FSF contro gli accordi Governo-Microsoft

La divisione italiana della Free Software Foundation Europe spara ad alzo zero sui nuovi protocolli di intesa per visionare il codice di Windows e spingere l'informatica nelle scuole

Roma - Non ci sta Free Software Foundation Europe e denuncia in una nota diffusa ieri gli accordi che negli ultimi giorni sono stati ufficializzati tra il Governo italiano e Microsoft. In particolare, come si ricorderà, Roma ha firmato il Government Security Program (GSP) per l'accesso al codice di Windows nonché il progetto Microsoft Partners in Learning per le tecnologie scolastiche.

Secondo la divisione italiana di FSF Europe, l'accordo sul GSP "disattende le raccomandazioni" della Commissione che ha studiato l'introduzione del software libero nella Pubblica Amministrazione. "Siamo profondamente offesi da questo inutile accordo - ha dichiarato il presidente italiano di FSFE, Stefano Maffulli - i cui termini sono segreti, tra un governo democratico e un'azienda a capitale extra-europeo colpevole di pratiche monopolistiche in USA e sotto indagine in Europa per lo stesso motivo".

FSF Europe, inoltre, ritiene che persino le modalità di accesso al codice di Windows siano ambigue, costringendo i tester ad effettuare ogni prova in un ambiente studiato all'uopo da Microsoft. Soprattutto, l'organizzazione che sostiene il software libero afferma che chiunque veda quel codice rischia la morte professionale. "I tecnici che saranno chiamati poi a visionare il codice di Windows - ha affermato Maffulli - dovranno firmare contratti di non divulgazione che impediranno loro di lavorare liberamente in futuro. Se infatti verranno in possesso di nuove conoscenze leggendo il codice, rischieranno di essere sempre accusati di ?uso illegale? di ciò che hanno appreso".
Francesco Potortì, presidente dell'Associazione Software Libero, ha rincarato la dose sostenendo che "con questi limiti è chiaro che non esiste materialmente la possibilità di condurre un'analisi attendibile e oggettiva sul sorgente. Azione che sarebbe possibile solo attraverso un'ispezione pubblica, aprendo così a un bacino più ampio di tecnici lo studio del codice senza limitazioni".

Secondo FSF Europe, infine, l'accordo tra il ministero dell'Istruzione e Microsoft per il progetto "Partners in learning" non favorirebbe una alfabetizzazione informatica nel mondo della scuola. "Com'è possibile parlare di vera alfabetizzazione e di formazione informatica - ha scritto l'associazione in una nota - basandosi su prodotti derivanti da un unico fornitore?"
TAG: italia
89 Commenti alla Notizia FSF contro gli accordi Governo-Microsoft
Ordina
  • I-ta-li-a .....................1
    non+autenticato
  • Ciao a Tutti,
    seguendo il percorso di studi, uno che all'inizio e` bambino dovrebbe studiare qualcosa che sia usato, qualcosa che sia ben semplice, e Windows in questa va bene.
    Poi, quando si arriva all'Universita`, Puirtroppo per me, ci si trova a studiare sistemi alternativi quali Linux.
    L'idea di far studiare ai Bambini delle elementari su Windows la trovo una cosa positiva, sopratutto eprche` a Casa per lo piu` si troveranno di fronte a computer con quel sistema a disposizione per studiare.
    Al termine di quelli che ora sono 7 anni, si arriva alle superiori e li` si dovrebbe scegliere se continuare ad approfondire Windows o altri sistemi magari facendo 2 anni di studio su entrambi i sistemi e dando poi la possibilita` di scegliere con quale dei due continuare e poi, eventualmente, approfondire ulteriormente all'Universita` uno dei due sistemi.
    Ad esempio a me secca molto aver acquisito 10 anni di esperienza informatica totalmente inutile all'Universita`.
    All'inizio capisco che non si possa chiedere ad un Bambino di scegliere, ma alle superiori, si puo` gia` iniziare a presentare le possibilita` alternative.
    Mettere un Bimbo a ricompilare il Kernel di Linux lo metterebbe in una condizione tale che poi in vita vorra` solo Programmare, ed addio Meccanici, se invece gli si mostrano le nuove strade man mano che va vanti con la vita, potra` sempre scegliere se approfondire la sua conoscenza oppure no.
    Alle elementari prenderebbe confidenza con i Computer usando Windows, poi potrebbe scegliere se impegnarsi nel programmare nuovi sistemi o se si accontenta di saper usare bene le varie applicazioni gia` didponibili, quindi, sceglierebbe una delle due strade.
    Comuqnue sia, quello di far lavorare con i Computer i Bambini, e` un grosso passo avanti.
    DISTINTI SALUTI
    Crazy
    1945
  • E si usa cio' che si studiaSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Crazy
    > Mettere un Bimbo a ricompilare il Kernel di
    > Linux

    certo... utile
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 26 aprile 2006 21.46
    -----------------------------------------------------------
    non+autenticato
  • Sei sempre il migliore ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Crazy

