Alfonso Maruccia

Raspberry Pi mette il turbo

La micro-piattaforma di sviluppo britannica si arricchisce di una funzionalità di overclocking "di fabbrica", con tanto di valvola di sicurezza per evitare danni permanenti. Roba da supercomputer, letteralmente

Roma - Ancora novità in arrivo sul fronte ottimizzazioni per Raspberry Pi, la micro-board di sviluppo ARM che dopo un sistema operativo (Linux) tagliato su misura ha ora anche la possibilità di funzionare oltre i limiti nominali di CPU e circuiteria integrati.

La Fondazione Raspberry Pi ha infatti annunciato la disponibilità di una nuova modalità di funzionamento in overclock: prevedibilmente chiamata "turbo mode", l'opzione integrata nella nuova versione di Raspbian (l'OS ottimizzato di cui sopra) abilita ben cinque livelli diversi di overclock.

Il livello di overclock più estremo permette alla CPU di funzionare a 1 GHz (contro i 700 MHz del clock base), mentre la modalità turbo agisce in maniera dinamica a seconda del carico di lavoro sul processore e viene comunque disabilitata in automatico se si raggiungono temperature di 89 gradi centigradi.
Ma non di solo overclock si nutrono le novità confezionate dalla fondazione britannica per il nano-computer più economico al mondo: gli utenti potranno ora acquistare una revisione della board maggiormente rifinita rispetto al design originale (Raspberry Pi 2.0), mentre è confermata la volontà di produrre la gran parte delle schede (30mila al mese, al momento) nel Regno Unito anche grazie a una partnership con le fabbriche di assemblaggio di Sony.

Sul fronte "hack" e usi originali della board, invece, si segnalano la realizzazione di una piattaforma di sviluppo che usa il celere lettore di ebook di Amazon (KindleBerry Pi) e un piccolo supercomputer composto da 64 schede Raspberry Pi collegate in rete e accatastate una sull'altra con i mattoncini Lego.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
68 Commenti alla Notizia Raspberry Pi mette il turbo
Ordina
  • Con quello che costano i mattoncini...
    non+autenticato
  • Ordinato il 1° Agosto.. arrivato il 6
    Ho installato Apache, MySQL, phpMyAdmin oltre al server SSH.
    Ci faccio girare un sito DRUPAL... che non è il massimo della leggerezza....devo ancora sperimentare qualcosa con il GPIO
    non+autenticato
  • Ordinati il 26 Luglio a RS, arrivera' verso fine novembre, fate voi....
    non+autenticato
  • Il costo del RPi, è principalmente derivato dal VideoCore IV che non è lontanamente paragonabile alle GPU da telefonini.

    "The VideoCore IV in the Pis Broadcom 2835 SoC is capable of 27 GFLOPs compared with the 7-8GFlops of the Mali 400 in the Mele"

    Ed è proprio per questo che supporta (molto bene e molto fluidamente) filmati in alta definizione (tanto da aver ormai soppiantato il mio WDTV di casa).
  • Per la cronaca comunque, quasi tutti gli alimentatori da telefonini vanno benissimo sul RPi, e una scheda da 4gb costa 3.99 (oltretutto espandibile). Se si alimenta dalle porte USB e non dalla porta di alimentazione micro-usb, è l'alimentatore stesso che fornisce corrente alle altre due porte rendendo l'HUB inutile.
  • visto lo schema vedo gia' delle modifiche da fargli; in primis modificare lo stadio di alimentazione per fornire corrente adeguata ai connettori e per alimentare componenti dal connettore gpio;
    programmare l'emac e' un casino per me, meglio un chip ethernet via spi e ignoro la porta integrata;
    A guardare lo schema elettrico di miglioramenti se ne possono fare tanti.....
    non+autenticato
  • - Scritto da: ciskje
    > Il costo del RPi, è principalmente derivato dal
    > VideoCore IV che non è lontanamente paragonabile
    > alle GPU da
    > telefonini.
    Che purtroppo è la parte chiusa Triste
    non+autenticato
  • - Scritto da: ciskje
    > Il costo del RPi, è principalmente derivato dal
    > VideoCore IV che non è lontanamente paragonabile
    > alle GPU da
    > telefonini.
    >
    > "The VideoCore IV in the Pis Broadcom 2835 SoC is
    > capable of 27 GFLOPs compared with the 7-8GFlops
    > of the Mali 400 in the
    > Mele"
    >
    > Ed è proprio per questo che supporta (molto bene
    > e molto fluidamente) filmati in alta definizione
    > (tanto da aver ormai soppiantato il mio WDTV di
    > casa).

