Alfonso Maruccia

Western Digital mette l'elio nell'hard disk

Ennesima evoluzione tecnologica degli HDD magnetici. Grazie al gas aumenta lo spazio e diminuiscono i consumi

Roma - Western Digital vuole "gasare" gli hard disk meccanici sostituendo l'aria con l'elio: la soluzione, ideata dalla recentemente acquisita Hitachi Global Storage Technologies (HGST), porterebbe a notevoli benefici sia dal punto di vista dei consumi che della possibilità di incrementare ulteriormente lo spazio di storage da mettere a disposizione degli utenti.

L'ennesimo avanzamento evolutivo di una tecnologia - quella degli HDD magnetici, appunto - data più volte per spacciata ha richiesto ben sei anni di sforzi, dice HGST, e ora gli ingegneri hanno trovato il modo di sigillare l'elio all'interno dei dischi senza che questo possa più fuoriuscire una volta terminato il processo produttivo.

Sostituire l'aria con un gas nobile (chimicamente inerte) come l'elio porta a importanti vantaggi, dice l'azienda: il consumo di energia elettrica si riduce del 23 per cento, la temperatura di funzionamento si abbassa di 4 gradi centigradi ed è possibile inserire due ulteriori piatti nel tradizionale form factor da 3 pollici e mezzo.
WD-HGST sostiene che il nuovo setup a base di elio permetterà non solo di raggiungere nuovi traguardi per quel che riguarda lo spazio di storage disponibile su disco, ma anche (soprattutto?) un drastico calo di consumi e problemi connessi alle temperature nei data center presenti e futuri.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
31 Commenti alla Notizia Western Digital mette l'elio nell'hard disk
Ordina
  • poi ad un certo punto gli verrà in mente di mettere i dischi sotto vuoto... e si può pertanto risparmiare anche sull'elio....
  • - Scritto da: rekkahr
    > poi ad un certo punto gli verrà in mente di
    > mettere i dischi sotto vuoto... e si può pertanto
    > risparmiare anche
    > sull'elio....

    Ehm non vorrei dire una vaccata ma mi sembra che gli hard disk più vecchi fossero proprio sotto vuoto e poi sono stati inseriti sistemi di compensazione della pressione come in quelli attuali.
    mura
    1708
  • ... invece dell'elio usiamo il biogas... si le scorreggie! Costano molto di meno e hanno anche il vantaggio di poter approntare HD con autodistruzione incorporata... per la difesa dei dati sensibili!

    A parte gli scherzi la cosa è molto interessante, peccato che l'elio sia un gas sempre più raro e costoso sulla terra, l'unica cosa che mi chiedo è: come hanno risolto il problema della dilatazione termica?
    Gli HD infatti non sono sigillati, ma l'aria in essi contenuta tramite un filtro per evitare le impurità è libera di uscire, precauzione indispensabile per evitare le marcatissime variazioni di pressione che altrimenti si avrebbero all'avvio del'HD... con un sistema ad elio sigillato il problema come lo hanno risolto?
  • Basta mettere una membrana elastica che compensa le variazioni di pressione tra l'ambiente esterno e quello interno, in questo modo il gas non cerca di uscire, nè l'aria esterna cerca di entrare. Le deformazioni della membrana sono sufficienti a compensare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fetente
    > Basta mettere una membrana elastica che compensa
    > le variazioni di pressione tra l'ambiente esterno
    > e quello interno, in questo modo il gas non cerca
    > di uscire, nè l'aria esterna cerca di entrare. Le
    > deformazioni della membrana sono sufficienti a
    > compensare.

    E perchè non lo fanno già adesso con i sistemi ad aria?
    Non è che la membrana elastica presenti problemi di durata nel tempo, di velocità di risposta alla sollecitazione di rischio di rottura ed altre amenità del genere?
  • La quantità di elio immessa, a cose fatte bene, dovrebbe essere minima, e per risolvere il problema di variazione di volume ovvero di pressione in ambiente sigillato dovuto essenzialmente a variazioni di temperatura più che di effetti vortice, basterebbe un piccolo polmone elastico (tipo il serbatoio di un presevativo).
    Sto inventando..., e se ho dato un'idea valida, che nessuno si abbassi a vigliaccate come chederne un lurido brevetto; la mia idea deve restare patrimonio dell'Umanità!

    Correzione - CHIEDO SCUSA, ho scritto do getto senza prima leggere le altre risposte, di chi ha avuto la mia stessa idea.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 17 settembre 2012 23.58
    -----------------------------------------------------------
  • Ma sotto il nome di biogas ci vanno varie tipologie di gas, mica solo quello delle flatulenze umane o animali.

    Il landfill è la varietà di biogas da materiale umido di discarica.
    Il wood gas da fermentazione di legname.
    Il gas da pirolisi di materiale organico compreso legno.
    Il biogas da fermentazione anaerobica di mais ed altri scarti vegetali.

    Ed infine biogas da biomasse organiche di origine animale (la cacca).
    iRoby
    7783
  • Ok, sono pronto alla fustigazione
    Capisco che in alcuni casi ci siano degli "spazi" da rispettare, ma visto che si vogliono immagazzinare dati, non si può cambiare dimensione? Alziamolo sto benedetto HDD! Questo naturalmente per quanto riguarda i desktop o gli storage. Per i NB non c'è storia, ma metterci un gas mi sembra una c...ta, alla fine cmq devo backupparmi i dati perchè se mi si rompe e faccio fare il recupero dati con smontaggio meccanico ciaoo e quindi o uso un'altro disco uguale come capacità o più dischi normali, e allora mi sa che non ho guadagnato un bel niente!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Flavio C
    > alla fine cmq devo
    > backupparmi i dati

    TROPPO tardi i back si fanno PRIMA del disastro

    > perchè se mi si rompe e faccio
    > fare il recupero dati con smontaggio meccanico

    Se sei arrivato a questo punto, il tuo vecchio HD ormai è buono solo per la fonderia...
    non+autenticato
  • Certo i backup si fanno prima, con due alternative intendevo: o su un'altro disco con stesse caratteristiche o su più Hdd normali, quindi non vedo il risparmio e quindi il senso! Fatemi un hdd alto 8 cm invece che 4 che sto meglio!!
    non+autenticato
  • Spero non serva solo a far VOLARE i prezziA bocca aperta
  • La domanda nasce spontanea     sarà possibile recuperare i dati in caso di guasto meccanico(disallineamento testine etc)?
    E sopratutto quanto costerà?
    non+autenticato
  • Recuperare i dati da un disco rotto costa comunque un sacco di soldi, qualcosa che non si può permettere un normale utente.

    Esiste una cosa chiamata backup. Magari ti può tornare utile.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)