Cristina Sciannamblo

YouTube, il copyright non ha sempre ragione

Il Tubo ha rivisto la propria politica in merito alle richieste di rimozione dei video protetti da copyright. Modificando il sistema Content ID, pių paletti per l'industria dei contenuti

Roma - Dopo i ripetuti episodi che hanno visto YouTube rimuovere e tempestivamente ripristinare contenuti in seguito ai reclami per violazione del copyright, la piattaforma di videosharing ha annunciato di aver provveduto alla modifica del sistema Content ID, con la speranza di evitare gli errori del passato.

In funzione dal 2007, Content ID è utilizzato dai detentori dei diritti per identificare il materiale giudicato irregolare e innescare meccanismi che vanno dalla possibilità di ottenere dei ricavi attraverso la pubblicità alla rimozione del video. Un sistema, questo, che ha fruttato al Tubo l'adesione di più di 2mila partner in tutto il mondo, ma che, secondo molti, lascia l'utente in una posizione di svantaggio rispetto all'industria dei contenuti. Ora, Mountain View intendere ripristinare l'equilibrio nella delicata operazione di controllo e gestione dei video.

Il cambiamento in questione riguarda essenzialmente la parte di contro-notifica della presunta violazione. YouTube ha introdotto una sorta di "fase di appello" che permetterà agli utenti di confrontarsi con le notifiche di violazione del copyright considerate ingiuste. D'ora in poi, il proprietario dei contenuti avrà a sua disposizione due alternative: accettare il reclamo dell'uploader o presentare denuncia formale in base al Digital Millennium Copiright Act (DMCA). In questo modo, Google intenderebbe scoraggiare l'abuso di potere da parte dei titolari dei diritti dal momento che esistono delle pene - seppure di bassa entità - per chi si appella al DMCA per presentare ricorsi ingiustificati.
Il Tubo ha espressamente dichiarato di aver modificato la propria politica in materia di gestione dei contenuti dopo i moltissimi feedback ricevuti dalla propria community. Un intervento giudicato da più parti come ragionevole e attento a soppesare in maniera equilibrata le esigenze dell'industria e quelle dei netizen ed ad evitare, in questo modo, gli errori commessi di recente.

YouTube ha inoltre comunicato di aver migliorato l'algoritmo su cui si basa il sistema Content ID allo scopo di identificare i potenziali reclami non validi ed esaminarli prima che la notifica ufficiale possa essere emessa.

Cristina Sciannamblo
Notizie collegate
  • AttualitàDi satira, presidenziali e uso legittimoL'etichetta discografica BMG abbatte un video caricato su YouTube dallo staff del candidato repubblicano Mitt Romney. Nel filmato, il Presidente statunitense Barack Obama sta cantando una canzone di Al Green
  • BusinessContent ID, una vecchia novitàI signori del copyright agguantano la mano tesa da YouTube. Non combatteranno pių per la rimozione dei video che violano il diritto d'autore: hanno scoperto che YouTube č disposto a dividere la torta
  • BusinessContent ID, nuovi accordi per YouTubeIl Tubo ha annunciato nuove partnership con le etichette discografiche per condividere gli introiti dei video protetti da copyright. E nel frattempo il portale si aggiudica le Olimpiadi in Asia e in Africa sub-sahariana
59 Commenti alla Notizia YouTube, il copyright non ha sempre ragione
Ordina
  • Tutto bello... peccato per la frase finale:

    "YouTube ha inoltre comunicato di aver migliorato l'algoritmo su cui si basa il sistema Content ID allo scopo di identificare i potenziali reclami non validi ed esaminarli prima che la notifica ufficiale possa essere emessa."

    Chi mi dice che non vengano censurati reclami giusti ma che non fanno comodo a certi elementi? Come al solito fuffa da marketing... peccato google peccato
  • - Scritto da: sbrotfl
    > Tutto bello... peccato per la frase finale:
    >
    > "YouTube ha inoltre comunicato di aver migliorato
    > l'algoritmo su cui si basa il sistema Content ID
    > allo scopo di identificare i potenziali reclami
    > non validi ed esaminarli prima che la notifica
    > ufficiale possa essere emessa."
    >
    >
    > Chi mi dice che non vengano censurati reclami
    > giusti ma che non fanno comodo a certi elementi?
    > Come al solito fuffa da marketing... peccato
    > google
    > peccato

    Rileggendo ho capito che magari ho interpretato male e si sta parlando dei reclami della major... in tal caso chiedo umilmente perdonoA bocca aperta
  • fare solo teatro senza registrazioni. Se uno vuole paga il biglietto di ingresso altrimenti non vede lo spettacolo. I film sono piratabili è qualcosa da evitare di fare.
    non+autenticato
  • Per la musica vale la stessa cosa: basta fare solo concerti.
    non+autenticato
  • Ti troveresti comunque il furbino di turno armato di videocamera e la sera stessa della prima lo screen è già sui muli e nelle pande.
  • Ma lo screen e disprezzato degli utenti che condividono.
    Sgabbio
    26178
  • Si, e giustamente direi.
    Però si tratta di riprese di uno schermo, non di un palco. Probabilmente una ripresa fatta a teatro verrebbe decisamente meglio (anche se darebbe un po' l'effetto 'recita della scuola')
  • Ma a teatro si entrerebbe in perizoma! A bocca aperta
    non+autenticato
  • Il che potrebbe rendere la platea più interessante del palco A bocca aperta
  • - Scritto da: Basta Pirateria
    > Si, e giustamente direi.
    > Però si tratta di riprese di uno schermo, non di
    > un palco. Probabilmente una ripresa fatta a
    > teatro verrebbe decisamente meglio (anche se
    > darebbe un po' l'effetto 'recita della
    > scuola')

