HyperCPU Intel anche per i notebook

Intel ha portato la propria tecnologia Hyper-Threading su tutti i più recenti modelli di Pentium 4 rivolti al segmento dei notebook desktop replacement. Lanciato anche un nuovo Celeron

Santa Clara (USA) - Intel ha introdotto sul mercato le prime versioni di Mobile Pentium 4 integranti la tecnologia Hyper-Threading (HT), la stessa già utilizzata nella famiglia di P4 desktop e negli Xeon.

I nuovi modelli di Mobile P4 con tecnologia HT girano alle frequenze di clock di 3,2 GHz (653$), 3,06 GHz (433$), 2,8 GHz (294$) e 2,66 GHz (234$) e si affiancano ai modelli tradizionali. Intel ha spiegato che, almeno per quanto concerne il prossimo futuro, i consumatori potranno scegliere se acquistare una versione con o senza HT.

I processori Mobile P4, il cui consumo medio dichiarato è inferiore ai 3 watt, sono progettati per i notebook desktop replacement, ossia quei sistemi portatili che offrono caratteristiche paragonabili a quelle dei PC desktop quali display di grandi dimensioni, tastiere di formato standard e ampia espandibilità.
"I notebook basati su questo processore consentono agli utenti di trarre il massimo vantaggio da applicazioni multimediali multithreaded e ad elaborazione intensiva come la codifica di video, i programmi multimediali digitali e i videogame", si legge in un comunicato di Intel.

Il chipmaker di Santa Clara ha spiegato che la tecnologia HT consente al processore dei PC portatili di eseguire due thread separati contemporaneamente, migliorando le prestazioni negli ambienti multitasking. Intel sostiene che la propria tecnologia rende ad esempio possibile, per un utente, giocare ad un videogioco e contemporaneamente codificare audio o video o comprimere immagini.

"La tecnologia HT - dice Intel - offre tempi di risposta ottimizzati e prestazioni superiori durante il multitasking con le attuali applicazioni. Le prestazioni risultano inoltre sensibilmente più elevate con l'attuale software multithreaded e sono previsti ampi spazi di crescita per la nuova generazione di applicazioni multithreaded".

Dai benchmark condotti presso diversi laboratori indipendenti sembra emergere che l'efficienza della tecnologia HT dipende in larga misura dal livello di ottimizzazione e dal tipo di applicazioni che si utilizzano: se in alcuni casi l'abilitazione dell'HT può effettivamente incrementare le prestazioni generali del sistema, anche se spesso di un fattore minore rispetto a quello dichiarato da Intel, talvolta può addirittura penalizzarle: la causa è data dal fatto che per svolgere i suoi compiti l'HT consuma, a propria volta, una piccola porzione delle risorse di calcolo della CPU.

I nuovi Mobile P4 con supporto alla tecnologia HT sono compatibili con i chipset 852GME e 852PM di Intel e si basano sulla stessa microarchitettura NetBurst delle versioni desktop. Questi chip adottano un bus di sistema a 533 MHz e il supporto per funzioni evolute di power management quali la tecnologia SpeedStep avanzata e le modalità Deep Sleep e Deeper Sleep.

In contemporanea con i nuovi P4, Intel ha rilasciato anche un nuovo Celeron a 2,7 GHz per PC dekstop e portatili. Basato sulla tecnologia di processo a 0,13 micron, questo processore impiega un packaging a 478 pin ed è caratterizzato da un bus di sistema a 400 MHz. Il suo prezzo unitario è di 103$.
TAG: hw
3 Commenti alla Notizia HyperCPU Intel anche per i notebook
Ordina