Mauro Vecchio

ACTA, ritorno nel Sol Levante

Le autorità giapponesi ratificano il trattato anti-contraffazione, tra i pochi paesi rimasti favorevoli dopo la bocciatura del Parlamento d'Europa. In rivolta il Partito Pirata nipponico

Roma - Duro ad arrendersi, il governo giapponese ha siglato il processo di ratificazione del famigerato Anti-Counterfeiting Trade Agreement (ACTA). Favorevoli sin dall'inizio, le autorità nipponiche continuano a sostenere il trattato che vorrebbe estendere a livello globale la tutela della proprietà intellettuale e industriale.

Agli inizi dello scorso luglio, il Parlamento d'Europa aveva bocciato gli accordi di ACTA sfruttando i poteri garantiti dal Trattato di Lisbona. Nonostante l'esito negativo nel Vecchio Continente, il trattato anti-contraffazione sarebbe comunque potuto entrare in vigore in paesi come gli Stati Uniti e appunto Giappone, praticamente tra i pochi rimasti favorevoli.

"ACTA è stato ratificato in Giappone - si legge in un recente cinguettio su Twitter della versione locale del Partito Pirata - È la crisi della democrazia. Al suo posto, uno spettro sta per braccare il nostro paese". Pare che la ratificazione del trattato sia avvenuta senza alcun dibattito politico interno. (M.V.)
Notizie collegate
  • AttualitàGiappone, carcere per gli scariconiPassa l'emendamento all'attuale legge nipponica sul diritto d'autore. Il download pirata sarà punito con un massimo di 2 anni di prigione. Sanzioni valide anche per chi copia CD o DVD. E spunta un'idea per lo spionaggio delle connessioni
  • AttualitàACTA, adozione in bilicoIl repubblicano Darrell Issa contro il trattato anti-contraffazione. Sarebbe più pericoloso di SOPA o PIPA, perché meno trasparente. La Danimarca si scusa per i numeri sballati sulla pirateria. Dubbi anche nel Belpaese
25 Commenti alla Notizia ACTA, ritorno nel Sol Levante
Ordina
  • ...anche considerando lecita la tua visione del copyright, ACTA era una cosa terrificante. Cioè, un accordo che riguarda la vita di tutti ma concordato tra quattro "amici", che sovverte basilari principi di diritto, tenuto segreto e che in Europa addirittura si tentava di approvare in barba alle leggi comunitarie tenendone all'oscuro lo stesso Parlamento Europeo. Ma come si fa a difendere una mostruosità del genere? Non era un banale codice di autoregolamentazione. Si parlava di monitoraggi di tutte le connessioni senza intervento dell'autorità giudiziaria. Ma dici sul serio? Ma lo sai che in Italia la segretezza della corrispondenza è difesa dalla Costituzione? Oppure pensi che basti un "tengo famiglia" per giustificare qualsiasi cosa?
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 10 settembre 2012 18.07
    -----------------------------------------------------------
    FDG
    10933
  • - Scritto da: FDG
    > ...anche considerando lecita la tua visione del
    > copyright, ACTA era una cosa terrificante. Cioè,
    > un accordo che riguarda la vita di tutti ma
    > concordato tra quattro "amici", che sovverte
    > basilari principi di diritto, tenuto segreto e
    > che in Europa addirittura si tentava di approvare
    > in barba alle leggi comunitarie tenendone
    > all'oscuro lo stesso Parlamento Europeo. Ma come
    > si fa a difendere una mostruosità del genere? Non
    > era un banale codice di autoregolamentazione. Si
    > parlava di monitoraggi di tutte le connessioni
    > senza intervento dell'autorità giudiziaria. Ma
    > dici sul serio? Ma lo sai che in Italia la
    > segretezza della corrispondenza è difesa dalla
    > Costituzione? Oppure pensi che basti un "tengo
    > famiglia" per giustificare qualsiasi
    > cosa?
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 10 settembre 2012 18.07
    > --------------------------------------------------

    benvenuto del mondo dei pirate hatersA bocca aperta
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio

