Cristina Sciannamblo

Foxconn, minori al lavoro per Nintendo

La multinazionale videoludica ha ammesso la presenza di forza lavoro minorile negli stabilimenti cinesi di Foxconn. Su quest'ultima ricadono le responsabilitÓ per l'accaduto con le conseguenti rassicurazioni sul futuro

Roma - Era stata accusata di aver avallato l'impiego di minori negli stabilimenti Foxconn. Ora, dopo aver avviato delle ispezioni interne, Nintendo ha ammesso la presenza di forza lavoro minorile assunta per l'assemblaggio della console Wii U.

In un comunicato ufficiale, Charlie Scibetta, a capo della comunicazione per Nintendo America, ha spiegato che l'azienda considera i fatti accaduti come una violazione della propria policy relativa alla Corporate Social Responsibility, che tutti i partner di Nintendo sono tenuti a rispettare.

Il colosso videoludico ha però scaricato tutta la responsabilità per l'accaduto sui vertici di Foxconn, che, dal canto loro, avrebbero rassicurato i propri partner sul rafforzamento delle procedure interne di controllo affinché casi simili non si verifichino in futuro. (C.S.)
Notizie collegate
  • AttualitàFoxconn, tra presidenziali e minoriL'ultimo confronto televisivo tra Romney e Obama ha affrontato anche il tema dello sfruttamento del lavoro da parte delle aziende cinesi. Mentre in Asia Foxconn ammetteva di impiegare minori
  • AttualitàFoxconn, sciopero d'ottobre?Si mormora che tra i 3 e i 4mila operai siano in rivolta nella fabbrica di Zhengzhou per le pressanti esigenze qualitative nell'assemblaggio degli iPhone 5. Il colosso asiatico nega: ordinaria amministrazione
  • AttualitàCaso Foxconn, violenze e abusi?Un nuovo studio mette l'azienda al centro di una serie di accuse per le condizioni di lavoro dei suoi dipendenti. Dai piani alti smentiscono. In ballo ci sono commesse milionarie
10 Commenti alla Notizia Foxconn, minori al lavoro per Nintendo
Ordina
  • Penso che in tutta la Cina avvenga lo sfruttamento dei minori e dei lavoratori in generale. E non solo in Cina, ma in tutti gli stati dove esiste una sovrappopolazione e, per la legge della domanda e dell'offerta, la persona vale quindi pochissimo. Non illudiamoci: le leggi economiche valgono purtroppo anche per l'uomo lavoratore.
    non+autenticato
  • che pure fuori dalla settore Apple c'era sfruttamento minorile cinese.

    Fulmine al ciel sereno ehhhh!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Johnny il bello
    > che pure fuori dalla settore Apple c'era
    > sfruttamento minorile
    > cinese.
    >
    > Fulmine al ciel sereno ehhhh!

    Chiaramente non essendoci fans di Nintendo Panda Rossa gira lo sguardo altrove.

    Cosi pensa di avere la coscienza a posto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: aphex twin
    > Chiaramente non essendoci fans di Nintendo Panda
    > Rossa gira lo sguardo altrove.
    >
    > Cosi pensa di avere la coscienza a posto.

    Ma smettiamola con queste chiacchiere da bar sport, è ovvio che quando un nome è sulla bocca di tutti il poter associare una notizia ad esso ne aumenta la visibilità.

    Se per una volta smettessimo di fare fanatismo sportivo e pensassimo un pochino più in grande si potrebbe anche cercare di capire che chi tira fuori queste notizie forse lo fa solo per cercare di raggiungere il maggior numero di persone con fatti che sono ad oggi considerati antisociali (intendo lo sfruttamento minorile) ed altamente diprezzabili per il solo motivo di cercare di far cambiare le cose in meglio ed ovviamente il modo più veloce è far circolare le notizie a fianco di nomi come Apple o Nintendo che sono straconosciuti da chiunque.
    mura
    1717
  • infatti qui (e altrove) fanno passare il tutto come se fosse un problema di nintendo e apple. facciamo un esempio comune: il mio condominio assume un giardiniere, questo si porta dietro 3 minori, è colpa dell'amministratore? in parte perché poteva controllare meglio la ditta ma in fondo che può farci?