    mmm sinceramente avevo letto recensioni (e visto grafici) che asserivano il contrario

    ma a parte questo guarda che la decodifica dei filmati, per la stragrande maggioranza dei formati in circolazione, viene fatta in hardware

    inoltre considera che la componente video non è l'unico elemento da tenere in considerazione ... la raspi monta un armv11 da 700mhz mentre l'allwinner è un cortext a8 da 1ghz (può essere overcloccato fino a 1.5ghz)
    non+autenticato
  • - Scritto da: ciskje
    > Ed è proprio per questo che supporta (molto bene
    > e molto fluidamente) filmati in alta definizione
    > (tanto da aver ormai soppiantato il mio WDTV di
    > casa).

    Pura curiosità: cosa ci hai montato sopra per renderla un WDTV?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Simone
    > Guarda qui: http://xbmc.org/ =)

    Non sapevo fosse stato portato su Rasp. Buono a sapersi, grazie!Sorride))
    non+autenticato
  • Non lo sapevo manco io... porco mondo, devo immediatamente ordinare un raspberry!A bocca aperta
    --
    JackRackham


    - Scritto da: Mark
    > - Scritto da: Simone
    > > Guarda qui: http://xbmc.org/ =)
    >
    > Non sapevo fosse stato portato su Rasp. Buono a
    > sapersi, grazie!
    >Sorride))
    non+autenticato
  • - Scritto da: JackRackham
    > Non lo sapevo manco io... porco mondo, devo
    > immediatamente ordinare un raspberry!
    >A bocca aperta
    > --
    > JackRackham
    >
    Se ti va bene te lo porta babbo nataleOcchiolino
    non+autenticato
  • Scusatemi, ma invece di seguire la corrente delle affermazioni inutili sarebbe (anche se mi rendo conto che spesso la voglia non c'è) utile che vi informaste un minimo.

    La raspberrypi non è affatto ne la più economica ne la più conveniente!

    Ai 35€ della RasPi ci mancano:
    - la SD
    - un hub usb
    - un alimentatore

    Basta cercare per trovare hardware più economico con la stessa potenza di calcolo, anzi ... superiore.
    Mi riferisco all'MK802 che è possibile acquistare a poco più di 50€ e nel pacchetto c'è già incluso l'alimentatore e non serve la microsd (anche se comunque si può usare per fare i test).
    Tra l'altro ha il wireless integrato, il doppio della memoria ram, 4gb di nand già integrati, processore che nativamente può arrivare 1.5ghz, scheda video più potente ... l'unico difetto è che manca la porta lan ma la si può mettere usb.

    La RasPi costa 35€ + 10€ SD 4GB (decente) + 10/15€HUB USB + 10/15€ L'alimentatore = 35+10+10+10 = 65€

    Quindi come vedete un hardware più potente, comprensivo già di tutto, anche del case cosa che non ho incluso nella RasPi, costa di meno.

    Inoltre è possibile acquistare il MELE A2000, che monta lo stesso hardware , prendendolo da un importatore in europa con un costo di circa 70/75€ (da un rivenditore cinese costa meno anche meno ma c'è il rischio di dogana) ma in compenso ha in più 3 porte usb, 1 porta --> SATA <--, 1 porta sd, porta lan 100mbit, vga, rca e spdif (oltre all'hdmi).

    Fate voi voi i conti -.-'
    non+autenticato
  • Secondo me questo e' il tipico malinteso sul PI, e dire che e' spiegato tutto nelle pagine di introduzione sul sito.
    Il PI e' pensato come il minimo computer possibile su cui ci si possa fare qualcosa di interessante, tipo i primi esperimenti di programmazione; in pratica il Commodore 64 del 2012, su cui tanti di noi hano fatto le prime cose come "gli uccelli che sbattono le ali" o il classicissimo "Hello world" o "Hello Pentolino".
    Il fatto che abbia le porte GPIO gli apre poi una serie di scenari di hacking molto interessanti e creativi, un po' come un arduino alla massima potenza.
    Che poi lo si possa adattare a fare tante altre cose (grazie a linux) come NAS, torrent box, media player etc. e' un altro paio di maniche, ma magari fai prima a partire da un barebone con Atom, C50/60, Via Nano o quello che ti pare, con disco SATA, gigabit ethernet e magari WI-FI n. Alla fine sono computer un po' piu' grandi, consumano un po' di piu' e costano di piu', ma risultano piu' pronti all'uso.
  • - Scritto da: pentolino
    > Il PI e' pensato come il minimo computer
    > possibile su cui ci si possa fare qualcosa di
    > interessante, tipo i primi esperimenti di
    > programmazione; in pratica il Commodore 64 del
    > 2012, su cui tanti di noi hano fatto le prime
    > cose come "gli uccelli che sbattono le ali" o il
    > classicissimo "Hello world" o "Hello
    > Pentolino".