    > benvenuto del mondo dei pirate hatersA bocca aperta

    Ma si, la mamma degli imbecilli è sempre incinta.
    FDG
    10933
  • prima di tutte le censure c'erano bei giochi, bei film e canzoni da acquistare, c'era l'imbarazzo della scelta. Da quando sono partite tutte le censure (Hadopi, Acta, etc.) in giro si vede per la maggior parte della gran spazzatura ... strano, stroncata la pirateria la qualità sarebbe migliorata. Se pensano di vendere me*da a prezzo, la possono gettare direttamente nel cesso. Altro che giochi in prevendita a 70 euro, non basta che ti do del denaro in cambio di nulla, devo aspettare, devo pagare anche il massimo (avendo poi problemi con le loro cag*ate del DRM) e dopo un anno viene venduto a 9,90 euro con una rivista ... ma questo è il caso estremo di poveri cogl*oni che prima o poi si sveglieranno, almeno lo spero per loro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > prima di tutte le censure c'erano bei giochi, bei
    > film e canzoni da acquistare, c'era l'imbarazzo
    > della scelta. Da quando sono partite tutte le
    > censure (Hadopi, Acta, etc.) in giro si vede per
    > la maggior parte della gran spazzatura ...
    > strano, stroncata la pirateria la qualità sarebbe
    > migliorata. Se pensano di vendere me*da a prezzo,
    > la possono gettare direttamente nel cesso. Altro
    > che giochi in prevendita a 70 euro, non basta che
    > ti do del denaro in cambio di nulla, devo
    > aspettare, devo pagare anche il massimo (avendo
    > poi problemi con le loro cag*ate del DRM) e dopo
    > un anno viene venduto a 9,90 euro con una rivista
    > ... ma questo è il caso estremo di poveri
    > cogl*oni che prima o poi si sveglieranno, almeno
    > lo spero per
    > loro.

    Ci sono ancora, ma hanno meno visibilità... per ora.
    Il walled garden per certi versi è comodo, ma ha dei limiti seri e uno di questi è la varietà che offre la "libera fruizione" (attenzione: libero<>gratuito).

    GT
  • E se in Europa coloro che sono per la libertà di rete non continuano la lotta, faremo la stessa fine del Giappone. Anzi, pure peggio!
    non+autenticato
  • - Scritto da: an_on
    > E se in Europa coloro che sono per la libertà di
    > rete non continuano la lotta, faremo la stessa
    > fine del Giappone. Anzi, pure
    > peggio!
    Me lo auguro, sarebbe una salvezza per la creatività e lintera filiera. Centinaia di migliaia di posti di lavoro da una parte, un grappolo di fruitori a sbafo dall"altra, non dovrebbe essere difficile fare la scelta giusta e già si Sto arrivando! Che verrà tentata di nuovo.
    non+autenticato
  • se fossero solo un grappolo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > - Scritto da: an_on
    > > E se in Europa coloro che sono per la libertà di
    > > rete non continuano la lotta, faremo la stessa
    > > fine del Giappone. Anzi, pure
    > > peggio!
    > Me lo auguro, sarebbe una salvezza per la
    > creatività e lintera filiera. Centinaia di
    > migliaia di posti di lavoro da una parte, un
    > grappolo di fruitori a sbafo dall"altra, non
    > dovrebbe essere difficile fare la scelta giusta e
    > già si Sto arrivando! Che verrà tentata di
    > nuovo.

    I fruitori a sbafo sono coloro che sfruttano una legge ottocentesca (la legge sul copyright) per camparci una vita!