    - Scritto da: mura
    > - Scritto da: aphex twin
    > > Chiaramente non essendoci fans di Nintendo
    > Panda
    > > Rossa gira lo sguardo altrove.
    > >
    > > Cosi pensa di avere la coscienza a posto.
    >
    > Ma smettiamola con queste chiacchiere da bar
    > sport, è ovvio che quando un nome è sulla bocca
    > di tutti il poter associare una notizia ad esso
    > ne aumenta la visibilità.
    >
    >
    > Se per una volta smettessimo di fare fanatismo
    > sportivo e pensassimo un pochino più in grande si
    > potrebbe anche cercare di capire che chi tira
    > fuori queste notizie forse lo fa solo per cercare
    > di raggiungere il maggior numero di persone con
    > fatti che sono ad oggi considerati antisociali
    > (intendo lo sfruttamento minorile) ed altamente
    > diprezzabili per il solo motivo di cercare di far
    > cambiare le cose in meglio ed ovviamente il modo
    > più veloce è far circolare le notizie a fianco di
    > nomi come Apple o Nintendo che sono
    > straconosciuti da
    > chiunque.
  • - Scritto da: kenshemo
    > infatti qui (e altrove) fanno passare il tutto
    > come se fosse un problema di nintendo e apple.
    > facciamo un esempio comune: il mio condominio
    > assume un giardiniere, questo si porta dietro 3
    > minori, è colpa dell'amministratore? in parte
    > perché poteva controllare meglio la ditta ma in
    > fondo che può
    > farci?

    Puo' anzi deve cambiare giardiniere!

    Nel momento in cui tu, dalla finestra, vedi che il giardiniere si avvale di tre ragazzini per dissodare il giardino condominiale, tu chiedi che venga immediatamente risolta la situazione.
    Se non la risolve, fai cambiare giardiniere.
    Se non lo cambia, fai cambiare l'amministratore.
    In ultima istanza chiami le autorita' e denunci la cosa.

    Se invece te ne resti alla finestra a guardare i ragazzini che dissodano il giardino condominiale (che e' anche tuo) mentre continui a giocare imperterrito a super mario, sei CORRESPONSABILE!

    Come sono CORRESPONSABILI tutti quelli che continuano a giocare a super mario sapendo che il gingillo viene costruito da schiavi bambini.
  • Certo che paragonare la foxcomm ad un giardiniere è un pò esagerato.
    Un conto è cambiare giardiniere ed un conto è cambiare la ditta che ha le infrastrutture necessarie per costruire e assemblare prodotti altamente tecnologici.

    Sicuramente il cliente deve intervenire, e per cliente intendo tutti i clienti foxcomm, perchè è moooolto stupido pensare che i minori siano usati nel settore dove vengono costruiti i prodotti samsung o apple e non in altri. Se foxcomm usa i minori, li userà indifferentemente da chi è il cliente.

    Ma altrettanto sicuramente è difficile cambiare un fornitore del genere come fosse un giardiniere.
    non+autenticato
  • Be', credo che il Topolonia ci sia un sacco di ipocrisia: prima si vogliono dei prodotti relativamente economici e poi si pretende che le imprese interessate non chiudano gli occhi sullo sfruttamento di manodopera ... il problema non è che sfruttano bambini, il problema è che la concorrenza è spietata e i costi del lavoro da noi non sono irrisori: quindi ci si straccia le vesti se un bambino è sfruttato o un cinese si suicida per i ritmi di lavoro abnormi, ma in fondo fa comodo a tutti una situazione del genere .. no? Perché le imprese americane ed europeee (italiane incluse) invece di delocalizzare non se ne stanno nei luoghi di origine? Perché i consumatori vogliono sconti?Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: mura
    > Ma smettiamola con queste chiacchiere da bar
    > sport, è ovvio che quando un nome è sulla bocca
    > di tutti il poter associare una notizia ad esso
    > ne aumenta la visibilità.
    >

    Ok, peró è strano che non ricordo di aver letto alcun tuo intervento con questi toni quando la notizia riguardava Apple.

    A pensar male spesso ci si azzecca. (cit.)
    non+autenticato
  • - Scritto da: aphex twin
    > Ok, però è strano che non ricordo di aver
    > letto alcun tuo intervento con questi toni quando
    > la notizia riguardava
    > Apple.

    E cosa ti fa pensare che a me interessi partecipare a risse da bar sport ?

    L'ho fatto in passato, ho capito che è solo tempo perso ed ora non lo faccio più fine del discorso.
    mura
    1717