Mauro Vecchio

USA, il grande occhio si allarga

Salito vertiginosamente il livello delle operazioni di intercettazione delle comunicazioni mediate dalle nuove tecnologie. Gli attivisti di ACLU chiedono al Congresso maggiore trasparenza

Roma - L'allarme è scattato dopo la consegna un pacchetto di documenti inviato dai vertici del Department of Justice (DoJ) agli attivisti di American Civil Liberties Union (ACLU), che avevano richiesto trasparenza alle autorità statunitensi in base alle predisposizioni legislative del Freedom of Information Act.

Negli ultimi due anni le intercettazioni effettuate dalle varie agenzie governative negli States sono aumentate a ritmi vertiginosi, dalle comunicazioni via posta elettronica ai servizi di messaggistica istantanea. Dal 2009 al 2011, il totale delle operazioni di sorveglianza online è aumentato del 361 per cento.

Dai dati in uscita a quelli in entrata, le autorità a stelle e strisce andrebbero a pattugliare una quantità enorme di comunicazioni mediate dalla nuova tecnologia. Indirizzi di posta elettronica, numeri di telefono e destinatari dell'Instant Messaging.
Gli attivisti di ACLU hanno esortato il Congresso ad esercitare maggiore pressione per la consegna puntuale di documenti relativi alle attività di sorveglianza sui cittadini. Lo stesso governo di Washington non avrebbe reso pubblici i dati diramati dal DoJ negli anni 2011 e 2012. Per il Dipartimento di Giustizia, le intercettazioni rimangono fondamentali nella prevenzione del crimine e del terrorismo.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàFISA, intercettazioni rinnovateProlungato per altri cinque anni il disegno di legge adottato dalla presidenza di George W. Bush. La polizia statunitense potrà intercettare comunicazioni oltreconfine senza mandato
  • AttualitàIntercettare senza mandato, negli USA si puòUna corte di appello capovolge la sentenza precedente e stabilisce il principio secondo cui il governo statunitense non può essere giudicato sulle intercettazioni disposte illegalmente. Illegittimo usarle, perfettamente legittimo farle
  • AttualitàSkype, chiarimenti sulle intercettazioniL'architettura a supernodi non avrebbe fini nascosti, sarebbe solo un modo per velocizzare ed arricchire il servizio VoIP. Confermato l'utilizzo dei data center di Microsoft, ma non per raccogliere informazioni sulle comunicazioni
14 Commenti alla Notizia USA, il grande occhio si allarga
Ordina
  • A sentire gli ideatori della rete ECHELON, sarebbe bastato digitare "Bin Laden" sulla tastiera del proprio PC per vedersi piombare davanti a casa decine di quei SUV neri dell'FBI.

    Peccato però che alcune decine di beduini, per anni hanno comunicato tra loro per pianificare il più grande attentato di tutti i tempi, senza che nessuno si sia accorto di nulla.

    Evidentemente, avranno usato tecnologie aliene a noi sconosciute ...
    non+autenticato
  • l'hai digitato ... ci sei dentro, sei stato tracciato!

    Sorride
  • - Scritto da: paoloholzl
    > l'hai digitato ... ci sei dentro, sei stato
    > tracciato!
    >
    > Sorride
    aspetta che mi faccio tracciare anche io!
    ECHELON,ECHELON,ECHELON,ECHELON,ECHELON,ECHELON,ECHELON,ECHELON
    Che dici può bastare?
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: paoloholzl
    > l'hai digitato ... ci sei dentro, sei stato
    > tracciato!
    >
    > Sorride

    E anche tu, furbacchione, sei stato tracciato, visto che dialoghi con quel pericoloso sovversivo! Indiavolato
    non+autenticato
  • Prevenire il crimine, sventare attentati. Tutte azioni che chiunque, tranne boss della mafia e affiliati a cellule terroristiche, spera che siano efficacemente portate a termine dai servizi di sicurezza.

    Chi vorrebbe vivere in un mondo pericoloso e governato dalla malavita?