    Tentate pure nuovamente di far ratificare l'ACTA.
    Coloro che si battono per la libertà di rete non dormono! Indiavolato
    non+autenticato
  • - Scritto da: NO AL COPYRIGHT
    > - Scritto da: Allibito
    > > - Scritto da: an_on
    > > > E se in Europa coloro che sono per la libertà
    > di
    > > > rete non continuano la lotta, faremo la stessa
    > > > fine del Giappone. Anzi, pure
    > > > peggio!
    > > Me lo auguro, sarebbe una salvezza per la
    > > creatività e lintera filiera. Centinaia di
    > > migliaia di posti di lavoro da una parte, un
    > > grappolo di fruitori a sbafo dall"altra, non
    > > dovrebbe essere difficile fare la scelta giusta
    > e
    > > già si Sto arrivando! Che verrà tentata di
    > > nuovo.
    >
    > I fruitori a sbafo sono coloro che sfruttano una
    > legge ottocentesca (la legge sul copyright) per
    > camparci una
    > vita!
    >
    > Tentate pure nuovamente di far ratificare l'ACTA.
    > Coloro che si battono per la libertà di rete non
    > dormono!
    >Indiavolato
    La libertà non c'entra molto in questa storia, nessuno vuole imbavagliare la rete, ma solo impedire che si commettano illeciti. la legge sul copyright è stata ideata nel IXX secolo, ma aggiornata e adeguata continuamente. L'ACTA è recentissima.Una legge sacrosanta va adeguata, non certo abolita.
    Nessuno ha mai risposto alla domanda:
    Saresti d'accordo con leggi che lascino totale libertà alla rete e impediscano solo la circolazione di contenuti illeciti? Sarebbe compromessa quella che voi erroneamente chiamate libertà (invece è anarchia)?
    Pare chiaro a tutti che non è la libertà ad interessarvi, ma solo i contenuti gratis, questo si chiama "sbafo" "parassitismo" non certo libertà.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito

    > La libertà non c'entra molto in questa storia,
    > nessuno vuole imbavagliare la rete, ma solo
    > impedire che si commettano illeciti. la legge sul
    > copyright è stata ideata nel IXX secolo, ma
    > aggiornata e adeguata continuamente. L'ACTA è
    > recentissima.Una legge sacrosanta va adeguata,
    > non certo
    > abolita.

    In quale realtà parallela ?

    > Nessuno ha mai risposto alla domanda:
    > Saresti d'accordo con leggi che lascino totale
    > libertà alla rete e impediscano solo la
    > circolazione di contenuti illeciti? Sarebbe
    > compromessa quella che voi erroneamente chiamate
    > libertà (invece è
    > anarchia)?

    Cosa intendi per illecito ? sai che è una cosa molto vaga, varia da nazione a nazione. Se io critico un politico, uno mio medesimo all'estero non lo può fare perchè criticare un politico dalle sue aperti è un illecito.

    Vedi, che il discorso falla ?

    > Pare chiaro a tutti che non è la libertà ad
    > interessarvi, ma solo i contenuti gratis, questo
    > si chiama "sbafo" "parassitismo" non certo
    > libertà.

    Guardi il dito e non la luna.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio

    >
    > Cosa intendi per illecito ? sai che è una cosa
    > molto vaga, varia da nazione a nazione. Se io
    > critico un politico, uno mio medesimo all'estero
    > non lo può fare perchè criticare un politico
    > dalle sue aperti è un
    > illecito.
    >
    > Vedi, che il discorso falla ?

    Se non e' chiaro il concetto, provare a sostituire "politico" con "religioso".

    La limitata mentalita' del videotecaro non riesce a vedere al di la' della canzonetta mp3.
    Vuole che venga vietata la diffusione delle sue amate canzonette? Cominci con l'attivarsi affinche' venga rimosso l'equo compenso sui supporti.
  • - Scritto da: Allibito
    > L'ACTA è
    > recentissima.Una legge sacrosanta va adeguata,
    > non certo
    > abolita.
    1) non è una legge ma un accordo
    2) è un accordo che ormai non vale un ciufolo dato che in pratica non lo ha firmato nessuno!
    3) prendi atto della realtà invece che delle tue fantasie!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > La libertà non c'entra molto in questa storia,
    > nessuno vuole imbavagliare la rete, ma solo
    > impedire che si commettano illeciti.

    Ok dimmi come pensi di farlo senza bloccare anche sistemi e servizi e siti leciti . E perché per una cosa del genere ti serve ACTA quando già le legislazioni nazionali e gli accordi internazionali esistenti permettono quello che dici.