    E perché mai?
    Chi va a teatro sa che vuol dire dividere lo stesso spazio con gli attori, piuttosto che starsene aldila' dello schermo.
    Chi vede uno spettacolo teatrale "registrato" è uno che a teatro NON HA MAI MESSO PIEDE e a cui il teatro non piace (più per partito preso, che altro). Se gli piacesse entrerebbe pagando il dovuto.
    Diffondere piecés teatrali via internet provocherebbe, semplicemente, un aumento degli spettatori agli spettacoli successivi.
    Come per i concerti dal vivo, anche gli spettacoli teatrali sono godibili solo se sei presente di persona. Ben diverso dal cinema dove tutte le proiezioni sono uguali (nel senso della pellicola!) e non importa quando vai a vedere lo spettacolo, vedrai sempre gli stessi fotogrammi che vedono tutti gli altri spettatori.
    A teatro lo spettacolo "cambia" in base al giorno in cui ci vai, in base a dove stai seduto... ecc... ecc... ecc... tutte cose che una telecamera non solo non coglie, ma distrugge durante la registrazione.

    GT
  • Ma smettiamola di chiamarla industria dei contenuti! Ma quali contenuti, industria del nulla e della fuffa, industria che pretende di campare alle spalle di chi lavora e paga le tasse. Esagerando uscirà un film degno di essere visto ogni 20 porcate, ma per piacere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: campione
    > Ma smettiamola di chiamarla industria dei
    > contenuti! Ma quali contenuti, industria del
    > nulla e della fuffa, industria che pretende di
    > campare alle spalle di chi lavora e paga le
    > tasse. Esagerando uscirà un film degno di essere
    > visto ogni 20 porcate, ma per
    > piacere.

    Questa è da incorniciare...per Zelig.. ora è chi produce e crea che vive sulle spalle di chi ruba, oh mamma mia! Nessuno è obbligato a comprare 20 film, basta comprarne uno solo, quello degno.
    non+autenticato
  • > Questa è da incorniciare...per Zelig.. ora è chi
    > produce e crea che vive sulle spalle di chi ruba,
    > oh mamma mia! Nessuno è obbligato a comprare 20
    > film, basta comprarne uno solo, quello
    > degno.

    Se uno compra, cosa ottiene in cambio? Di cosa diventa proprietario?

    Se non diventa proprietario di nulla, chi vende HA RUBATO.
    non+autenticato
  • - Scritto da: campione
    > Ma smettiamola di chiamarla industria dei
    > contenuti!

    Altrimenti? Arrabbiato
    non+autenticato
  • I video protetti da copyright vanno rimossi immediatamente e google dovrebbe pagare una multa milionaria per ogni video fuorilegge! Indiavolato
    non+autenticato
  • su youtube caricano circa 30 ore di video ogni ora, come caz.o fanno a rimuoverli? come fai a dire che dovrebbe pagare google se non si sa neanche chi li carica? come fai a non ragionare? se io vendo coltelli e tu li compri e accoltelli la gente la colpa è mia? ma ci sei o ci fai?
    non+autenticato
  • - Scritto da: marco fava
    > su youtube caricano circa 30 ore di video ogni
    > ora, come caz.o fanno a rimuoverli? come fai a
    > dire che dovrebbe pagare google se non si sa
    > neanche chi li carica? come fai a non ragionare?
    > se io vendo coltelli e tu li compri e accoltelli
    > la gente la colpa è mia? ma ci sei o ci
    > fai?

    Ne l'uno ne l'altro.
    E' un videotecaro e vuole mantenere la propria attività con ogni mezzo possibile. Buon per te che hai a che fare con un pesce piccolo, se invece di chiamarsi "Pianeta Video 2000" si chiamava Pianeta ParamAunt o www.mafiaa.org la musica sarebbe stata ben diversa.

    Anche se compro un cacciavite e poi lo pianto nella schiena della gente con cui litigo, dovrebbero carcerare tutti i fabbricanti di utensili da ferramenta.
    Però non lo fanno.

    GT
  • - Scritto da: Guybrush

    > E' un videotecaro
    No, "Pianeta Video 2000" è una trollata false flag.
    non+autenticato
  • Chissà cos'avrebbero da dire al riguardo, Allibito e i suoi compari?
    Funz
    12995
  • I suoi compari li chiami? Compare sarai tu! C'è da dire soltanto che è tutta un'anarchia, tutti fanno i propri comodi con la roba degli altri: questa la sintesi del discorso. Il tubo fa alto e basso come vuole, ma i provvedimenti contro la ruberia generalizzata verranno, non ti preoccupare, compare scaricone.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Carlo
    > I suoi compari li chiami?