    Fa nulla se per farlo ci fanno digerire il grande fratello. Tanto cosa abbiamo noi da nascondere?

    Effettivamente siamo noi i primi a spiarci e a mettere la nostra vita privata su Internet, accessibile da tutti.

    Vero, la maggior parte di noi non se ne accorge e non se ne accorgerà, non verrà mai infastidito perché effettivamente non avrà nulla da nascondere.

    Ma ricordatevi, in ogni momento della vostra vita, anche in quelli più intimi, nei momenti che dovrebbero restare privati, in tutti quei momenti in cui credete di essere soli, potete stare tranquilli: non lo siete.

    E allora pensateci, forse non dovete avere paura di quello che potrebbero farvi, ma di quello che già vi stanno facendo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Andreabont
    > Prevenire il crimine, sventare attentati. Tutte
    > azioni che chiunque, tranne boss della mafia e
    > affiliati a cellule terroristiche, spera che
    > siano efficacemente portate a termine dai servizi
    > di
    > sicurezza.
    Beh oddio a dire la verità alcune delle cose che scrivi sarebbero a carico della polizia... magari su mandato giudiziario... no?
    Più che a carico di generici "servizi di sicurezza"...

    >
    > Chi vorrebbe vivere in un mondo pericoloso e
    > governato dalla
    > malavita?

    I malavitosi?
    A bocca aperta

    >
    > Fa nulla se per farlo ci fanno digerire il grande
    > fratello. Tanto cosa abbiamo noi da
    > nascondere?

    Oddio tu non lo so io parecchie cose che sono razzi miei e solo miei che non amo dire al primo venuto... proprio perchè essendo razzi solo miei non riguardano azioni criminose... (altrimenti è ovvio che coinvolgerebbero altri e non sarebbero più razzi solo miei).

    >
    > Effettivamente siamo noi i primi a spiarci e a
    > mettere la nostra vita privata su Internet,
    > accessibile da
    > tutti.

    Non so tu ma io in genere no!

    >
    > Vero, la maggior parte di noi non se ne accorge e
    > non se ne accorgerà, non verrà mai infastidito
    > perché effettivamente non avrà nulla da
    > nascondere.

    Ripeto dipende...

    >
    > Ma ricordatevi, in ogni momento della vostra
    > vita, anche in quelli più intimi, nei momenti che
    > dovrebbero restare privati, in tutti quei momenti
    > in cui credete di essere soli, potete stare
    > tranquilli: non lo
    > siete.

    anche questo dipende...

    >
    > E allora pensateci, forse non dovete avere paura
    > di quello che potrebbero farvi, ma di quello che
    > già vi stanno
    > facendo.

    Mi accontenterei che le regole valessero per tutti....
    Se regole ci devono essere ... altrimenti che non ci siano per nessuno...
    In altri termini se ci devono essere regole che regole siano e siano di garanzia non solo per chi si occupa di sicurezza pubblica ma anche per me... se invece far west deve essere che far west sia!
    Ma che si sappia che in quel caso a quel gioco (far west) ci giocherò pure io!
    Se l'uso della forza è concesso in esclusiva allo stato deve avere regole e garanzie che lo stato deve essere tenuto a rispettare... in caso contrario.... niente esclusiva!
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • Puuu !

    si coglie meglio il bersaglio.
    non+autenticato
  • Se effettivamente queste intercettazioni vengono effettuate per contrastare la criminalita' e il terrorismo, non mi pare un dramma.
    Se poi c'e' sotto qualcos'altro il discorso cambia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Carletto
    > Se effettivamente queste intercettazioni vengono
    > effettuate per contrastare la criminalita' e il
    > terrorismo, non mi pare un dramma.
    > Se poi c'e' sotto qualcos'altro il discorso
    > cambia.