    Ciao Zio Bill, Ti ho Riconosciuto!
    W le Lettere maiuscole Messe a Caso!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Crazy
    > Ciao a Tutti,
    > seguendo il percorso di studi, uno che
    > all'inizio e` bambino dovrebbe studiare
    > qualcosa che sia usato, qualcosa che sia ben
    > semplice, e Windows in questa va bene.
    > Poi, quando si arriva all'Universita`,
    > Puirtroppo per me, ci si trova a studiare
    > sistemi alternativi quali Linux.
    > L'idea di far studiare ai Bambini delle
    > elementari su Windows la trovo una cosa
    > positiva, sopratutto eprche` a Casa per lo
    > piu` si troveranno di fronte a computer con
    > quel sistema a disposizione per studiare.
    > Al termine di quelli che ora sono 7 anni, si
    > arriva alle superiori e li` si dovrebbe
    > scegliere se continuare ad approfondire
    > Windows o altri sistemi magari facendo 2
    > anni di studio su entrambi i sistemi e dando
    > poi la possibilita` di scegliere con quale
    > dei due continuare e poi, eventualmente,
    > approfondire ulteriormente all'Universita`
    > uno dei due sistemi.
    > Ad esempio a me secca molto aver acquisito
    > 10 anni di esperienza informatica totalmente
    > inutile all'Universita`.
    > All'inizio capisco che non si possa chiedere
    > ad un Bambino di scegliere, ma alle
    > superiori, si puo` gia` iniziare a
    > presentare le possibilita` alternative.
    > Mettere un Bimbo a ricompilare il Kernel di
    > Linux lo metterebbe in una condizione tale

    Un bimbo a ricompilare linux e perche?

    ah!! questi della FSF i bimbi li mangiano mica gli fanno ricompilare nulla! Occhiolino

    > che poi in vita vorra` solo Programmare, ed
    > addio Meccanici, se invece gli si mostrano
    > le nuove strade man mano che va vanti con la
    > vita, potra` sempre scegliere se
    > approfondire la sua conoscenza oppure no.
    > Alle elementari prenderebbe confidenza con i
    > Computer usando Windows, poi potrebbe
    > scegliere se impegnarsi nel programmare
    > nuovi sistemi o se si accontenta di saper
    > usare bene le varie applicazioni gia`
    > didponibili, quindi, sceglierebbe una delle
    > due strade.
    > Comuqnue sia, quello di far lavorare con i
    > Computer i Bambini, e` un grosso passo
    > avanti.
    > DISTINTI SALUTI
    non+autenticato
  • Ciao

    - Scritto da: Crazy
    > Ciao a Tutti,
    > seguendo il percorso di studi, uno che
    > all'inizio e` bambino dovrebbe studiare
    > qualcosa che sia usato, qualcosa che sia ben
    > semplice, e Windows in questa va bene.

    E' un parere personalme molto discutibile

    > Poi, quando si arriva all'Universita`,
    > Puirtroppo per me, ci si trova a studiare
    > sistemi alternativi quali Linux.

    Tanto per iniziare si chiama Gnu/Linux, poi non ho capito cosa vuol dire alternativo?, non ha senso, io potrei dire che Windows è un sistema alternativo a Gnu/Linux.

    > L'idea di far studiare ai Bambini delle
    > elementari su Windows la trovo una cosa
    > positiva, sopratutto eprche` a Casa per lo
    > piu` si troveranno di fronte a computer con
    > quel sistema a disposizione per studiare.

    Studiare?, giocare forse

    > Al termine di quelli che ora sono 7 anni, si
    > arriva alle superiori e li` si dovrebbe
    > scegliere se continuare ad approfondire
    > Windows o altri sistemi magari facendo 2
    > anni di studio su entrambi i sistemi e dando
    > poi la possibilita` di scegliere con quale
    > dei due continuare e poi, eventualmente,
    > approfondire ulteriormente all'Universita`
    > uno dei due sistemi.

    ??????????????????, che ne dici se alla fine delle superiori inseriamo un corso di fisica nucleare, o chimica organica avanzata?, in linea di massima già ora l'insegnamento di informatica nelle scuole è scarso

    > Ad esempio a me secca molto aver acquisito
    > 10 anni di esperienza informatica totalmente
    > inutile all'Universita`.

    E questo cosa vuol dire ?,

    > All'inizio capisco che non si possa chiedere
    > ad un Bambino di scegliere, ma alle
    > superiori, si puo` gia` iniziare a
    > presentare le possibilita` alternative.

    alternative?, tu parti dal pressupposto che Windows sia lo standard, ma non è certo così, è di certo il sistema più usato (a livello Desktop), ma di certo non uno standard

    > Mettere un Bimbo a ricompilare il Kernel
    > di Linux lo metterebbe in una condizione tale
    > che poi in vita vorra` solo Programmare

    Perchè dovrebbe farlo?

