboard?), e agli utenti della piattaforma, è tutta un'altra faccenda. Nel frattempo, le mura del giardino recintato continuano a crescere.

Luca Annunziata
Notizie collegate
  • AttualitàCaro Zuckerberg ti scrivoUno sviluppatore della Silicon Valley mette nero su bianco una lettera aperta al fondatore e CEO di Facebook. Lamentando il trattamento riservato agli sviluppatori dal social network
  • TecnologiaTwitter, cambiamenti per forzaCambiano le API e le regole per aver accesso al flusso di cinguettii. Con molte limitazioni per chi tenta di sviluppare clienti alternativi. L'esperienza completa è solo originale?
13 Commenti alla Notizia Twitter non è più amico di Tumblr
Ordina
  • Anche Jovanotti diceva
    "Facebook è un bel giardino chiuso [...] Twitter invece è una città aperta"

    La città si sta ridimensionandoA bocca aperta
    non+autenticato
  • Se fossero esistite queste filosofie, esasperate fino a questo punto, 30-40 anni fa, adesso non avremmo internet, e forse neanche IP o standard quali ethernet. Possibile che ormai tutti pensino solo a chiudere anziché aprire?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Jack
    > Se fossero esistite queste filosofie, esasperate
    > fino a questo punto, 30-40 anni fa, adesso non
    > avremmo internet, e forse neanche IP o standard
    > quali ethernet. Possibile che ormai tutti pensino
    > solo a chiudere anziché
    > aprire?

    Per tosare le pecore ci vuole un recinto.
  • Internet è nato a scopi militari. E' passato a scopi civili solo perché le aziende di telecomunicazioni ci hanno visto i soldi. E infatti tu Internet lo paghi e quando te lo danno gratis è per farti fruire dei servizi (che paghi). E' un costo che l'economia si è accollato per permettere il telelavoro, lo sviluppo, e compagnia. E' uno scopo di lucro. Se ti dicono che è beneficenza, mentono.
    non+autenticato
  • In effetti questi giardini recintati servono tutti per lo stesso scopo: radunare in un luogo sicuro le pecore per poterle tosare e in modo che non scappino. I recinti sono sempre serviti a questi, poi la gente le alte mura le dipinge e le addobba a festa ma recinti rimangono. Per questo motivo non mi piacciono i vari walled garden in giro per il pianeta.
  • - Scritto da: Sandro kensan
    > In effetti questi giardini recintati servono
    > tutti per lo stesso scopo: radunare in un luogo
    > sicuro le pecore per poterle tosare e in modo che
    > non scappino. I recinti sono sempre serviti a
    > questi, poi la gente le alte mura le dipinge e le
    > addobba a festa ma recinti rimangono. Per questo
    > motivo non mi piacciono i vari walled garden in
    > giro per il
    > pianeta.

    Tu lo sai vero che fuori dal recinto c'è gente brutta e cattiva che aspetta di impallinarti appena può?
    maxsix
    9891
  • - Scritto da: maxsix

    > Tu lo sai vero che fuori dal recinto c'è gente
    > brutta e cattiva che aspetta di impallinarti
    > appena
    > può?

    Confermo, tutto vero. Senza dubbio fuori dal recinto c'è gente brutta e cattiva però almeno puoi scappare mentre nel recinto devi subire.
  • - Scritto da: maxsix
    > - Scritto da: Sandro kensan
    > > In effetti questi giardini recintati servono
    > > tutti per lo stesso scopo: radunare in un
    > luogo
    > > sicuro le pecore per poterle tosare e in
    > modo
    > che
    > > non scappino. I recinti sono sempre serviti a
    > > questi, poi la gente le alte mura le dipinge
    > e
    > le
    > > addobba a festa ma recinti rimangono. Per
    > questo
    > > motivo non mi piacciono i vari walled garden
    > in
    > > giro per il
    > > pianeta.
    >
    > Tu lo sai vero che fuori dal recinto c'è gente
    > brutta e cattiva che aspetta di impallinarti
    > appena
    > può?


    Ma a te piace proprio fare la pecora eh?
    Perché lo sai che nel recinto ci vanno le pecore, no?
    E infatti le pecore vengono tosate e munte, alcune altre vengono sgozzate nel periodo pasquale, e altre ancora da vecchie per cuocerle in umido.
    Non è un caso che alle pecore piacciano gli iPad, perché se osservi la posizione di consultazione, quest'ultimo porta a guardare verso il basso.
    Come delle pecore.
    non+autenticato
  • L'articolista critica l'eventuale mura alzate da twitter (ricordando giustamente che gli sviluppatori di client vari ne hanno fatto la sua forza), però poi loda windows 8 che obbliga gli utenti ad usre il prorpio store e le scelte discutibili di apple per OSX com il mac app store.

    Ovviamente verrò moderato da questa osservazione innocente.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio
    > L'articolista critica l'eventuale mura alzate da
    > twitter (ricordando giustamente che gli
    > sviluppatori di client vari ne hanno fatto la sua
    > forza), però poi loda windows 8 che obbliga gli
    > utenti ad usre il prorpio store e le scelte
    > discutibili di apple per OSX com il mac app
    > store.
    >
    > Ovviamente verrò moderato da questa osservazione
    > innocente.
    da quando windows 8 OBBLIGA ad usare il proprio store?
    non+autenticato
  • adesso, nel mondo reale, mi dici dove ho lodato chi: riferimenti precisi

    e parli pure per sentito dire, come ti sottolinea un altro lettore qua sopra

    avere una opinione non significa tifare per qualcuno: ti sfugge la sottile differenza tra piattaforma social su cui i contenuti vengono caricati dagli utenti, e software da garantire per quanto attiene integrità e affidabilità

    ma, d'altronde, mischiare le mele con le pere è uno sport nazionale
  • Il giardino migliore è quello costruito da Google.
    Tutti si sentono liberi, sotto il controllo di una sola gigantesca azienda.
    Nascosta sotto la bandiera del libero e gratis, ha conquistato il mondo imponendo la sua pubblicità al mondo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Doctor
    > Il giardino migliore è quello costruito da Google.
    > Tutti si sentono liberi, sotto il controllo di
    > una sola gigantesca
    > azienda.
    > Nascosta sotto la bandiera del libero e gratis,
    > ha conquistato il mondo imponendo la sua
    > pubblicità al
    > mondo.

    Se vuoi usare un motore alternativo senza dire a google i tuoi gusti, le tue preferenze, i tuoi dati, prova https://ixquick.com/