    Vegono utilizzate per spionaggio industriale:
    http://www.privacy.it/ueechelon.html
    krane
    22544
  • - Scritto da: Carletto
    > Se effettivamente queste intercettazioni vengono
    > effettuate per contrastare la criminalita' e il
    > terrorismo, non mi pare un
    > dramma.
    > Se poi c'e' sotto qualcos'altro il discorso
    > cambia.
    è sempre un dramma se non c'è la garanzia che ci sia il controllo del sistema legale (magistratura)!
    Senza la possibilità di una difesa legale e di un processo formalmente equo dove le parti si confrontano ovviamente è SEMPRE un dramma!
    non+autenticato
  • l'inghippo è proprio questo, ovvero "chi controlla il controllore?"

    chi mi assicura che un gruppetto di spie non useranno quei sistemi per arricchirsi, trafficare in droga e armi ( in fondo già lo fanno, vedi l'affaire Fast and Furious ), depistare le indagini su di loro coinvolgendo innocenti e facendoli passare per criminali ( pure questo si può fare, avendo gli strumenti adatti )

    l'assoluta trasparenza è l'unico modo civile di difendere la legge
    non+autenticato
  • "...andrebbero a pattugliare una quantità enorme di comunicazioni mediate dalla nuova tecnologia. Indirizzi di posta elettronica, numeri di telefono e destinatari dell'Instant Messaging".

    Forse si intende utenze telefoniche, le autorità non se ne fanno nulla di un numero di telefono.
    Per la verità, il telefono non rientra fra le nuove tecnologie.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > " ...andrebbero a pattugliare una quantità
    > enorme di comunicazioni mediate dalla nuova
    > tecnologia. Indirizzi di posta elettronica,
    > numeri di telefono e destinatari dell'Instant
    > Messaging
    ".
    >
    >
    > Per la verità, il telefono non rientra fra le
    > nuove tecnologie.
    Tu pensi PSTN. Ma gli smartphones e i telefoni VoIP sono telefoni e direi decisamente che rientrano fra le nuove tecnologie.
    Anche i cellulari normali non sono più quelli 20 anni fa.

    > Forse si intende utenze telefoniche, le autorità
    > non se ne fanno nulla di un numero di
    > telefono.
    Lo so che con il buon vecchio doppino era tutto più facile e le nostre forze dell'ordine ne hanno nostalgia, ma oggi abbiamo "comunicazioni mediate dalla nuova tecnologia". "Utenza telefonica" suona nostalgico.

    Per molti (me compreso) "l'utenza telefonica" è l'ADSL.
    Ma per le comunicazioni di tutti i giorni, avendo già VoIP e Cellulare, quel telefono prima dello splitter è giusto la linea di backup per le emergenze.

    Perciò le autorità italinane, se fossero interessate alle mie baggianate, della "utenza telefonica" se ne farebbero poco, e sarebbero più interessate a sapere il numero di telefono. Perché solo con quello potrebbero fare una rogatoria internazionale al mio VoIP Provider per sapere il numero della carta di credito che paga quel traffico.
    Poi ne dovrebbero fare un'altra, in un paese diverso, per sapere l'intestatario della Carta di Credito. E sperare che quegli Stati Esteri siano collaborativi.

    Se invece tu registri tutto quello che entra, passa ed esce dal tuoi confini, magari trovi il numero chiamato nel messaggio SIP e dal numero IP risali alla cella telefonica o all'ADSL, se non sto usando una VPN.
    Senza scomodare Stati Esteri.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio

    > Per la verità, il telefono non rientra fra le
    > nuove
    > tecnologie.
    Invece si il "telefono" odierno non è più fatto (da un pezzo) di relay e circuiti switched nel senso fisico del termine.
    Tolto il breve e insignificante percorso tra il tuo apparecchio e la centrale periferica il resto è ormai completamente su trasporto digitale nel 99.99% dei casi!
    Forse in qualche sperduta baita di montagna c'è ancora qualche tratto in più... ma stai tranquillo che come la telefonata esce da lì e si instrada verso milano (o anche verso pescorocchiano di sotto) lo fa per vie digitali!
    non+autenticato