Mauro Vecchio

Zynga, l'ombra degli hacktivisti

Il gigante del social gaming minacciato da Anonymous, che avrebbe tra le mani documenti riservati sulle strategie future di business. Non Ŕ piaciuta l'ondata di licenziamenti

Roma - La minaccia hacktivista in un recente comunicato pubblicato su AnonNews, con tanto di filmato rimosso dalla piattaforma di video sharing YouTube per "violazione della norma sulla raffigurazione di attività pericolose". Gli Anonimi hanno inviato un secco ultimatum al colosso del social gaming Zynga, accusato di aver riservato "un trattamento oltraggioso" ai suoi dipendenti e alla comunità di sviluppatori.

Al celebre collettivo hacktivista non è piaciuto affatto il giro di vite annunciato dal CEO Mark Pincus dopo gli ultimi risultati trimestrali. Si è parlato di oltre 100 impiegati costretti a sgombrare la propria scrivania negli uffici del quartier generale di Austin, Texas. Nella visione di Anonymous, questi posti di lavoro verranno trasferiti negli ecosistemi finanziari più convenienti, dunque lontani da quello statunitense.

In sostanza, gli Anonimi vogliono lo stop ai licenziamenti, minacciando ritorsioni di tipo DDoS per il fatidico giorno di Guy Fawkes del prossimo 5 novembre. Il gruppo hacker ha paventato un'azione simile contro Facebook, sulla scia di quanto annunciato - promessa non mantenuta - nell'agosto 2011. Ma cosa ha in mano Anonymous per lanciare il suo ultimatum ai vertici di Zynga?
Nel comunicato, il gruppo ha promesso la distribuzione online di "tutti quei videogiochi che abbiamo preso gratuitamente dai vostri server". Nessun dettaglio sugli eventuali titoli. Ma soprattutto, Anonymous avrebbe tra le mani un pacchetto di dati riservati sulle (attuali e future) strategie di mercato di Zynga.

Da uno dei primi documenti pubblicati - giusto per far capire che si farà sul serio - traspare che Zynga dovrebbe completare la fase di outsourcing dell'intera squadra di sviluppatori, gettandosi nel settore del gioco d'azzardo grazie alla partnership con bwin.party. Il gigante texano vorrebbe inoltre investire 20 milioni di dollari per l'acquisizione dei diritti relativi a nuovi titoli videoludici come Lovers in a Dangerous Spacetime.

Mauro Vecchio
Notizie collegate