Fa tremare la crescita dei fotofonini

A spaventarsi sono i produttori di macchine fotografiche digitali che, in un futuro non lontano, potrebbero vedere il settore rosicchiato dalle cam sempre più potenti integrate nei cellulari

Roma - In tutto il mondo sviluppato, quello le cui economie possono permettersi servizi avanzati di telefonia mobile, è cominciata la marcia a tappe forzate dei fotofonini, ossia dei cellulari dotati di micro-macchine fotografiche digitali. Piccole cam sempre più potenti.

Stando agli esperti di Strategy Analytics, l'avanzata dei fotofonini sul lungo termine dovrebbe spaventare i produttori di macchine fotografiche digitali. Oggi la distanza nelle prestazioni tra una cam e una fotomacchina digitale è notevole e quest'ultima può godere di una risoluzione superiore di 10 o 15 volte rispetto alla cam, per non parlare poi di opzioni di gestione e controllo dell'immagine. Ma tutto questo non durerà.

Uno studio della società di rilevazione, che ha preso in esame le tendenze mondiali, sembra indicare che oggi la cam sui cellulari costituisca spesso un invito a comprare una macchina fotografica digitale vera e propria: nell'utente viene suscitato l'interesse per la fotografia digitale e viene così indotto a tale acquisto. Ma tra un certo numero di anni, addirittura solo tre o quattro, le cam nei cellulari potrebbero avere prestazioni simili o equivalenti a quelle delle macchine fotografiche digitali, rendendo queste ultime meno interessanti per gli utenti di telefonia mobile.
Un primo segnale di questa tendenza si sarebbe già visto nella prima metà di quest'anno: sui mercati internazionali il numero di fotofonini venduti ha superato quello delle fotomacchine. Secondo Strategy Analytics, entro la fine di quest'anno saranno venduti 65 milioni di telefonini dotati di cam.
46 Commenti alla Notizia Fa tremare la crescita dei fotofonini
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)