Claudio Tamburrino

Giappone, social d'emergenza

Tokyo pensa di integrare ai numeri di telefono di emergenza la possibilitÓ di chiedere aiuto via social network. Ma solo durante le catastrofi

Roma - L'Agenzia giapponese per la gestione delle emergenze sta pensando di estendere ai social network i mezzi attraverso cui lanciare SOS durante i disastri naturali.

Si è parlato della decisione nel corso di uno dei tre incontro programmati a Tokyo dall'Agenzia, e che ha visto partecipare anche il vertice giapponese di Twitter, James Kondo, quello di Yahoo!, del social network giapponese Mixi e della chat di gruppo, molto utilizzata nel paese, Line.

La funzione dovrebbe essere attiva solo durante i disastri naturali, andando in questo modo a colmare le mancanze e le congestioni della rete telefonica con gli appelli inseriti su Twitter o altri social network, a cui le persone possono accedere magari approfittando di una rete WiFi aperta.
Già mercoledì, attraverso il suo blog giapponese ufficiale, Twitter ha spiegato come la sua piattaforma possa essere utilizzata durante queste situazioni: per esempio suggerisce l'uso dell'hashtag #survived per tranquillizzare i familiari sul proprio stato di salute e consiglia alcune ricerche tra i trend per individuare soccorsi e trasporti di emergenza.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate