Anno2000: gli USA pensano a tutti

Il megacentro anticrisi da 50 milioni di dollari che stanno mettendo in piedi gli americani si occuperà dell'intero pianeta

Washington (USA) - Casa Bianca, primo gennaio 2000. In tutto il mondo hanno iniziato a verificarsi disfunzioni, guasti e problemi di vario genere dovuti ad Anno2000. Gli americani intervengono.

Questo lo scenario che l'amministrazione Clinton ha in mente dopo aver fatto passare una spesa di 50 milioni di dollari per la costituzione di un centro anticrisi che dovrà tenere conto e traccia di tutto quello che avverrà nel mondo a partire dalle 00.01 del primo gennaio 2000.

Il centro è quasi pronto e si trova molto vicino alla Casa Bianca. Si tratta di una sala circondata da computer, l'"Information Coordination Center", che gli esperti dell'amministrazione affermano di augurarsi che risulti inutile: "speriamo che quella notte ci si annoi. In ogni caso questo sarà il posto nel mondo con la più alta concentrazione di informazione su Anno2000 e sulle sue conseguenze". I dati arriveranno da tutto il mondo e consentiranno di agire rapidamente ed eventualmente assistere altri paesi nelle prime ore del primo gennaio prossimo.