    > Comuqnue sia, quello di far lavorare con i
    > Computer i Bambini, e` un grosso passo
    > avanti.

    Credo proprio di si, ma è giusto avere una alfabetizzazione informatica, degna di questo nome, non esiste solo Windows, come non esiste solo Gnu/Linux o Mac.
    Ad esempio, attualmente in molte scuole viene insegnato il Microsoft Word, perchè?, non serebbe meglio insegnare il concetto di Word Editor e parlare di tutti gli altri programmi che fanno la stessa cosa?, e non mi riferisco solo ad OpenOffice.org.

    Va beh, ciao
    _______________________________________________
    Per chi non sa usare (e non vuole imparare), tutto fa schifo...
  • ah Dellibe' nun hai capito gnente la gente se deve 'mpara a fa' clik,next, clik, (che e' cosa notoriamente molto difficile e 'mpegnativa).
    Per questo lo dovemo da 'nsegna a squola.
    TU sei er solito malfidente che pensa che la vonno 'nsegna a squola per abituarli da piccoli a compra' er prodotto e 'nvece no... tra li tanti argomenti che se 'nsegnano fisica matematica (che so difficili) ce mettemo pure clik, next, clik che fanno tanto bene e so' piu' facili...
    Anzi abolimo la matematica, la fisica, l'itaGliano e pure la 'nformatica difficile (lassamojie solo quella facile che tanto pe' fa er meccanico, er calciatore nun servono a gnente) e lassamo er clik next clik che fa bene all'economia e Bille Gatese che e' pure venuto allo stadio a vede' la Roma.... ('mazza che ffigo!!)

    F.T.

    A bocca aperta
    - Scritto da: Dellibeppe
    > Ciao
    >
    > - Scritto da: Crazy
    > > Ciao a Tutti,
    > > seguendo il percorso di studi, uno che
    > > all'inizio e` bambino dovrebbe studiare
    > > qualcosa che sia usato, qualcosa che sia
    > ben
    > > semplice, e Windows in questa va bene.
    >
    > E' un parere personalme molto discutibile
    >
    > > Poi, quando si arriva all'Universita`,
    > > Puirtroppo per me, ci si trova a studiare
    > > sistemi alternativi quali Linux.
    >
    > Tanto per iniziare si chiama Gnu/Linux, poi
    > non ho capito cosa vuol dire alternativo?,
    > non ha senso, io potrei dire che Windows è
    > un sistema alternativo a Gnu/Linux.
    >
    > > L'idea di far studiare ai Bambini delle
    > > elementari su Windows la trovo una cosa
    > > positiva, sopratutto eprche` a Casa per lo
    > > piu` si troveranno di fronte a computer
    > con
    > > quel sistema a disposizione per studiare.
    >
    > Studiare?, giocare forse
    >
    > > Al termine di quelli che ora sono 7 anni,
    > si
    > > arriva alle superiori e li` si dovrebbe
    > > scegliere se continuare ad approfondire
    > > Windows o altri sistemi magari facendo 2
    > > anni di studio su entrambi i sistemi e
    > dando
    > > poi la possibilita` di scegliere con quale
    > > dei due continuare e poi, eventualmente,
    > > approfondire ulteriormente all'Universita`
    > > uno dei due sistemi.
    >
    > ??????????????????, che ne dici se alla fine
    > delle superiori inseriamo un corso di fisica
    > nucleare, o chimica organica avanzata?, in
    > linea di massima già ora l'insegnamento di
    > informatica nelle scuole è scarso
    >
    > > Ad esempio a me secca molto aver acquisito
    > > 10 anni di esperienza informatica
    > totalmente
    > > inutile all'Universita`.
    >
    > E questo cosa vuol dire ?,
    >
    > > All'inizio capisco che non si possa
    > chiedere
    > > ad un Bambino di scegliere, ma alle
    > > superiori, si puo` gia` iniziare a
    > > presentare le possibilita` alternative.
    >
    > alternative?, tu parti dal pressupposto che
    > Windows sia lo standard, ma non è certo
    > così, è di certo il sistema più usato (a
    > livello Desktop), ma di certo non uno
    > standard
    >
    > > Mettere un Bimbo a ricompilare il Kernel
    > > di Linux lo metterebbe in una condizione
    > tale
    > > che poi in vita vorra` solo Programmare
    >
    > Perchè dovrebbe farlo?
    >
    > > Comuqnue sia, quello di far lavorare con i
    > > Computer i Bambini, e` un grosso passo
    > > avanti.
    >
    > Credo proprio di si, ma è giusto avere una
    > alfabetizzazione informatica, degna di
    > questo nome, non esiste solo Windows, come
    > non esiste solo Gnu/Linux o Mac.
    > Ad esempio, attualmente in molte scuole
    > viene insegnato il Microsoft Word, perchè?,
    > non serebbe meglio insegnare il concetto di
    > Word Editor e parlare di tutti gli altri
    > programmi che fanno la stessa cosa?, e non
    > mi riferisco solo ad OpenOffice.org.
    >
    > Va beh, ciao
    > _____________________________________________
    > Per chi non sa usare (e non vuole imparare),
    > tutto fa schifo...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Crazy
    > Ciao a Tutti,
    > seguendo il percorso di studi, uno che
    > all'inizio e` bambino dovrebbe studiare

