Mauro Vecchio

USA, sinfonia d'allarmi per il copyright

Pronto a colpire il regime dei six strike per l'educazione delle masse scaricone negli States. Il sistema d'analisi MarkMonitor eviterà i falsi positivi. Agli utenti toccherà scucire 35 dollari

Roma - Dal neonato Center for Copyright Information (CCI), nuovi dettagli sulla versione statunitense della Dottrina Sarkozy, il regime anti-pirateria basato sui sei campanelli d'allarme agli scariconi della Rete.

Nelle prossime settimane, i principali provider a stelle e strisce adotteranno il sistema noto come Copyright Alert System (CAS), per educare le masse dei downloader e favorire la migrazione verso le piattaforme della distribuzione legale.

Come sottolineato dal nuovo boss di CCI Jill Lesser, le attività online di violazione del copyright verranno intercettate grazie al sistema d'analisi MarkMonitor. Un mix tra processi automatici e professionisti in carne ed ossa, sviluppato per l'identificazione dei download illeciti senza il rischio di generare falsi positivi. Toccherà ai vari ISP il compito di reindirizzare le varie notifiche dai detentori dei diritti ai singoli abbonati recidivi.
Nessuna forma di disconnessione o soffocamento della banda, per evitare ovvie polemiche sui diritti fondamentali dei netizen. Il sistema MarkMonitor si baserà sull'analisi delle reti P2P e soprattutto su quelle tracce pubbliche, sfruttando gli indirizzi IP per associare le attività di download ad un determinato titolare d'abbonamento. Gli utenti colti in flagrante dovranno pagare 35 dollari (26 euro circa) per avviare il contenzioso, eventualmente restituiti in caso di vittoria.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàUSA, pronta l'HADOPI d'oltreoceanoNon tre ma sei avvisi graduali. Per "educare" gli utenti statunitensi al rispetto del diritto d'autore. Ma i provider potrebbero anche optare per le disconnessioni
  • AttualitàRIAA e i sei allarmi del copyrightL'industria a stelle e strisce si accorda con i principali ISP d'America. Invieranno avvertimenti graduali a tutti gli abbonati colti a violare il diritto d'autore. Prima educando, poi colpendo con misure più estreme
6 Commenti alla Notizia USA, sinfonia d'allarmi per il copyright
Ordina
  • quanto tempo dura la ritenzione dei dati da parte degli ISP ?
    non+autenticato
  • 35 dollari per andare in contenzioso? E perché mai dovrebbe pagarli l'utente colto in flagrante... se é colto in flagrante é colpevole. Punto.

    Altrimenti non ha senso pagare... chi ente giuridico (non persona fisica) porta a giudizio un sospetto (persona fisica) dovrebbe invece anticipare le spese, che in caso di vittoria verrebbero rimborsate dal condannato in base alla sentenza del giudice.

    La giustizia é tutto tranne che... "giusta"!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Cog Nome
    > 35 dollari per andare in contenzioso? E perché
    > mai dovrebbe pagarli l'utente colto in
    > flagrante... se é colto in flagrante é colpevole.
    > Punto.
    >
    > Altrimenti non ha senso pagare... chi ente
    > giuridico (non persona fisica) porta a giudizio
    > un sospetto (persona fisica) dovrebbe invece
    > anticipare le spese, che in caso di vittoria
    > verrebbero rimborsate dal condannato in base alla
    > sentenza del
    > giudice.
    >
    > La giustizia é tutto tranne che... "giusta"!

    Sì, è un vero obbrobrio. Se pago 35$ e vinco il contenzioso, le major dovrebbero ridarmene ALMENO 35.000, utilizzando lo stesso sistema di sopravvalutazione esagerata che applicano a loro vantaggio. Allora sì che ci potrebbe stare. Invece così non pagano alcun pegno per i falsi positivi, quindi hanno tutto l'interesse a spedire avvisi a ogni utente.
    Izio01
    4151
  • Non ho capito bene il finale dell'articolo; che succede se uno si rifiuta di pagare il pizzo di 35$? Finisce per dovere pagare la richiesta del detentore dei diritti? Richiesta tra l'altro sicuramente spropositata in quanto basata sulla nota formula:
    k * n * p * c

    dove n e' il numero di file scaricati, p il prezzo medio, k il numero di mancati acquisti per copia scaricata (solitamente 1, ma in questi tempi di DRM potrebbe essere maggiore, dato che uno dovrebbe comprare separatamente ogni diverso formato) e c coefficiente "a ca..volo" comunque molto maggiore di 1 per gonfiare la richiesta.
  • Scusate ma perchè mai dovrei scucire sti 35 dollari, che me ne frega di avviare una controversia, visto che da quanto ho capito non esiste alcun regime sanzionatorio, tra l'altro un avviso via mail non certificata dal punto di vista legale è semplicemente risibile... Ho la vaga idea che un sistema simile servirà solo agli utenti per testare il sistema di filtraggio e prendere le opportune misure di anonimizzazione per non vedersi recapitare altre mail minatorie... come è avvenuto in Francia in pratica!
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Scusate ma perchè mai dovrei scucire sti 35
    > dollari, che me ne frega di avviare una
    > controversia, [...]

    concordo (vedi sopra)

    > prendere le opportune misure di anonimizzazione
    > per non vedersi recapitare altre mail
    > minatorie... come è avvenuto in Francia in
    > pratica!

    davvero? E cosa é avvenuto in francia - in termini di misure di anonimizzazione -, hai dei link?
    non+autenticato