Yahoo Messenger taglia i ponti

Sulla scia di quanto fatto da Microsoft, Yahoo sollecita i propri utenti ad aggiornare il Messenger che supporta le ultime modifiche al protocollo di IM. I client non autorizzati rischiano di rimanere offline

Roma - Seguendo le orme di Microsoft, che proprio in questo periodo sta invitando i propri utenti ad aggiornare MSN Messenger, Yahoo ha comunicato l'intenzione di introdurre alcuni cambiamenti al proprio servizio di instant messaging (IM) che potrebbero lasciare fuori dalla porta gli utenti che utilizzano vecchie versioni di Yahoo Messenger o dei client a questo alternativi.

A partire dalla scorsa settimana Yahoo ha iniziato ad avvisare gli utenti della disponibilità di un aggiornamento al proprio client, scaricabile qui, che consentirà loro di continuare ad accedere al servizio di IM anche dopo il 24 settembre, data oltre la quale verrà adottata una nuova versione dell'attuale protocollo di comunicazione.

Come aveva già fatto di recente in risposta alle modifiche di Microsoft, Cerulean Studios ha sviluppato in tempi rapidi una patch per la versione gratuita (Basic) e a pagamento (Pro) del suo noto client multi-network, Trillian, in grado di supportare il nuovo protocollo di Yahoo. La stessa cosa saranno costretti a fare anche gli altri client di IM alternativi, ma la natura non commerciale della quasi totalità di questi potrebbe rendere i tempi di adeguamento più lunghi.
Mary Osako, portavoce di Yahoo, ha affermato che lo scopo dell'aggiornamento è unicamente quello di aggiungere al proprio servizio di IM nuove funzionalità antispam.

"Se questo upgrade - ha commentato Osako - incide sul modo in cui gli altri servizi interagiscono con Yahoo Messenger, questo è solamente una conseguenza dei nostri sforzi per proteggere i nostri utenti da eventuali spammer".

La scorsa settimana Yahoo ha proposto ai visitatori del proprio portale un sondaggio nel quale chiedeva loro se sarebbero stati disposti a pagare una piccola somma per l'acquisto di un client di IM in grado di connettersi simultaneamente ai principali network di IM, fra cui quelli di AOL (AIM e ICQ), e Microsoft.

Sebbene un portavoce dell'azienda abbia minimizzato l'importanza di tale indagine, è lecito pensare che Yahoo stia prendendo in considerazione lo sviluppo di una versione a pagamento del proprio client capace di interagire anche con i servizi rivali. La mossa sarebbe alquanto curiosa visto che Yahoo è la prima, nel passato, ad aver opposto una certa resistenza all'uso del proprio servizio da parte di client non autorizzati. Per quanto riguarda la rete di Microsoft, tuttavia, le cose potrebbero presto cambiare visto che il colosso ha varato proprio di recente un programma di licensing indirizzato a chi desidera usufruire del proprio servizio di messaggistica immediata.
TAG: sw
13 Commenti alla Notizia Yahoo Messenger taglia i ponti
Ordina