    Ma cosa c'entra? Qui stiamo parlando dell'economicità dell'hardware in questione ... e non è affatto il più economico.

    Ma detto questo, c'è qualcosa che ti impedisce di prendere uno dei due dispositivi sopra citati, metterci su linux, e usarli per insegnare programmazione?

    > Il fatto che abbia le porte GPIO gli apre poi una
    > serie di scenari di hacking molto interessanti e
    > creativi, un po' come un arduino alla massima
    > potenza.

    L'unico fattore negativo è, effettivamente, che ci manca il GPIO

    > Che poi lo si possa adattare a fare tante altre
    > cose (grazie a linux) come NAS, torrent box,
    > media player etc. e' un altro paio di maniche, ma
    > magari fai prima a partire da un barebone con
    > Atom, C50/60, Via Nano o quello che ti pare, con
    > disco SATA, gigabit ethernet e magari WI-FI n.

    Il MELE A2000 + Linux ti permette di fare tutto ciò, meglio:
    - disco sata interno, non c'è bisogno di mettere il disco esterno
    - supporta il wifi oltre alla lan
    - ha il doppio della memoria

    > Alla fine sono computer un po' piu' grandi,
    > consumano un po' di piu' e costano di piu', ma
    > risultano piu' pronti
    > all'uso.

    Non lo metto in dubbio, ma ripeto ... a parte il GPIO, che effettivamente manca, anche se comunque lo si può collegare via USB, che cosa non puoi fare con il MELE A2000 o con l'MK802?

    Tra l'altro, dimenticavo ... ci va aggiunto il costo del cavo HDMI che non ho conteggiato prima
    non+autenticato
  • - Scritto da: daniele_dll _rosica
    >
    > Ma cosa c'entra? Qui stiamo parlando
    > dell'economicità dell'hardware in questione ... e
    > non è affatto il più
    > economico.
    Allora la sd te la concedo (10 euro), alimentatore e hub un po' meno, in quanto un hub molti lo hanno gia' e si puo' alimentare via usb.
    Il valore aggiunto di avere una distribuzione linux dedicata (raspbian) dove lo metti?
    Insomma sono prodotti diversi, dipende molto da cosa ci vuoi fare.

    > Ma detto questo, c'è qualcosa che ti impedisce di
    > prendere uno dei due dispositivi sopra citati,
    > metterci su linux, e usarli per insegnare
    > programmazione?

    Ok, ma vista l'assenza di una distribuzione dedicata prevedo molto piu' sbattimento come minimo...

    > L'unico fattore negativo è, effettivamente, che
    > ci manca il
    > GPIO

    hai detto nulla visto il target educativo...

    >
    > Il MELE A2000 + Linux ti permette di fare tutto
    > ciò,
    > meglio:
    > - disco sata interno, non c'è bisogno di mettere
    > il disco
    > esterno
    > - supporta il wifi oltre alla lan
    > - ha il doppio della memoria

    Su questo ti do parzialmente ragione, nel senso che leggo che il disco e' e-sata, non interno e come prezzo siamo ben oltre il PI; come alternativa ai barebone che ho citato io sono d'accordo.

    > Non lo metto in dubbio, ma ripeto ... a parte il
    > GPIO, che effettivamente manca, anche se comunque
    > lo si può collegare via USB, che cosa non puoi
    > fare con il MELE A2000 o con
    > l'MK802?

    altre spese...

    >
    > Tra l'altro, dimenticavo ... ci va aggiunto il
    > costo del cavo HDMI che non ho conteggiato
    > prima

    anche quello potesti gia' averlo.

