Alfonso Maruccia

Navigazione indoor, tutti a bordo

Un nuovo consorzio di megaditte spinge per la standardizzazione delle tecnologie di localizzazione e navigazione al chiuso. Previsti tanti progetti pilota da cui trarre informazioni utili a costituire le specifiche

Roma - Se alzare lo sguardo per seguire le indicazioni o chiedere aiuto per orientarsi in edifici pubblici costa troppa fatica, le società impegnate nel mobile sono pronte a risolvere anche questa ennesima questione con una nuova "santa alleanza" per la navigazione "indoor".

In-Location Alliance, questo il nome del nuovo consorzio, è formata da Nokia, Samsung, il designer di chip britannico CSR e altre 18 aziende con l'obiettivo di standardizzare tutta una serie di servizi di navigazione al chiuso laddove il segnare satellitare GPS non può essere granché di aiuto.

L'alleanza intende testare sistemi di connettività wireless (Bluetooth 4.0, WiFi) per guidare gli utenti, con una serie di test e progetti pilota gestiti dalle singole società coinvolte nell'iniziativa. I dati raccolti nei test verranno poi comunicati al consorzio che potrà infine lavorare agli specifiche degli standard.
"Il positioning indoor è la nuova frontiera dei servizi mobile", dice seria la coalizione, "in grado di offrire ottime opportunità di migliorare l'esperienza utente". Ma l'alleanza pensa soprattutto al "beneficio delle aziende" coinvolte, a cui sarà utile il lavoro di valutazione tecnica e l'auspicabilmente veloce adozione dei nuovi standard da parte del mercato.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaNavigazione indoor? C'è un'appLa navigazione all'interno degli edifici pubblici? Basta il magnetometro presente negli smartphone moderni. Ora la startup europea č pronta a sviluppare un ecosistema di app
1 Commenti alla Notizia Navigazione indoor, tutti a bordo
Ordina