Mauro Vecchio

Google Play, riemerge Grooveshark

L'unica applicazione ufficiale del servizio di streaming musicale torna sul marketplace di BigG dopo l'esclusione dal vecchio Android Market. Rimosse numerose app pirata che avevano permesso agli utenti di scaricare musica gratis

Roma - Improvvisamente espulsa dai meandri dell'Android Market, l'applicazione ufficiale del servizio di streaming musicale Grooveshark è ora riapparsa sul nuovo marketplace Google Play. Ad annunciarlo sono stati gli stessi responsabili della piattaforma statunitense, a stretto contatto con i vertici di BigG per la rimozione di alcune app pirata.

Stando al comunicato diramato da Grooveshark, la proliferazione di applicazioni illecite - tutte associate al nome della società a stelle e strisce - avrebbe permesso agli utenti Android di scaricare musica in maniera gratuita. Su Google Play è ora riemersa l'unica app ufficiale che offre funzioni di ricerca e condivisione dei brani musicali.

Nessun commento da parte di Google, che insieme ad Apple aveva messo al bando Grooveshark dopo le pressanti lamentele delle varie major del disco. Citate misteriose violazioni delle condizioni d'uso all'interno dell'Android Market. Grooveshark resta nel mirino dell'industria per i mancati accordi di licenza con le grandi etichette. (M.V.)
Notizie collegate