    Insomma non compariamo pere con arance.
  • - Scritto da: pentolino
    > - Scritto da: daniele_dll _rosica
    > Allora la sd te la concedo (10 euro),
    > alimentatore e hub un po' meno, in quanto un hub
    > molti lo hanno gia' e si puo' alimentare via
    > usb.

    in realtà non è cosìSorride se tu hai il tuo hub usb attaccato al pc lo stacchi in modo "permanente" per collegarlo alla raspi così da renderla usabile?

    dipende cosa hai attaccato all'hub usb

    l'alimentatore lo hai bisogno per forza: la raspi ha bisogno di 700ma (come riportato nelle faq ufficiale) mentre l'USB è in grado di erogarne al massimo 500ma il che significa che, se si accende, potrebbero esserci comunque problemi appena gli fai fare qualcosa che non sia 2+3 (ad es parte X o inizi avvii qualcosa che fa compositing con l'accelerazione hardware).

    inoltre se non usi un hub alimentato le eventuali periferiche usb potrebbero avere problemi di almentazione (se la usi senza alimentatore intendo, altrimenti dipende da quanti ampere è in grado di erogare l'alimentatore ... ma ovviamente il costo sale)

    > Il valore aggiunto di avere una distribuzione
    > linux dedicata (raspbian) dove lo metti?

    nel senso che hanno preso ubuntu, l'hanno installata su qemu, hanno compilato il kernel per la raspi, hanno fatto l'immagine e poi l'hanno testata sull'hardware reale e ovviamente l'hanno completata li su?

    c'è anche per le piattaforme basate sull'allwinner

    > Insomma sono prodotti diversi, dipende molto da
    > cosa ci vuoi
    > fare.

    che siano prodotti differenti realizzati a scopi differenti siamo perfettamente d'accordo, certo non posso usare le piattaforme da me citate se mi serve interfacciarmi con sensori hardware (GPIO) anche se, personalmente, passerei da un arduino

    la cosa che mi fa rabbia è tutto l'hype che si è generato attorno ad un prodotto che non è quello per cui viene spacciato! (senza considerare i biblici tempi di attesa)

    > > Ma detto questo, c'è qualcosa che ti
    > impedisce
    > di
    > > prendere uno dei due dispositivi sopra
    > citati,
    > > metterci su linux, e usarli per insegnare
    > > programmazione?
    >
    > Ok, ma vista l'assenza di una distribuzione
    > dedicata prevedo molto piu' sbattimento come
    > minimo...
    >
    > > L'unico fattore negativo è, effettivamente,
    > che
    > > ci manca il
    > > GPIO
    >
    > hai detto nulla visto il target educativo...
    >
    > >
    > > Il MELE A2000 + Linux ti permette di fare
    > tutto
    > > ciò,
    > > meglio:
    > > - disco sata interno, non c'è bisogno di
    > mettere
    > > il disco
    > > esterno
    > > - supporta il wifi oltre alla lan
    > > - ha il doppio della memoria
    >
    > Su questo ti do parzialmente ragione, nel senso
    > che leggo che il disco e' e-sata, non interno e
    > come prezzo siamo ben oltre il PI; come
    > alternativa ai barebone che ho citato io sono
    > d'accordo.
    >
    > > Non lo metto in dubbio, ma ripeto ... a
    > parte
    > il
    > > GPIO, che effettivamente manca, anche se
    > comunque
    > > lo si può collegare via USB, che cosa non
    > puoi
    > > fare con il MELE A2000 o con
    > > l'MK802?
    >
    > altre spese...
    >
    > >
    > > Tra l'altro, dimenticavo ... ci va aggiunto
    > il
    > > costo del cavo HDMI che non ho conteggiato
    > > prima
    >
    > anche quello potesti gia' averlo.
    >
    > Insomma non compariamo pere con arance.
    non+autenticato
  • Penso che l'hype derivi dal fatto che si tratta di un prodotto di certo originale prodotto non dalla solita megaditta cinese ma da una fondazione europea, che sta facendo di tutto per riportare la produzione in UK (come era previsto all'inizio ma non è stato possibile per problemi pratici soprattutto di costi di importazione).
    Vero che il GPIO lo hai anche (e soprattutto) su un arduino, ma pensa alla sinergia che si può creare tra un processore video notevole come quello del PI ed un'interfaccia hardware di quel tipo; secondo me siamo solo all'inizio, già si sono viste cose stupende.

