Cristina Sciannamblo

Editoria, tandem per il digitale

Penguin e Random House danno vita a una partnership che mira a creare uno dei maggiori conglomerati di mercato. La sfida ad Amazon Ŕ lanciata

Roma - Una joint venture siglata tra due giganti dell'editoria europea: la tedesca Bertelsmann e la britannica Pearson hanno unito le forze per creare la più grande casa editrice al mondo dedicata alle pubblicazioni di consumo.

Il tandem di mercato mira a combinare le attitudini e le competenze appartenenti a Penguin e Random House: la prima è uno dei marchi editoriali più conosciuti al mondo, con una forte presenza nei mercati in rapida crescita, mentre Random House è il principale editore in lingua inglese negli Stati Uniti e in Gran Bretagna.

La partnership, come notano gli osservatori, si porrebbe in diretta concorrenza rispetto all'avanzata di Amazon, anche se l'azienda di Seattle non è menzionata esplicitamente nel comunicato ufficiale.
L'accordo tra le due sigle editoriali non includerà gli affari di Bertelsmann in Germania, mentre Pearson, da parte sua, manterrà i diritti del brand Penguin nel mercato rivolto alla formazione. In base ai termini contrattuali, nessuna delle due parti potrà vendere frazioni delle rispettive partecipazioni all'interno della neonata Penguin Random House per i prossimi tre anni. (C.S.)
Notizie collegate