    > la legge sul
    > copyright è stata ideata nel IXX secolo, ma

    Diciannove in numeri romani si scrive XIX.

    > aggiornata e adeguata continuamente. L'ACTA è
    > recentissima.Una legge sacrosanta va adeguata,
    > non certo abolita.

    L'ACTA è una merdata ed è stata giustamente affossata nella stragrande maggioranza dei paesi. Così come la HADOPI.

    > Nessuno ha mai risposto alla domanda:
    > Saresti d'accordo con leggi che lascino totale
    > libertà alla rete e impediscano solo la
    > circolazione di contenuti illeciti?

    E COME PENSI DI FARLO TECNICAMENTE SENZA BLOCCARE ANCHE SITI E SERVIZI E CONTENUTI LECITI ?

    > Sarebbe
    > compromessa quella che voi erroneamente chiamate
    > libertà (invece è anarchia)?

    Ti sono entrato a casa a rubare i dvd? No? Allora sono libero, A CASA MIA, di fare quel che mi pare col MIO computer e con la MIA connessione.
    Se tu non me lo impedisci, possiamo parlarne.
    Se invece vuoi impedirmelo, la tua è censura perché sei tu a decidere per me cosa io non devo fare a casa mia. Ma censurati tu! Tu che parli tanto di trasparenza, aspetto che metti 50 webcam accese H24 a casa tua, così che io possa controllare che tu non stia commettendo qualche illecito.

    > Pare chiaro a tutti che non è la libertà ad
    > interessarvi, ma solo i contenuti gratis, questo
    > si chiama "sbafo" "parassitismo" non certo
    > libertà.

    Il parassitismo è quello di chi pretende soldi tutta la vita lui e tutti i suoi eredi per 70 anni per una cosa che ha fatto anni e anni prima. E i parassiti vanno sterminati. Un bel frontline e via.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 10 settembre 2012 15.31
    -----------------------------------------------------------
  • > Me lo auguro, sarebbe una salvezza per la
    > creatività e lintera filiera.

    Ma noi non vogliamo più la filiera, non l'hai ancora capito?

    > Centinaia di
    > migliaia di posti di lavoro da una parte, un
    > grappolo di fruitori a sbafo dall"altra

    Centinaia di posti per gente pagata con i nostri soldi per fare un lavoro inutile che non vogliamo.


    >, non
    > dovrebbe essere difficile fare la scelta giusta e
    > già si Sto arrivando! Che verrà tentata di
    > nuovo.

    E di nuovo fallirà. La scelta giusta è l'abolizione del copyright.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > > Me lo auguro, sarebbe una salvezza per la
    > > creatività e lintera filiera.
    >
    > Ma noi non vogliamo più la filiera, non l'hai
    > ancora
    > capito?

    Sei tu a non capire che primo non conta quello che non volete voi e secondo, senza filiera niente contenuti (produttori, distributori, gestori di siti o commercianti che siano, una filiera deve sempre esserci, nessuno ha la possibilità di fare da solo.
    >
    > > Centinaia di
    > > migliaia di posti di lavoro da una parte, un
    > > grappolo di fruitori a sbafo dall"altra

    > Centinaia di posti per gente pagata con i nostri
    > soldi per fare un lavoro inutile che non
    > vogliamo.

    Vale quanto scritto sopra, quello che volete voi non conta e i vostri soldi non credo li veda nessuno.
    >
    > >, non
    > > dovrebbe essere difficile fare la scelta
    > giusta
    > e
    > > già si sa che verrà tentata di
    > > nuovo.
    >
    > E di nuovo fallirà. La scelta giusta è
    > l'abolizione del
    > copyright.

    Come sopra, non si tiene conto del tuo parere, ma di quello di persone responsabili che hanno il dovere di proteggere il lavoro di crea. Fattene una ragione, ruba quanto vuoi, è una tua scelta di vitama non pensare neanche una volta di essere nel giusto.
    non+autenticato