Mauro Vecchio

O2: caricabatterie, addio per sempre

Entro il 2015, tutti gli smartphone di O2 saranno senza caricatore. Un accordo con HTC per il progetto pilota. Tanto gli acquirenti hanno già quel che serve a casa

Roma - Si parte da un sondaggio commissionato dai vertici di O2, tra i principali operatori di telefonia mobile in terra britannica. Il 70 per cento degli utenti d'Albione è già in possesso di un caricabatterie utile ad alimentare lo smartphone appena acquistato. Tradotto in numeri, nel Regno Unito girano 100 milioni di caricatori completamente inutilizzati. Tanto vale farne a meno nella confezione dei prossimi acquisti.

Dalla tutela dell'ambiente al risparmio di componenti. Ronan Dunne, attuale CEO di O2, ha annunciato la primissima distribuzione di un dispositivo privo di caricabatterie, in collaborazione con il produttore asiatico HTC. Obiettivo finale: vendere tutti gli smartphone senza caricatore entro l'anno 2015.

"Adesso O2 e HTC devono correre da sole in questa faccenda - ha spiegato Dunne - Entrambe le aziende ci credono con passione, e non possiamo aspettare che l'intera industria si unisca a noi in questa crociata. Ho una semplice visione per O2: vogliamo eliminare i caricatori dalle scatole contenenti gli smartphone, punto e basta".
Gli obiettivi del carrier britannico sono conformi al dettame europeo, dopo l'accordo tra CENELEC ed ETSI sulle specifiche tecniche di Micro-USB, la base del nuovo standard comunitario per i caricatori di cellulari. Mistero sul primo device commercializzato da O2 e HTC, che dovrebbe essere svelato entro la fine del mese prossimo.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
45 Commenti alla Notizia O2: caricabatterie, addio per sempre
Ordina
  • La rivoluzione del carica batteria è già iniziata. Una azienda di materiale elettrico ha realizzato una presa multipla con una presa usb!

    Magari tutti i telefonini avessero l'usb da collegare alla presa di corrente: di sicuro non impazzirei con quelli che ho!

    Il prossimo passo sarà quello di integrarla nella normale presa a muro di ogni casa!
    non+autenticato
  • non essendo 220V l'usb, ma mi pare 3.8V deve avere un trasformatore. potrebbero benissimo integrare il trasformatore nel frutto che si mette al muro, ma quello però continua a consumare corrente pure quando non lo si usa, non è tanto ideale averlo in ogni presa...
    non+autenticato
  • Penso che sarebbe possibile isolarlo dal muro con un interruttore, magari collegato ad uno sportellino che si richiude quando si toglie la presa dal muro
    non+autenticato
  • Così per caricare il cellulare devi lasciarlo a casa attaccato a quella presa? Il trasformatore è comunque più comodo, lo attacchi alla presa e quando il cellulare è carico lo stacchi e a la presa la usi per quello che ti pare.. Oltre la fatto che lo usi in tutte le prese del mondo.
    Poi se anche c'è il trasformatore integrato nella presa come fate con il filo? Oppure preferite avere il cellualre attacato alla presa sospeso con il rischio che cada? e se volete caricare un tablet che fate, quello è troppo pesante per attaccarlo alla presa?
    non+autenticato
  • Finalmente....lanciano lo standard microusb per motivi ambientali, mi sembra ridicolo vedere ancora terminali con il caricabatt, pensate a quei poverini che cambiano telefono ad ogni nuovo modello e pensate ae quanti caricabatt vengono abbandonati a casa tra i cassetti
  • In Famiglia (4 persone) abbiamo 4 Smartphone nuovi, + 1 vecchio, 2 Videocamere, 3 sigarette elettroniche, 3 occhiali stereoscopici attivi, 6 auricolari bluetooth, 3 Macchine Fotografiche compatte, 3 lettori mp3, 1 lampada a led da comodino, un navigatore satellitare, 6 caricabatterie stilo/mini-stilo, 1 Kindle, e non mi ricordo che altro, tutti con presa micro/mini-usb. Ognuno con tanto di cavo e adattatore separato o trasformatore direttamente collegato al cavo, tutti tranne il Kindle che il trasformatore se lo fanno pagare 20€ (alla faccia). In realtà basterebbero 4 trasformatori 220V (1 a testa) con 4 porte USB (mo lo brevetto negli USA, tanto se po brevettare di tutto lì), 4/5 cavi USB/Micro-usb e 1/2 cavi USB/mini-USB. Più che sufficiente per tutta la famiglia. Piccola considerazione è l'amperaggio massimo del trasformatore. Quelli cinesi e in ogni caso quelli che costano poco sono generalmente da 600/800mA, vanno bene per gran parte dei dispositivi ma non per gli smartphone con batterie da oltre 2A, ci metterebbero una vita a ricaricarsi. Un esempio è in macchina, provavo un adattatore da 800mA da 2 euro, se ci collegavo lo smartphone con navigatore in funzione, esso si scaricava cmq, più lentamente, ma il consumo era più alto della ricarica. Ho comprato il modello originale per auto della casa del cellulare da 2100mA esattamente come la batteria e il cell si carica in un attimo anche con navigatore acceso.
    non+autenticato
  • guarda che oramai esistono i caricabatterie di qualità molto piccoli come quelli che propone Samsung o HTC con ingresso USB che si collegano allo smartphone tramite un cavo.. Finché sono così non c'è nessun problema. Diverso se sono caricabatterie enormi e con cavo non intercambiabile!
  • non lo metto in dubbio, i 4 smartphone nuovi e la videocamera sono Samsung, e o 5 trasformatori USB Identici... uno spreco.
    non+autenticato
  • il blackberry che mi hanno dato in azienda non si carica col caricabatterie del mio Samsung: mi dice che il dispositivo non verrà caricato... :-/
    Magari è solo una questione di corrente erogata, ma a quel punto mi piacerebbe che si facesse chiarezza anche su quello!

    PS: lo stesso cavetto, connesso al pc, carica perfettamente il BB. Il caricabatterie "normale" (quindi non la spina con uscita usb alla quale connetto il cavetto) funziona... c'è grossa crisi!!!
    non+autenticato
  • Non so che dirti, io collego un Kindle ed un galaxy Ace indifferentemente col cavetto dell'uno o dell'altro e con l'alimentatore del Galaxy (il kindle non ricordo se fosse senza alimentatore o semplicemente lo ho lasciato nella scatola)
  • Non so dirti nemmeno io... tecnicamente è il caricabatterie di una fotocamera della Samsung, ma esce come usb (come il BB e il mio telefono samsung), solo che il mio cell e la fotocamera si caricano, nel BB viene proprio fuori il messaggio tipo "questo caricabatterie non è in grado di caricare il dispositivo" (o una roba simile)
    non+autenticato
  • Non solo! Negli ultimi tempi ho visto alcuni tablet Android che si caricano dalla micro-usb...peccato che si caricano solo a 12V!!
  • Ma perché? Quando comprate la macchina vi vendono anche la pompa da agganciare al distributore di benzina?!?!?!
    non+autenticato
  • Premesso che non mi disturba che i telefoni vengano venduti senza carica batterie, te ne sei uscito con una bella metafora del cazzo.
    Hai mai visto un distributore di benzina privo di pompa?
    Invece di prese elettriche senza micro usb ce ne sono tante.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)