Alfonso Maruccia

CPU, i nuovi Ivy Bridge di Intel

Il chipmaker statunitense rinnova la linea Ivy Bridge presentando nuovi processori di fascia media e medio-bassa. Spazio ai Core i3 e Core i5, in attesa delle novità della prossima architettura

Roma - Sul finire dell'estate Intel presenta nuovi processori della famiglia Ivy Bridge: la più recente architettura di microprocessore di Santa Clara - quella che ha introdotto per la prima volta i transistor tridimensionali sul mercato consumer - include ora nuovi modelli adatti a tutte le tasche e gli scenari di utilizzo.

Non che Sandy Bridge - microarchitettura 35-nm "tick" precedente all'upgrade "tock" a 22 nm di Ivy Bridge, usando il gergo interno di Intel - sparisca del tutto, visto che i processori di fascia bassa con indicativo "T" continuano a essere basati sulla vecchia architettura.

I nuovi processori autunnali di Intel comprendono dunque i quad-core Core i5 con clock da 2,70 GHz a 3,10 GHz (i5-3350P, i5-3330, i5-3334S, i5-3330S), tutti dotati di tecnologia Turbo Boost di seconda generazione per l'overclock automatico e "di fabbrica" nel caso in cui venga impiegato un numero ridotto di core. Prezzo variabile fra i 177 e i 194 dollari, mancanza di tecnologia Hyperthreading e della GPU integrata nel caso dei modelli classificati con suffisso "P".
La fascia bassa comprende invece i modelli Core i3 (i3-3240, i3-3225, i3-3220, i3-3240T, i3-3220T), processori dual-core privi di HyperThreading e Turbo Boost dal prezzo più che abbordabile compreso fra 117 e 138 dollari.

Intel punta a espandere la sua linea di processori per continuare a mantenere i suoi abituali ritmi di crescita anche in un periodo economicamente difficile come quello attuale, mentre per il futuro immediato c'è già la microarchitettura "Haswell" che bussa alla porta: i processori "Core" di quarta generazione faranno miracoli soprattutto dal punto di vista del consumo energetico, tagliando per metà il TDP e i Watt necessari a far funzionare la CPU.

Il business di Santa Clara va più che bene, la tecnologia c'è e migliorerà (ancora) in futuro ma gli analisti predicono nuvole nere all'orizzonte: il predominio del duopolio "Wintel" verrà messo in crisi dall'esplosione di vendite dei gadget mobile, sostiene IHS iSuppli.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaIntel, ritorno al futuro del transistor 3DSanta Clara usa la terza dimensione per aumentare la densità e risparmiare energia. La filosofia tri-gate verrà utilizzata nella produzione di massa a partire dagli Ivy Bridge
  • BusinessIntel, una crescita in salitaAncora un buon risultato per il chipmaker statunitense, che conferma i ritmi di crescita del primo trimestre ma avverte: la terza parte dell'anno non sarà altrettanto buona. E prepara un gragnola di ultrabook e tablet
12 Commenti alla Notizia CPU, i nuovi Ivy Bridge di Intel
Ordina
  • Salve ragazzi. Sto per assemblare il mio nuovo pc ed avrei una domanda da fare: meglio un i3 3225 (3° generazione con grafica hd4000)o un vecchio i5 2300?
    Grazie
    non+autenticato
  • Anziché questi bidoni di CPU, dove hanno staccato l'etichetta ai vecchi i3-i5, e gliene hanno messa una nuova preferisco di gran lunga un A8-3870K.

