Mauro Vecchio

Julian Assange nemico degli USA

Il founder di Wikileaks paragonato alla rete terroristica Al-Qaida. I soldati colti a comunicare con i rappresentanti del sito di soffiate rischiano la pena di morte. E Julian torna all'attacco

Roma - Stando ai documenti ottenuti dal quotidiano australiano Sydney Morning Herald, in base alle possibilità offerte dalla legge statunitense Freedom of Information Act, i vertici militari a stelle e strisce avrebbero incluso il founder di Wikileaks Julian Assange tra i cosiddetti nemici dello stato. Come la rete terroristica Al-Qaida e i Talebani.

Stando ai documenti ottenuti dalla redazione australiana, soldati e ufficiali dell'esercito statunitense non sono autorizzati a contattare in nessuna modalità i rappresentanti del sito delle soffiate. Si rischiano accuse pesantissime, come "comunicazione con il nemico", un crimine militare che può portare ad una condanna a morte.

Dall'ambasciata ecuadoregna a Londra, Assange ha invocato la fine delle ostilità nei confronti di Wikileaks, così come dei suoi rappresentanti e soprattutto delle sue fonti, una su tutte l'ex-soldato Bradley Manning. Lo stesso founder ha accusato il Presidente statunitense Barack Obama di aver sfruttato la recente rivolta araba per guadagnare consensi elettorali. (M.V.)
Notizie collegate
59 Commenti alla Notizia Julian Assange nemico degli USA
Ordina
  • Ma chi è sto Assange?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > Ora non manca più niente...
    gia'... mi spiace per Leguleio, che aveva la fissazione che gli Usa NON stessero perseguitando Assange...   magari ora ha cambiato idea...(non credo)?

    Triste cmq vedere come, coi mesi (e anni) che passano, i contorni delle due[*] vicende vergognose, si stiano delineando proprio come si immaginava: imperialismo americano tracotanteA bocca storta

    [*] penso anche alla vicenda, diversissima, di megaupload. Accumunabile pero' per la stessa arroganza usa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > > Ora non manca più niente...
    > gia'... mi spiace per Leguleio, che aveva la
    > fissazione che gli Usa NON stessero perseguitando
    > Assange...   magari ora ha cambiato idea...(non
    > credo)?

    No, anzi, la mia idea esce rafforzata.
    La persona che é stata indagata per il suo interesse verso Wikileaks è stata sollevata da ogni accusa. Ma guarda un po' che strano .Sorride
    È la classica tempesta in un bicchier d'acqua.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > - Scritto da: bubba
    > > - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > > > Ora non manca più niente...
    > > gia'... mi spiace per Leguleio, che aveva la
    > > fissazione che gli Usa NON stessero
    > perseguitando
    > > Assange...   magari ora ha cambiato
    > idea...(non
    > > credo)?
    >
    > No, anzi, la mia idea esce rafforzata.
    > La persona che é stata indagata per il suo
    > interesse verso Wikileaks è stata sollevata da
    > ogni accusa. Ma guarda un po' che strano
    > .Sorride
    > È la classica tempesta in un bicchier
    > d'acqua.

    dillo a bradley manning
    non+autenticato
  • - Scritto da: trollolol
    > - Scritto da: Leguleio

    > dillo a bradley manning

    A Bradley Manning non pensavo minimamente. Ti dirò: malgrado la notizia di Punto Informatico dica così:

    "Assange ha invocato la fine delle ostilità nei confronti di Wikileaks, così come dei suoi rappresentanti e soprattutto delle sue fonti, una su tutte l'ex-soldato Bradley Manning".

    Ma Julian Assange non è scemo, non ha mai ammesso che Bradley Manning è una delle sue fonti, lo danneggerebbe enormemente. Credo che si tratti di un fraintedimento.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > - Scritto da: bubba
    > > - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > > > Ora non manca più niente...
    > > gia'... mi spiace per Leguleio, che aveva la
    > > fissazione che gli Usa NON stessero
    > perseguitando
    > > Assange...   magari ora ha cambiato
    > idea...(non
    > > credo)?
    >
    > No, anzi, la mia idea esce rafforzata.
    > La persona che é stata indagata per il suo
    > interesse verso Wikileaks è stata sollevata da
    > ogni accusa. Ma guarda un po' che strano
    > .Sorride
    > È la classica tempesta in un bicchier
    > d'acqua.
    cioe' tu nei fatti riportati in questo articolo non vedi l'ennesimo tentativo Usa di fare terra bruciata attorno ad Assange e wikileaks (e prima o poi, magari, di bruciare direttamente lui)?. Strano.. io la vedo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba

    > Triste cmq vedere come, coi mesi (e anni) che
    > passano, i contorni delle due[*] vicende
    > vergognose, si stiano delineando proprio come si
    > immaginava: imperialismo americano tracotante
    >A bocca storta

    Non poteva essere diversamente, il lupo perde il pelo ma non il vizio.
    >
    > [*] penso anche alla vicenda, diversissima, di
    > megaupload. Accumunabile pero' per la stessa
    > arroganza
    > usa.

