I portali moriranno di male incurabile

Previsto entro il 2004 il decesso della grande quantità di portali orizzontali che oggi intasano la rete. Rimarranno in due o in tre, tutti gli altri saranno verticali. Illusione o speranza?

Web - I portaloni contenitori, i "Fantastico" della rete, i "DomenicaIn" dei pomeriggi dei neofiti di internet potrebbero morire entro due o tre anni. Lo ha annunciato il Boston Consulting Group, BCG, secondo cui entro il 2004 non ci sarà più spazio online per siti generalisti, "orizzontali", in grado di offrire tutti lo stesso tutto. A sopravvivere, sostengono gli esperti dell'autorevole società di ricerca, saranno solo due o tre soggetti. Ma il futuro, avvertono, è dei portali "verticali".

In "gergo tecnico", per portale verticale si intende un sito estremamente specializzato in grado di offrire in un dato settore tutto ciò che serve, coprendo interamente e ad ogni livello lo "spazio" di un certo comparto di interessi, di attività ecc. Secondo il BCG, dei portali attuali sopravviveranno soltanto quelli che riusciranno a correggere la rotta attraverso accordi con siti già impegnati in settori specializzati.

Il mercato pubblicitario, dicono al BCG, determinerà il cambiamento. Già nel 2004, infatti, ai portali orizzontali non arriverà più del 2 o del 3 per cento del totale degli investimenti pubblicitari.
TAG: mondo