    Leggermente meno performante ma molto più economico e con il vantaggio di avere la GPU integrata (altro bel risparmio). GPU di tutto rispetto per il segmento a cui è rivolta (lo stesso di questi bidoni d'intel).
    Anche le motherboards di fascia alta, costano molto meno della controparte intel.
    non+autenticato
  • Quando è che si decideranno a fare delle sigle comprensibili?
    Serve una tabellina (enorme) per capire dal codice le caratteristiche della CPU... e intanto i rivenditori inchiappettano la gente. "E` un i5! Cosa altro ti serve sapere?"
    Mah...
    Shu
    1232
  • - Scritto da: Shu
    > e intanto i rivenditori inchiappettano la gente. "E` un i5!
    > Cosa altro ti serve sapere?"
    > Mah...

    motivo per cui spesso è meglio comprare online, con una scelta tra 20 cpu invece delle solite 4-5 che ha il negozietto sotto casa e a prezzi ignobili.
    non+autenticato
  • - Scritto da: americio
    > - Scritto da: Shu
    > > e intanto i rivenditori inchiappettano la
    > gente. "E` un
    > i5!
    > > Cosa altro ti serve sapere?"
    > > Mah...
    >
    > motivo per cui spesso è meglio comprare online,
    > con una scelta tra 20 cpu invece delle solite 4-5
    > che ha il negozietto sotto casa e a prezzi
    > ignobili.

    AMD in questo e più chiara con le sigle.
    Sgabbio
    26177
  • >
    > AMD in questo e più chiara con le sigle.

    AMD.... AMD....AMD.... questo nome mi dice qualcosa.....
    ah sì, una volta avevo un PC con una CPU AMD !!!
    Ma ancora la sforna stà roba o si è arresa alla Intel?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Young&Nerd
    > >
    > > AMD in questo e più chiara con le sigle.
    >
    > AMD.... AMD....AMD.... questo nome mi dice
    > qualcosa.....
    > ah sì, una volta avevo un PC con una CPU AMD !!!
    > Ma ancora la sforna stà roba o si è arresa alla
    > Intel?

    Si deve essere tipo la prima azienda a fare un processore x86 dualcore, o la prima a fare i processori x86 a 64 bit... Insomma una che deve imparare da Intel eh certo!
    Poi guarda che prezzi... Sicuramente avessimo solo Intel i processori sarebbero molto più economici no?

    Sei proprio un genio...
    non+autenticato
  • in passato erano più chiari

    avevi il modello e la frequenza e l'acquirente litigava con l'assemblatore se faceva il furbo e metteva dentro un pentium di più bassa frequenza

    invece dietro le sigle i5, i3, i7 hanno occultato perfettamente le vere caratteristiche
    non+autenticato
  • > invece dietro le sigle i5, i3, i7 hanno occultato
    > perfettamente le vere caratteristiche
    Non tanto dai, generalmente:
    i7=4 core 8 thread
    i5=4 core 4 thread
    i3=2 core 4 thread
    pentium=2 core 2 thread
    quindi i7>i5>i3>pentium a parità di clock-

    Poi i progressivi a 4 cifre sono del tipo:
    3nnn dove 3 è la versione (3Ivy bridge=3, Sandy bridge=2) e nnn è un indicatore del clock: più alto è più alto è il clock.
    Infine c'è il modificatore in coda K/S o T:
    - i7 3770 ha frequenza base 3.4 GHz
    - la versione 3770K è a 3.5 (K="più spinto")
    - la versione 3770S è invece depotenziata 3.1 GHz
    - la versione 3770T invece minore clock è a bassa potenza.

    Simile i ragionamenti sulle versioni i5 e i3.
    i5 3570>3550 (3550 non ha la versione K), poi capita che la 3550 ha un clok di base più alto della 3570S e T, ma un turbo più basso della 3570S.

    ... poi ci sono eccezioni talvolta come l'i5 3745S che sembra uguale al 3740S.
    Trovi tutto tabellato qui:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Ivy_Bridge_(microarch...)
    non+autenticato
  • dimenticavo ... le lettere K/S/T hanno delle ovvie mnemoniche.
    K=killer
    S=small
    T=temperatura ridotta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sallo
    > dimenticavo ... le lettere K/S/T hanno delle
    > ovvie
    > mnemoniche.
    > K=killer
    > S=small
    > T=temperatura ridotta
    guarda, con questi ultimi due post mi hai veramente chiarito tutto.
    irnocuc, chiaro no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Young&Nerd

    > irnocuc, chiaro no?

    Credo che al posto della o dovessi mettere una h... Sorride
    non+autenticato