    Anch'io ho fatto la stessa associazione che hai fatto tu.
  • Chi non è nemico degli usa a parte pochi fanatici (a libro paga)? Si può affermare che il 90% dell'intero pianeta sia nemico degli usa, ci sarà un motivo o sono tutti terroristi?? Loro stessi sono nemici dei propri cittadini. Niente di nuovo.
    Per quanto mi riguarda avrei interrotto ogni tipo di relazione diplomatica con gli usa da tantissimo tempo, sicuramente avremo avuto qualche migliaio di morti per strage in meno e avremo risparmiato migliaia di miliardi di euro. Penso seriamente che ognuno debba stare a casa propria e tutti felici e contenti, daltronde sono passati 70 anni dalla fine della seconda guerra mondiale, il nostro conto con la divina ed infallibile giustizia internazionle l'abbiamo pagato ed è stato salatissimo. Ora grazie ed arrivederci, senza rancori.
    non+autenticato
  • - Scritto da: contenuto
    > Chi non è nemico degli usa a parte pochi fanatici
    > (a libro paga)? Si può affermare che il 90%
    > dell'intero pianeta sia nemico degli usa, ci sarà
    > un motivo o sono tutti terroristi?? Loro stessi
    > sono nemici dei propri cittadini. Niente di
    > nuovo.
    > Per quanto mi riguarda avrei interrotto ogni
    > tipo di relazione diplomatica con gli usa da
    > tantissimo tempo, sicuramente avremo avuto
    > qualche migliaio di morti per strage in meno e
    > avremo risparmiato migliaia di miliardi di euro.
    > Penso seriamente che ognuno debba stare a casa
    > propria e tutti felici e contenti, daltronde sono
    > passati 70 anni dalla fine della seconda guerra
    > mondiale, il nostro conto con la divina ed
    > infallibile giustizia internazionle l'abbiamo
    > pagato ed è stato salatissimo. Ora grazie ed
    > arrivederci, senza rancori.

    Eppure hanno dato il premio nobel per la pace (acclamato da tutti) allo stesso presidente americano che sta perseguendo Assange con tutte le sue forze.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paolo

    > Eppure hanno dato il premio nobel per la pace
    > (acclamato da tutti) allo stesso presidente
    > americano che sta perseguendo Assange con tutte
    > le sue
    > forze.

    Nessuno sta perseguendo Assange a parte il pubblico ministero svedese Marianne Ny, ma per violenza sessuale. Lo dice lo stesso articolo che racconta la vicenda: la persona caduta in sospetto per il suo interesse per Wikileaks non è stata condannata a nulla.
    Smettiamola con queste accuse, se non sono provate.

    Tra l'altro il premio Nobel per la pace a Barack Obama è stato deciso quando il caso Wikileaks era ancora di là da venire: il 9 ottobre 2009.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio

    > Nessuno sta perseguendo Assange a parte il
    > pubblico ministero svedese Marianne Ny, ma per
    > violenza sessuale.
    >[...]
    > Smettiamola con queste accuse, se non sono
    > provate.
    >
    appunto smettiamole di parlare di "accuse" "se non sono provate"...
    infatti piu' che di "violenza sessuale", "molestie","sesso a sopresa"
    io parlerei piu' di "pagliacciata sicofantesca"... dal momento che per quanto riguarda la prima accusatrice ci sono dei tweet in cui la tipa si vanta di essere stata con Assange e sono state ammesse come prima prova a favore di Assange nel processo svedese... il preservantivo che avrebbe dovuto provare la sua versione non presenta tracce di dna di Assange come confermato da ben 2 laboratori... senza contare il fatto che le due hanno rettificato piu' volte la loro versione...
    http://rt.com/news/assange-condom-no-dna-277/

    quindi di cosa e' accusato Assange? Di aver fondato wikileaks ed aver interferito con la politica internazionale... di fatto...di questo e' accusato... e' un reato informare i cittadini dell'operato dei governi?
    A quanto pare se lo si fa per davvero si'...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franky
    > - Scritto da: Leguleio
    >
    > > Nessuno sta perseguendo Assange a parte il
    > > pubblico ministero svedese Marianne Ny, ma per
    > > violenza sessuale.
    > >[...]
    > > Smettiamola con queste accuse, se non sono
    > > provate.
    > >
    > appunto smettiamole di parlare di "accuse" "se
    > non sono
    > provate"...
    > infatti piu' che di "violenza sessuale",
    > "molestie","sesso a
    > sopresa"
    > io parlerei piu' di "pagliacciata
    > sicofantesca"...