    [cut]

    > DISTINTI SALUTI

    Sulla storiella dei bambini che devono ricompilarsi il kernel potremmo stendere un velo pietoso. Sembra che ogni volta che si debba fare qualcosa sotto linux uno debba ricompilarsi il kernel ogni volta che accende il pc, mah....

    Passiamo a cose più serie.
    Se l'uso dei computer ha lo scopo di fornire un supporto multimediale (o meglio, ipermediale) o semplicemente informatico alla didattica, qualsiasi ragionamento sui sistemi operativi fa acqua. Da questo punto di vista Windows e Linux sono del tutto equivalenti perché entrambi possono essere usati come sistemi desktop (alla stregua di altri sistemi naturalmente). E' vero che gli strumenti per la didattica largamente diffusi girano sotto Windows (molti di questi sono cmq semplice spazzatura a mio parere), è anche vero che ci sono strumenti disponibili sotto linux che sono in piena sintonia con il software libero e indirizzati proprio al target scolastico.
    Facciamo un esempio banale: un proxy per connettere una LAN scolastica. Con squid si dispone di un buon strumento, magari non eccezionale, ma sicuramente di elevato valore in termini di rapporto qualità/costo, per filtrare gli accessi dei computer usati dagli studenti. In ambiente Windows che alternative ci sono? Wingate? fa un po' ridere come proxy per una scuola. Magari ISA Server, basato su IA, in grado di discernere fra un sito porno o un sito che tratta di anatomia, ma ha un costo esorbitante. Oppure un semplicissimo strumento con KEduca, banale quanto vuoi, ma qualsiasi software per elaborare test sotto windows, della stessa portata, ha un costo. E in questi ultimi anni si stanno sviluppano progetti di software didattico libero, tant'è che Linux è usato tranquillamente in diverse scuole elementari.
    L'uso di un ipermedia o di documenti in formato HTML non ha alcuna influenza sull'abitudine al sistema operativo: un click in ambiente linux è del tutto equivalente ad un click in ambiente windows perché il principio su cui si basa una GUI fondamentalmente non cambia.

    passiamo invece all'insegnamento dell'informatica. questo è un tasto dolente! cosa intende il ministero quando parla di insegnamento dell'informatica fin dai primi anni? usare dei multimediali? questo si fa già anche nella scuola materna se dispone dei pc. Insegnare informatica vera e propria? Allora il discorso cambia: insegnare informatica alle scuole elementari non significa insegnare a ricompilare il kernel ma non significa neppure insegnare come è fatta l'icona della stampa su word. Insegnare informatica significa far capire il funzionamento di un computer o di un software, indipendentemente dalla piattaforma. Naturalmente il livello di difficoltà, di linguaggio tecnico, di astrazione deve essere rapportato al target. Un buon insegnamento d'informatica ti permette poi di usare a casa tua tranquillamente il sistema operativo che preferisci permettendoti di fare liberamente la tua scelta. Se invece insegni ad essere un "utonto" (chiedo scusa per il termine, tanto per intenderci) non farai altro che creare una nuova società di schiavi della tecnologia.

    Spero di essere stato chiaro oltre che lungo
    gian_d
    10466
  • loro e chi li ha mandati al governo...
    non+autenticato
  • io ci vedo proprio beneSorride
    non+autenticato
  • Vantatene!

    - Scritto da: Anonimo
    > io ci vedo proprio beneSorride
    non+autenticato
  • Per cui PRIMA hanno l'opinione (qualunque cosa fatta da questo governo è sbagliata/non va bene/poteva essere fatta meglio), POI cercano le motivazioni. Andate a lavorare...
    non+autenticato
  • oppsss... ho scaricato per sbaglio sutte le patch da security.debian.org....
    non+autenticato
  • Ah! Allora pure debian c'ha le patch!!! Tutto il mondo è paese...
    :PCon la lingua fuoriCon la lingua fuori

    - Scritto da: Anonimo
    > oppsss... ho scaricato per sbaglio sutte le
    > patch da security.debian.org....
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)