Hacker buca AIM. Con gentilezza

Si limita a rubare account e nick di un consulente di sicurezza informatica. E lo usa per parecchio tempo, prima di sparire nel nulla. Non si sa chi è ma si sa come ha fatto

Web - Gaffe per America Online. Il suo sistema di instant messaging AIM, già provato da numerosi vincenti attacchi hacker nei mesi scorsi, è stato nuovamente "bucato" da un hacker. Questi pare abbia sfruttato gli stessi buchi di sicurezza rilevati mesi fa. Oooops!

La "gaffe" è moltiplicata dal fatto che lo sconosciuto hacker ha sottratto nickname e account ad un utente AIM che è anche consulente di sicurezza informatica. Questi, in collaborazione con gli uffici tecnici di AOL, ha tentato di recuperare il suo account AIM per diverse settimane. Quando ci è riuscito l'hacker si era già dileguato...

Habeeb Dihu, consulente di sicurezza, si è visto sottrarre il proprio account "MacGyver": "Improvvisamente ho ricevuto un messaggio del sistema secondo cui ero stato buttato fuori perché il mio account AIM era già aperto". Da quel momento per Dihu è cominciata una odissea di alcune settimane in cui ha "dialogato" con il suo ex account, ovvero con l'hacker che ne aveva preso possesso. Questi si è identificato come ragazzo minorenne e a nulla sono valsi i controassalti informatici di Dihu, che ha confessato: "Lavoro con ogni genere di azienda per assisterle nei problemi di sicurezza. Ma questo non serve a nulla quando hai contro una forza esterna che non puoi controllare, che non collabora con te nella correzione degli errori".
Pochi giorni prima della soluzione del caso, Dihu ha scritto nuovamente all'hacker: "Ora che hai dimostrato di aver ragione, ti dispiace ridarmi il mio account?". La risposta, laconica, è stata: "No, mi spiace. Il nome dell'account non ha prezzo". MacGyver è il protagonista di una celebre serie televisiva.