    Sul serio fatti un giro su http://www.raspberrypi.org/, vedi una comunità così fervente anche attorno agli oggetti che hai citato? Per carità, validissimi, ma senza il carisma di chi è riuscito a creare una bellissima comunità attorno al prodotto Sorride
  • - Scritto da: pentolino
    > Penso che l'hype derivi dal fatto che si tratta
    > di un prodotto di certo originale prodotto non
    > dalla solita megaditta cinese ma da una
    > fondazione europea, che sta facendo di tutto per
    > riportare la produzione in UK (come era previsto
    > all'inizio ma non è stato possibile per problemi
    > pratici soprattutto di costi di
    > importazione).

    perfettamente d'accordo ... ma è hype (=> fumo) perché arrosto, in realtà, non c'è ne sta poi così tanto (c'è ... ma c'è anche troppo fumo)

    > Vero che il GPIO lo hai anche (e soprattutto) su
    > un arduino, ma pensa alla sinergia che si può
    > creare tra un processore video notevole come
    > quello del PI ed un'interfaccia hardware di quel
    > tipo; secondo me siamo solo all'inizio, già si
    > sono viste cose
    > stupende.

    si si, ma non sto dicendo il contrarioA bocca aperta

    avere la possibilità di avere un GPIO con qualche porta su un HW più potente dell'arduino permette di fare TANTE cose (anche se purtroppo le porte non sono poi così tanteTriste spero prevedano una scheda di espansione, magari che poggi sull'lpc)

    poi, personalmente, almeno in ambito lavorativo, sono del parere che il principio "Divide et impera" in versione software sia parecchio più vantaggioso ... personalmente preferirei comunque mettere un microprocessore della atmel o un pic (o un processore arm ad hoc, dipende dalla potenza di calcolo necessaria) per gestire le varie parti hardware perché più si semplificano i sistemi (quindi meno cose devono essere gestite da un singolo sistema) meno rischi di "sorprese" ci sonoSorride

    > Sul serio fatti un giro su
    > http://www.raspberrypi.org/, vedi una comunità
    > così fervente anche attorno agli oggetti che hai
    > citato? Per carità, validissimi, ma senza il
    > carisma di chi è riuscito a creare una bellissima
    > comunità attorno al prodotto
    > Sorride

    ehm, seguo il progetto da cosi tanti anni che ne ho perso il conto e per inciso alle 07.00pm gmt (07.00am gmt+1) provavo come un pirla ad acquistare su farnell (ho piva) (certo ... dopo mesi di attesa mi hanno detto che ci volevano 27 settimane, ma lasciamo perdere questo aspetto perché non è il punto principale del discorso)
    non+autenticato
  • Questa è invece la corrente delle polemiche inutili e quando si fa polemica inutile è consuetudine mischiare pere con mele.

    Ma secondo te Raspberry e MK sono due cose paragonabili? il primo nasce per applicazioni embedded hardware e software (e ce ne sono già a centinaia) mentre il secondo è prevalentemente un device Android da collegare alla TV dove, al massimo, ci installi delle App android. Quante GPIO ci sono sull'MK? Hai un SDK con la possibilità di "crearti" il tuo SO?

    Giusto per la cronaca, li ho entrambi (oltre ad altre decine di board anche sconosciute) e ti assicuro che non sono confrontabili
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marietto
    > Ma secondo te Raspberry e MK sono due cose
    > paragonabili? il primo nasce per applicazioni
    > embedded hardware e software (e ce ne sono già a
    > centinaia) mentre il secondo è prevalentemente un
    > device Android da collegare alla TV dove, al
    > massimo, ci installi delle App android. Quante
    > GPIO ci sono sull'MK? Hai un SDK con la
    > possibilità di "crearti" il tuo SO?

    A parte il fatto che se tu ti fossi minimamente informato avresti scoperto che ci puoi, tranquillamente, mettere linux li su, c'è infatti l'ubuntu disponibile, ma visto che lavora con ARM puoi crearti l'immagine usando qualsiasi distribuzione supporti l'ARM (fedora, debian, ubuntu di certo altre non so, tranne se te la compili da zero).