    Se ti piace il termine...

    >dal momento che per quanto
    > riguarda la prima accusatrice ci sono dei tweet
    > in cui la tipa si vanta di essere stata con
    > Assange e sono state ammesse come prima prova a
    > favore di Assange nel processo svedese...

    No, nessuno lo sa. Gli atti sono segreti. Queste sono chiacchiere.
    È possibile che vengano ammessi, ma una prova come twitter deve essere garantita dagli stessi gestori di Twitter: ora in cui sono stati scritti, identità certa del mittente, eccetera.


    > il
    > preservantivo che avrebbe dovuto provare la sua
    > versione non presenta tracce di dna di Assange
    > come confermato da ben 2 laboratori... senza
    > contare il fatto che le due hanno rettificato
    > piu' volte la loro
    > versione...

    Stai facendo il processo qui su Punto Informatico? Facciamo risparmiare lo Stato svedese!
    Ripeto, gli atti completi non li ha letti nessuno. Non ascoltare i weblogger mitomani.
    E nemmeno le agenzie stampa possedute e controllate dal governo russo, che sono quasi la stessa cosa.

    > quindi di cosa e' accusato Assange?

    In Svezia, di violenza sessuale.
    Nella testa dei weblogger, non lo so. E non mi interessa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > - Scritto da: Franky
    > > - Scritto da: Leguleio
    > >
    > > > Nessuno sta perseguendo Assange a parte
    > il
    > > > pubblico ministero svedese Marianne Ny,
    > ma
    > per
    > > > violenza sessuale.
    > > >[...]
    > > > Smettiamola con queste accuse, se non
    > sono
    > > > provate.
    > > >
    > > appunto smettiamole di parlare di "accuse"
    > "se
    > > non sono
    > > provate"...
    > > infatti piu' che di "violenza sessuale",
    > > "molestie","sesso a
    > > sopresa"
    > > io parlerei piu' di "pagliacciata
    > > sicofantesca"...
    >
    > Se ti piace il termine...
    >

    Beh si... amo il termine "sicofanteria"... perche' chiunque faccia una ricerca su questa parola si puo' rendere conto di quanto lo screditare un personaggio scomodo mediante false accuse e' qualcosa di molto diffuso e questa pratica e' conosciuta fin dai tempi dai greci...

    > >dal momento che per quanto
    > > riguarda la prima accusatrice ci sono dei
    > tweet
    > > in cui la tipa si vanta di essere stata con
    > > Assange e sono state ammesse come prima
    > prova
    > a
    > > favore di Assange nel processo svedese...
    >
    > No, nessuno lo sa. Gli atti sono segreti. Queste
    > sono
    > chiacchiere.

    Chiacchere? Chiacchere provenienti dall'Espresso e dai legali di Assange?
    Direi che sono due fonti attendibili, non trovi?
    Gli atti sono segreti? Ed il legale non puo' parlare del caso del suo cliente?E ti pare che uno che rischia la pena di morte come Assange non pubblica la sua memoria difensiva per fare sapere al mondo cosa succede?


    «Se l'inchiesta del Grand Jury non è più in corso e ormai è stata chiusa, perché gli Stati Uniti non lo dichiarano inequivocabilmente, visto il caso diplomatico scoppiato intorno ad Assange?», spiega a l'Espresso Michael Ratner del 'Center for Constitutional Rights' di New York, che assiste WikiLeaks e Bradley Manning. Né suona strano a nessuno che l'Inghilterra sia arrivata a minacciare di violare l'ambasciata dell'Ecuador e che, stando alle stime pubblicate dai giornali inglesi, l'assedio della polizia alla sede diplomatica ecuadoriana costerebbe fino 50 mila sterline al giorno>>"

    http://espresso.repubblica.it/dettaglio/caso-assan...

