Mauro Vecchio

Neil Young e la musica HD

Si chiama Pono il player musicale del chitarrista canadese. Pronto al debutto nel 2013, col sostegno delle major. Un'idea mostrata anche a Steve Jobs

Neil Young e la musica HDRoma - Č la prima presentazione televisiva di Pono, il nuovo player portatile che dichiara guerra al formato MP3. In un recente episodio del celebre Late Show condotto da David Letterman, il leggendario Neil Young ha illustrato alcuni dettagli di un prototipo per la musica ad alta risoluzione ideato dallo stesso chitarrista canadese per dimostrare al mondo l'inferiorità dei file compressi per ascoltare musica.

A partire dagli inizi del 2013, la linea Pono offrirà agli utenti un servizio di download musicale e, soprattutto, una tecnologia di conversione dal formato digitale al vecchio analogico, in modo da restituire ai fan il suono generato dai musicisti nel corso delle sessioni di registrazione in studio.

Grazie agli spazi storage offerti sulla nuvola, Young vuole dare alle grandi etichette discografiche l'opportunità di "salvare il suono della musica". Da Warner Music a Universal Music, le major hanno già provveduto a convertire migliaia di album nel formato supportato da Pono, 192kHz/24bit. Una strategia decisa a prescindere dal progetto di Young, come sottolineato dal boss di Atlantic Records Craig Kallman.
Secondo fonti interne all'industria musicale, Kallman avrebbe investito nel progetto Pono insieme ai giganti dell'audio Meridian e Dolby, per poi convincere i vertici di major come Universal e Sony. Lo stesso Young avrebbe contattato più volte il compianto CEO di Apple Steve Jobs per una prestigiosa partnership. Tra i due non era sempre corso buon sangue: il compositore canadese si era già scagliato contro la proliferazione dei dispositivi iPod, accusati di aver notevolmente abbassato la qualità dell'ascolto.


Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàDi rocker, pirati e vecchi viniliNuovo affondo di Neil Young al formato MP3, inferiore a CD e vinili. Il cantautore canadese difende l'operato delle major: non sono la Silicon Valley. Ma poi parla della pirateria come della nuova radio ai tempi del digitale
  • BusinessMusica digitale, l'avanzata continuaIl fatturato globale nel 2011 č cresciuto dell'8 per cento sui 5,2 miliardi di dollari. L'aumento pių vistoso per i servizi a sottoscrizione. Buone risposte dalla Francia dopo l'adozione di HADOPI. Ma la pirateria resta
81 Commenti alla Notizia Neil Young e la musica HD
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)