    E poi perché usi la parola "sdk"? Che cosa c'entra un "sdk" in questo contesto? Ci sono tutte le componenti necessarie per farci girare qualsiasi cosa tu voglia ... se sai programmare in ASM ed in C ... e questo sia per la RaspberryPi sia per l'MK802 sia per il MELE A1000/A2000.

    Certo, l'unico elemento contro è che non sono presenti porte GPIO e questo è davvero l'unico elemento che va contro, ma puoi metterle via USB oppure puoi usare un arduino collegato via seriale e/o usb.

    > Giusto per la cronaca, li ho entrambi (oltre ad
    > altre decine di board anche sconosciute) e ti
    > assicuro che non sono
    > confrontabili

    Cosa c'è di non confrontabile esattamente? La "facilità" d'uso? L'unica REALE differenza nella facilità è che per caricare il sistema sulla SD devi usare un tool come PhoenixCard oppure, se non vuoi passare dalla SD, con livesuit se puoi collegare direttamente l'hardware al computer (come nel caso dell'MK802), selezionare il file da usare come file immagine e caricarlo da li.

    Detto questo, personalmente non faccio collezione di hardware embedded perché buona parte dello sviluppo lo faccio tramite cross-compilazione e poi testo su ambiente emulato riducendo devastantemente il tempo di test e sviluppo, soltanto alla fine testo l'ambiente sulla periferica finale.

    Dai un occhio a buildroot e crosstools-ng
    non+autenticato
  • - Scritto da: daniele_dll _rosica
    > E poi perché usi la parola "sdk"? Che cosa
    > c'entra un "sdk" in questo contesto? Ci sono
    > tutte le componenti necessarie per farci girare
    > qualsiasi cosa tu voglia ... se sai programmare
    > in ASM ed in C ... e questo sia per la
    > RaspberryPi sia per l'MK802 sia per il MELE
    > A1000/A2000.
    Non proprio qualsiasi cosa purtroppo:
    https://github.com/hermanhermitage/videocoreiv
    non+autenticato
  • - Scritto da: metro
    > Non proprio qualsiasi cosa purtroppo:
    > https://github.com/hermanhermitage/videocoreiv

    Per la scheda video ci sono i sorgenti open rilasciati ufficialmente
    http://www.malideveloper.com/developer-resources/d...

    Per il processore un po meno, ma del resto neanche broadcom pubblica la sua documentazione, qui è possibile trovare info e link
    http://rhombus-tech.net/allwinner_a10/
    non+autenticato
  • - Scritto da: metro
    > ... alle consegneTriste

    Non e' mica un oggetto per gente abituata a dormire fuori dai negozi.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: metro
    > > ... alle consegneTriste
    >
    > Non e' mica un oggetto per gente abituata a
    > dormire fuori dai
    > negozi.
    ma aspettare 11 settimane non è proprio un incentivo all'acquisto...
    P.S. non compro mele che non siano commestibiliOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: metro
    > ma aspettare 11 settimane non è proprio un
    > incentivo
    > all'acquisto...

    controllato adesso: 3 settimane; a me sembra ragionevole
  • - Scritto da: pentolino
    > - Scritto da: metro
    > > ma aspettare 11 settimane non è proprio un
    > > incentivo
    > > all'acquisto...
    >
    > controllato adesso: 3 settimane; a me sembra
    > ragionevole
    io sto ancora aspettando e sono alla 9 settimana In lacrime
    non+autenticato
  • Se hai ordinato su rs, c'e' una tabella ufficiale con le consegne previste; per me sono 19 settimane e arrivera' a fine novembre salvo cambiamenti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: metro
    > > ... alle consegneTriste
    >
    > Non e' mica un oggetto per gente abituata a
    > dormire fuori dai
    > negozi.

    Rotola dal ridere
  • Perche'? Non e' mica un oggetto da acquisto di impulso!
    Che problema c'e' ad aspettare qualche settimana, durante le quali puoi riflettere su cosa farci?
  • - Scritto da: pentolino
    > Perche'? Non e' mica un oggetto da acquisto di
    > impulso!
    > Che problema c'e' ad aspettare qualche settimana,
    > durante le quali puoi riflettere su cosa
    > farci?
    11 e non è binario In lacrime
    non+autenticato
  • - Scritto da: metro
    > 11 e non è binario In lacrime

    Sono scesi ad 11? ero fermo a 27 settimane con farnell -.-'
    non+autenticato
  • che io sappia, Farnell adesso consegna entro una settimana.
    non+autenticato