    "Quali altre anomalie ci sono nel caso svedese?
    Una delle anomalie è emersa solo grazie a un attivista svedese: Goran Rudling, oggi testimone a favore di Assange. Rudling ha ripescato due tweet di una delle due donne che accusano il fondatore di WikiLeaks di stupro. In uno di essi, twittato cinque giorni prima della denuncia e quando già i due avevano avuto rapporti sessuali, la donna aveva scritto: «Sono seduta al gelo alle 2 di notte, con alcune delle persone più cool e intelligenti del mondo, è incredibile!» Il tweet si riferisce al 'Crayfish party', una festa tradizionale svedese a cui la donna ha partecipato con Assange e altri amici. Rudling ha scoperto che questo tweet è stato successivamente eliminato dall'account Twitter della donna. Perché? Il tweet è stato inviato il 15 agosto 2010, il 20 agosto la donna va dalla polizia con l'altra ragazza e insieme denunciano Assange. Entrambe lo denunciano solo successivamente a i rapporti sessuali al centro del caso: quando apprendono una dell'esistenza dell'altra e delle relative esperienze. Se quei rapporti erano stati all'insegna della coercizione, perché le due donne non hanno immediatamente allontanato Assange dal loro appartamento e non lo hanno denunciato?"

    "Perché Assange è convinto che l'estradizione in Svezia sia il preludio all'estradizione in Usa?
    Da due anni a questa parte, gli Usa portano avanti un'indagine segreta del Grand Jury, ad Alexandria, in Virginia, sulla fuga di documenti alla base dei rilasci di WikiLeaks. Durante il processo a Bradley Manning, la presunta fonte dei documenti più scottanti di WikiLeaks, si svolgono intere sessioni segrete a cui i legali di WikiLeaks non hanno accesso e su cui non possono acquisire documenti. Alcuni simpatizzanti e sostenitori di WikiLeaks, come l'ex ricercatore del Mit di Boston, David House, sono stati interrogati dal Grand Jury, ma non possono rilasciare dichiarazioni pubbliche al riguardo. Infine, alcuni attivisti della Rete vicini a WikiLeaks, come Jacob Appelbaum, uno dei creatori del sistema di navigazione anonima Tor, è stato ripetutamente fermato e interrogato negli aeroporti Usa e i magistrati americani stanno cercando di acquisire in tutti i modi gli account Twitter di Appelbaum e di altri attivisti di WikiLeaks. Tutti questi fatti messi insieme portano a dedurre che l'indagine in America è ancora aperta e avvolta nel segreto. Il rilascio dei documenti sull'agenzia privata di intelligence americana Stratfor ha portato alla luce un'email interna in cui uno dei boss di Stratfor, Fred Burton, raccontava di avere copia di un mandato di incriminazione contro Julian Assange coperto da segreto.
    http://espresso.repubblica.it/dettaglio/assange-in...
    La notizia non è mai stata confermata o smentita dagli Stati Uniti."

    "Perché la Svezia pretende l'estradizione di Julian Assange?
    Formalmente, per poterlo interrogare. Due donne svedesi lo accusano di 'stupro, molestie sessuali e coercizione'. Il termine 'stupro' non va inteso nel senso letterale: le due non hanno mai negato che i rapporti fossero consensuali, tuttavia il fondatore di WikiLeaks non avrebbe voluto usare il preservativo pur su richiesta delle due partner: per la legge svedese, questo comportamento si configura comunque come stupro."

    "Perché il caso svedese è controverso?
    Per una serie di motivi. Innanzitutto per la dinamica dei fatti. Il 20 agosto 2010, il Swedish Prosecutor's Office ha emesso un mandato di arresto contro il fondatore di WikiLeaks per stupro, divulgando immediatamente la notizia alla stampa. Appena 24 ore dopo, però, il mandato è stato ritirato dalla stessa autorità giudiziaria che lo aveva emesso e che, successivamente, aveva ritenuto che il reato di stupro andasse derubricato come molestie. Successivamente, però, è entrato in scena l'avvocato svedese Claes Borgstrom, che, per conto delle due ragazze, ha presentato appello contro la decisione di revocare il mandato di arresto e di procedere per molestie. Claes Borstrom è un politico socialdemocratico, esperto di reati contro le donne, che lavora da anni a un'estensione del reato di stupro anche all'interno di rapporti sessuali consensuali. Viene accusato dai supporter di WikiLeaks di voler usare un caso di straordinaria visibilità mediatica per promuovere la sua carriera politica."