    E come vorresti essere definito, sentiamo?

    > Compare sarai tu!

    Per essere compari bisogna essere minimo in due.

    > C'è
    > da dire soltanto che è tutta un'anarchia, tutti
    > fanno i propri comodi con la roba degli altri:
    > questa la sintesi del discorso.

    Puo' darsi, ma finche' questa "roba degli altri" non viene sottratta o danneggiata, che problema c'e'?

    > Il tubo fa alto e
    > basso come vuole, ma i provvedimenti contro la
    > ruberia generalizzata verranno, non ti
    > preoccupare, compare
    > scaricone.

    Chi si preoccupa?
    I segnali che arrivano sono sempre di maggior garantismo e mettono un giusto freno ai giustizialisti in caccia di streghe.
  • - Scritto da: Carlo
    > I suoi compari li chiami? Compare sarai tu! C'è
    > da dire soltanto che è tutta un'anarchia, tutti
    > fanno i propri comodi con la roba degli altri

    Degli ALTRI?

    Intendi di coloro che VENDONO i loro prodotti? Indovina un po', se vendi una cosa non è più tua, ma di chi l'ha comprata. E se vuoi sostenere il contrario.... non stupirti se invece di comprare, i tuoi clienti stanno a guardare mentre fai la fame.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > - Scritto da: Carlo
    > > I suoi compari li chiami? Compare sarai tu!
    > C'è
    > > da dire soltanto che è tutta un'anarchia,
    > tutti
    > > fanno i propri comodi con la roba degli altri
    >
    > Degli ALTRI?
    >
    > Intendi di coloro che VENDONO i loro prodotti?
    > Indovina un po', se vendi una cosa non è più tua,
    > ma di chi l'ha comprata. E se vuoi sostenere il
    > contrario.... non stupirti se invece di comprare,
    > i tuoi clienti stanno a guardare mentre fai la
    > fame.

    Vi vantate di essere moderni e tecnologici ma in quanto a ignoranza siete i più forti. Se non sai cosa sia la proprietà intellettuale e se non sai che questa esula dal mero possesso di un supporto, allora sei messo malino. Torna a scuola e poi correggi gli altri.
    non+autenticato
  • io non mi vanto di niente, e tu dovresti pensarci su: la proprietà intellettuale è giusta, l'attribuzione di tale anche, le leggi che la regolano però sono discutibili per cui come sempre la verità sta nel mezzo e chi non è obbiettivo (come te) non la vede. Per il resto ti assicuro che se non si potesse scaricare faresti la fame lo stesso.Se non posso permettermi di pagare un film non lo compro e non lo guardo e con la musica è uguale. Ti rimangono solo le pizze, quelle le pago volentieri.
    non+autenticato
  • > Vi vantate di essere moderni e tecnologici ma in
    > quanto a ignoranza siete i più forti. Se non sai
    > cosa sia la proprietà intellettuale

    So cos'è, e ti rispondo: se la VENDI, quella diventa mia e non è più tua.

    Se invece non la vendi... perchè ti aspetti di essere pagato? Se tu vuoi mantenere la proprietà intellettuale, io mantengo la proprietà dei soldi.
    non+autenticato
  • > ruberia generalizzata verranno, non ti
    > preoccupare, compare
    > scaricone.

    Meglio scaricone che egoista.
    non+autenticato
  • A te non cambia niente se uno di una città o uno Stato diverso dal tuo scarica quindi il fatto che tu voglia leggi per bloccare quelle che, sbagliando e sapendo di farlo, definisci ruberie si inquadra in una forma di egoismo. Non saprei spiegarlo altrimenti. Comunque tranquillo che la Rete muove più soldi di te e i creatori di contenuti si adatteranno alla domanda con offerte flat che ti metteranno fuori mercato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Free world
    > A te non cambia niente se uno di una città o uno
    > Stato diverso dal tuo scarica quindi il fatto che
    > tu voglia leggi per bloccare quelle che,
    > sbagliando e sapendo di farlo, definisci ruberie
    > si inquadra in una forma di egoismo. Non saprei
    > spiegarlo altrimenti. Comunque tranquillo che la
    > Rete muove più soldi di te e i creatori di
    > contenuti si adatteranno alla domanda con offerte
    > flat che ti metteranno fuori
    > mercato.

    Sogna. sogna.. i contenuti si pagheranno in qualsiasi modo saranno messi a disposizione e le flat non esisteranno mai se non per opere lontane dall'essere novità
    non+autenticato
  • > Sogna. sogna.. i contenuti si pagheranno in
    > qualsiasi modo saranno messi a disposizione e le
    > flat non esisteranno mai se non per opere lontane
    > dall'essere
    > novità

    https://signup.netflix.com/global
    O cose simili o pirateria.
    Agli artisti conviene la prima, quindi... addio.Sorride
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)