    "Dopo l'intervento di Claes Borgstrom, cosa è successo?
    Il caso è stato riaperto. Assange viene interrogato una prima volta il 31 agosto 2010. Il 27 settembre 2010 Assange vola a Berlino per incontrare 'l'Espresso'. L'appuntamento è stato fissato con il suo team un mese prima."

    (***continua***)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franky

    >
    > "Dopo l'intervento di Claes Borgstrom, cosa è
    > successo?
    > Il caso è stato riaperto. Assange viene
    > interrogato una prima volta il 31 agosto 2010. Il
    > 27 settembre 2010 Assange vola a Berlino per
    > incontrare 'l'Espresso'. L'appuntamento è stato
    > fissato con il suo team un mese
    > prima."
    >
    > (***continua***)


    "Dopo l'intervento di Claes Borgstrom, cosa è successo?
    Il caso è stato riaperto. Assange viene interrogato una prima volta il 31 agosto 2010. Il 27 settembre 2010 Assange vola a Berlino per incontrare 'l'Espresso'. L'appuntamento è stato fissato con il suo team un mese prima. Il 28 settembre 2010 Assange viene informato al telefono dal suo avvocato svedese, Bjorn Hurtig, che i magistrati svedesi hanno emesso un nuovo mandato di arresto perché vogliono interrogarlo di nuovo. Assange replica al telefono (in nostra presenza): «Non potevano farlo prima? Sono stato in Svezia per sei settimane». Nel viaggio verso Berlino, Assange porta quattro computer e un bagaglio personale. Il bagaglio e tre computer spariscono, seppure il suo fosse un volo diretto. Assange arriva all'appuntamento con 'l'Espresso' a Berlino in tarda serata (intorno alle 11 di sera) senza bagaglio e con un solo computer: il laptop da cui non si separa mai e che viaggiava con lui nella tracolla. L'episodio rende Assange sempre più sospettoso. I tre computer non saranno mai recuperati. Venti giorni dopo questi fatti, WikiLeaks rilascia i documenti sulla guerra in Iraq (Iraq War Logs). Nel frattempo il caso svedese va avanti."


    "Ma Assange vuole farsi interrogare o no?
    E' stato interrogato già una volta nell'agosto 2010, e successivamente, tramite i suoi legali, ha offerto varie opzioni ai magistrati svedesi per essere interrogato senza essere estradato, perché il fondatore di WikiLeaks è fermamente convinto che l'estradizione lo porterebbe a finire negli Stati Uniti. L'ex avvocato Mark Stephen ha dichiarato che Assange si è messo a disposizione per essere interrogato nell'ambasciata svedese a Londra o presso Scotland Yard o via internet. Queste offerte, però, sono cadute nel vuoto. Il 20 novembre 2010, la polizia svedese emette un mandato di arresto internazionale attraverso l'Interpol. Il 30 novembre 2010 l'Interpol emette un 'red notice': una comunicazione ufficiale che rende Assange un ricercato in tutto il mondo."

    "Il mandato di arresto internazionale e il 'red notice' dell'Interpol sono stati emessi dopo che Assange è stato formalmente incriminato per stupro?
    No, Assange non è mai stato incriminato per stupro. A oggi non è incriminato per alcun reato in alcun paese. Il mandato è stato emesso solo perché i magistrati vogliono interrogarlo e vogliono farlo solo ed esclusivamente attraverso il processo di estradizione. I magistrati non hanno reso noto il motivo per cui hanno rigettato le varie offerte del fondatore di WikiLeaks di essere interrogato all'ambasciata svedese a Londra o presso Scotland Yard o via internet. L'insistenza con cui la Svezia pretende l'estradizione di Assange solo per interrogarlo alimenta i timori dell'australiano di una sua possibile estradizione negli Stati Uniti. Quanto alle affermazioni dell'accusa che il 27 e 28 settembre 2010 Assange sia volato a Berlino, lasciando ai magistrati svedesi l'impressione che stesse cercando di sottrarsi alla giustizia, l'Espresso ha depositato presso la sua difesa una dichiarazione giurata in cui vengono ricostruiti i fatti e allegati le ricevute del viaggio e tutti i documenti che provano l'incontro e il fatto che fosse stato organizzato un mese prima."

    "Dopo che l'Interpol ha emesso il mandato di arresto e il 'red notice', che cosa è successo?
    Assange si è consegnato alla polizia londinese il 7 dicembre 2010. Il mandato di arresto era del 20 novembre e il 'red notice' del 30: in mezzo c'è stato uno tsunami, perché il 28 novembre 2010, WikiLeaks ha iniziato a rilasciare 251.287 cablo della diplomazia Usa, mandando in bestia il Dipartimento di Stato e la Casa Bianca. Qualche settimana dopo essersi consegnato alla polizia, Assange è stato rilasciato su cauzione, messo agli arresti domiciliari con l'obbligo di indossare un braccialetto elettronico, con il quale poteva anche uscire di casa. A metà giugno è entrato nell'ambasciata dell'Ecuador, dove ha chiesto e successivamente ottenuto asilo politico e dove ancora si trova."

    (l'articolo orginale completo si trova su: http://espresso.repubblica.it/dettaglio/assange-co...)

    Se cercate qualcosa di meglio e piu' completo potete leggere l'intera memoria difensiva di Assange sul sito ufficiale curato da lui e dai suoi legali:
    http://justice4assange.com/
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franky
    > - Scritto da: Franky

    Apprezzo il tuo sforzo di documentazione, Franky. Ma non è me che devi convincere. È il pubblico ministero svedese Marianne Ny, anzi, è un sistema legale che, mannaggia a loro, per la condanna o l'assoluzione di un imputato - qualsiasi imputato, anche il più famoso del mondo (e Assange non lo è) - ha bisogno di prove, o della mancanza di esse. Probabilmente in Italia arriveremo a fare i processi sul web, con gli imputati e testimoni che comunicanon via Skype e una giuria elettronica che estrae a sorte. In Svezia i processi si fanno ancora nelle aule di tribunale. Deluso

    Se davvero credi in ciò che dici, puoi fare tradurre a tue spese l'articolo dell' Espresso , e presentarlo alla procura di Stoccolma come prova a discarico.
    non+autenticato
  • è evidente che non sai come controbattere
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franky
    > - Scritto da: Franky

    Apprezzo il tuo sforzo di documentazione, Franky. Ma non è me che devi convincere. È il pubblico ministero svedese Marianne Ny, anzi, è un sistema legale che, mannaggia a loro, per la condanna o l'assoluzione di un imputato - qualsiasi imputato, anche il più famoso del mondo (e Assange non lo è) - ha bisogno di prove, o della mancanza di esse. Probabilmente in Italia arriveremo a fare i processi sul web, con gli imputati e testimoni che comunicanon via Skype e una giuria elettronica che estrae a sorte. In Svezia i processi si fanno ancora nelle aule di tribunale. Deluso

    Se davvero credi in ciò che dici, puoi fare tradurre a tue spese l'articolo dell' Espresso , e presentarlo alla procura di Stoccolma come prova a discarico.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franky
    > - Scritto da: Leguleio
    > > - Scritto da: Franky
    > > > - Scritto da: Leguleio
    > > >
    > > > > Nessuno sta perseguendo Assange a
    > parte
    > > il
    > > > > pubblico ministero svedese Marianne
    > Ny,
    > > ma
    > > per
    > > > > violenza sessuale.
    > > > >[...]
    > > > > Smettiamola con queste accuse, se non
    > > sono
    > > > > provate.
    > > > >
    > > > appunto smettiamole di parlare di "accuse"
    > > "se
    > > > non sono
    > > > provate"...
    > > > infatti piu' che di "violenza sessuale",
    > > > "molestie","sesso a
    > > > sopresa"
    > > > io parlerei piu' di "pagliacciata
    > > > sicofantesca"...
    > >
    > > Se ti piace il termine...
    > >
    >
    > Beh si... amo il termine "sicofanteria"...

    TELISSANA CRISOSERICOELEFANTINA.

    (per la redazione: non è una parolaccia, prima di ritenere questo messaggio contro la policy andatevi a leggere la storia da cui ho tratto questa citazione colta; ed è colta non tanto per la fonte quanto per l'anzianità della storia)
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 28 settembre 2012 00.40
    -----------------------------------------------------------
  • Voglio Jack Bauer contro Julian Assange!
    non+autenticato
  • per comandare il mondo bisogna uccidere torturare,spiare,fomentare,tutti i grandi imperi hanno fatto cosi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: de lupis
    > per comandare il mondo bisogna uccidere
    > torturare,spiare,fomentare,tutti i grandi imperi
    > hanno fatto cosi.

    Vero, e la storia la scrivono i vinti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: de lupis
    > per comandare il mondo bisogna uccidere
    > torturare,spiare,fomentare,tutti i grandi imperi
    > hanno fatto
    > cosi.

    Si, esatto a cominciare dall'impero romano.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)